In base a quanto riportato dal portale OrizzonteScuola.it, il DPCM di autorizzazione del bando di concorso Scuola per 63.712 nuove assunzioni sembra essere stato firmato il 24 dicembre 2015.

VAI ALLO SPECIALE SU CONCORSO SCUOLA 2016

I posti disponibili verranno suddivisi secondo la seguente ripartizione:


1) 52.828 posti comuni;

2) 5.766 posti di sostegno;

3) 5.118 posti di potenziamento.

DIMEZZATI I POSTI RISERVATI AL SOSTEGNO

I posti riservati al sostegno risultano, in tal modo, dimezzati rispetto ai numeri anticipati nelle settimane scorse dal Sottosegretario di Stato del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca , Davide Faraone che per il sostegno aveva anticipato ben 10.900 posti, ora scesi nel decreto a poco più di 5mila.

TEMPI DI PUBBLICAZIONE DEL BANDO

Ancora nessuna anticipazione, invece, sulla data di pubblicazione del bando, che comprenderà le indicazioni per presentare le domande.

Al riguardo, infatti, bisognerà attendere l’approvazione definitiva del regolamento sulle classi di concorso.

VAI ALLO SPECIALE SU CLASSI DI CONCORSO

PROVE DI CONCORSO

Secondo le indiscrezioni rivelate sempre dal portale OrizzonteScuola le prove per il concorso dovrebbero essere le seguenti:

1) per la scuola secondaria di I e II grado: non si prevede alcuna prova di accesso, essendoci solo una prova scritta ed una orale;

2) per la scuola dell’infanzia, primaria: si prevede una prova di accesso preselettiva, oltre alla prova scritta e a quella orale;

3) per il sostegno: ancora non si sa se ci sarà o meno una prova di accesso, mentre dovrebbero rimanere invariate le modalità delle due restanti prove.

PROVA PRESELETTIVA:  sono previsti 60 quesiti a risposta multipla per l’accertamento delle capacità logiche, di comprensione oltre che delle competenze digitali e di lingua inglese.

PROVA SCRITTA: sarà “computer based” la prima prova, consistendo molto probabilmente in quesiti con risposte multiple più altre domande a risposta aperta sintetica.

Nelle domande saranno inclusi anche 4 quesiti di lingua straniera con risposta chiusa e un quesito invece con risposta aperta.

PROVA ORALE: è prevista una prova simulata, sulla base di quella del concorso del 2012. Alla lezione simulata farà poi seguito un’analisi delle scelte metodologiche e didattiche realizzate.


CONDIVIDI
Articolo precedentePatent Box: come le imprese possono aderire al regime agevolato? Ultimi giorni
Articolo successivoRaccomandata: come funziona

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here