La nuova Alfa Romeo Giulia, che debutterà negli Stati Uniti alla fine del primo semestre del 2016, avrà per quel mercato (e probabilmente anche per quelli europei) un motore più ‘democratico’ rispetto al potentissimo ma elitario biturbo 2.9 V6 di derivazione Ferrari.

Sotto al cofano della berlina sportiva del Biscione – lo ha annunciato durante il reveal al Los Angeles Auto Show Reid Bigland, responsabile della marca Alfa Romeo per il Nordamerica – ci sarà anche un inedito turbo quattro cilindri 2.0 a iniezione diretta, progettato specificamente per Alfa, che utilizzerà il sistema MultiAir2 per garantire, assieme ad altri dispositivi di ultima generazione, il migliore rapporto tra prestazioni, consumi ed emissioni.

Accreditato di 276 Cv secondo in sistemi di misura Usa – che corrispondono a 280 per l’Europa – questo quattro cilindri risponderà perfettamente alla filosofia della ‘meccanica delle emozioni’ con cui FCA ha comunicato anche negli Stati Uniti la nuova Giulia e sarà disponibile, lo ha confermato Bigland, successivamente al debutto della Giulia Quadrifoglio da 505 Cv (questa la potenza Usa) sia nella variante a quattro ruote motrici che in quella a trazione posteriore. (ANSA).


CONDIVIDI
Articolo precedenteCanone Rai: come funziona la disdetta e come pagare solo la bolletta Enel
Articolo successivoCNF: cambia il Codice deontologico e il dovere d’informazione degli avvocati

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here