I  nuovi crash test, condotti dall’Allianz Centre for Technology con cani manichino, dimostrano che, a una velocità di 40 km orari, un cane di 35 kg può trasformarsi in un peso di 1.400 kg

In auto con il cane? Sembra qualcosa di estremamente naturale, ed in effetti lo è, tranne se si parla di sicurezza stradale. Gli amici a quattro zampe che viaggiano sul sedile posteriore, infatti, raramente vengono legati, e spesso sono separati dai passeggeri da una semplice rete. Allianz Global Assistance, leader mondiale nell’assistenza, nell’assicurazione viaggio e nei servizi alla persona, fornisce utili consigli su come viaggiare in sicurezza insieme ai nostri animali domestici.

Un incidente automobilistico a 40 km orari è in grado di muovere un cane con una forza pari a 40 volte il suo peso. Un pastore tedesco di 35 kg può quindi colpire un oggetto con una forza di 1.400 kg, e non è certo difficile immaginare quali gravi conseguenze ci potrebbero essere nell’essere proiettato all’interno dell’abitacolo, fino a colpire, con tutta probabilità, il parabrezza.
L’Allianz Centre for Technology (AZT) ha organizzato un crash test effettuato con cani manichino per evidenziare i pericoli in situazioni di questo tipo. Presso la sede dell’Allianz Test Centre in Germania, due manichini sono stati messi a bordo di un veicolo, lanciato contro un muro ad alta velocità. Il “cane” che non era stato legato è stato sbalzato all’interno dell’abitacolo, per poi schiantarsi con violenza sul cruscotto. Quello che portava invece un’imbracatura di sicurezza è rimasto al suo posto, sul sedile posteriore.


L’AZT spiega che quando il cane è adeguatamente legato all’interno dell’abitacolo, le possibilità di sopravvivenza sua e dei passeggeri in caso di incidente aumentano. Inoltre, l’animale non rischierà di scappare in preda alla paura e non interferirà con le operazioni di soccorso. Il conducente può infine guidare con maggior calma e concentrarsi sulla strada.

L’AZT raccomanda quindi di legare i cani di peso inferiore ai 12 kg con un’imbracatura, fissandola alla cintura di sicurezza. I cani più grandi dovrebbero invece viaggiare in un’apposita gabbia nel bagagliaio dell’automobile, perché l’imbracatura lascia all’animale un certa libertà di movimento e i cani di maggiori dimensioni potrebbero comunque essere proiettati sul sedile anteriore. (repubblica.it)


CONDIVIDI
Articolo precedenteVolkswagen ha sbagliato, ma i test di omologazione sono da cambiare
Articolo successivoDräger e BusCompany unite per la sicurezza stradale

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here