E’ il risultato dell’impegno Eni nella ricerca di carburanti ecologici. Si chiama Eni Diesel +, il nuovo propellente con il 15% di componente rinnovabile prodotta da oli vegetali realizzato nella raffineria Eni di Venezia grazie alla tecnologia Ecofining. Eni punta dunque sull’innovazione sostenibile e dal 18 gennaio rende disponibile il nuovo Diesel + in oltre 3.500 stazioni di servizio sul territorio nazionale, per quanti che vogliono conciliare le caratteristiche prestazionali dei carburanti di ultima generazione con una maggiore attenzione all’ambiente.

I numerosi test condotti nei laboratori di ricerca Eni hanno evidenziato che, rispetto a un gasolio standard con il 5% di componente biodiesel, l’Eni Diesel + allunga la vita del motore e ne assicura una potenza erogabile superiore grazie alla pulizia degli iniettori, oltre a migliorare le prestazioni del motore riducendo i consumi fino al 4%, facilitando di conseguenza le partenze a freddo e garantendo una minor rumorosità del motore per l’elevato numero di cetano.

Eni Diesel +, inoltre, grazie ad un ciclo produttivo più sostenibile, contribuisce a ridurre le emissioni di CO2 in media del 5%. Inoltre, dalle prove effettuate su vetture Euro 5 nel Centro Ricerche Eni di San Donato Milanese e presso l’Istituto Motori del CNR di Napoli si sono rilevati significative riduzioni delle emissioni inquinanti. Il nuovo Eni Diesel + è disponibile allo stesso prezzo del gasolio premium Eni Blu Diesel +, finora offerto nelle Eni Station al fine di promuoverne l’utilizzo. I clienti che utilizzano le carte fedeltà You&Eni in modalità servito, accumulano un punto You&Eni in più, rispetto al diesel standard, per ogni litro acquistato del nuovo Eni Diesel +.
C.Ca. perwww.motori24.ilsole24ore.com

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome