La Ferrari torna in prima fila dopo quattro anni e lo fa davanti al proprio pubblico di casa, a Monza, tra l’entusiasmo generale. Non è una pole position, ma il distacco dalle Mercedes è contenuto e questo galvanizza la Scuderia del Cavallino che cercherà di capitalizzare questo potenziale nella gara di domani.

Marchionne soddisfatto. “Il risultato di oggi non è fortuna. Abbiamo ridotto il divario dalle Mercedes e devo dire che me lo aspettavo. Voglio fare i miei complimenti a tutta la squadra, che ha fatto un lavoro eccezionale durante tutto l’anno e i risultati ora parlano per noi. Sono sicuro che la sfida del 2016 sarà fantastica”, ha affermato il Presidente della Scuderia Ferrari.

Raikkonen sorpreso. Il suo giro cronometrato in 1:23.631 porta la sua SFT15-T in prima fila, alle spalle della Mercedes di Lewis Hamilton. Il pilota finlandese della Ferrari torna così nella parte alta della griglia, riuscendo a mettersi dietro anche il compagno di squadra Vettel. “Sono davvero sorpreso del risultato di oggi. Sapevamo che ci aspettava un weekend in cui potevamo essere competitivi, ma non pensavamo così tanto. Oggi comunque sono riuscito a fare una serie di buoni giri ed era da un bel po’ che non mi capitava. Questa credo sia la mia migliore qualifica dell’anno, la migliore anche per il team. Cercheremo di fare un passo avanti domani, anche per tutti i tifosi che sono venuti qui per noi”.


Vettel vuole un doppio podio. “Questa è la mia prima volta a Monza con la Ferrari ed è davvero incredibile vedere quanta gente c’è sulle tribune con in mano delle bandiere rosse. Tutti le sventolano appena ti vedono passare. Domani, se riuscissimo a stare davanti a Lewis, coroneremmo un sogno. E sognare è concesso, anche se bisogna tenere i piedi per terra: la gara sarà dura, le Mercedes sono veloci e più volte lo hanno mostrato durante la stagione”. D.R. per quattroruote.it


CONDIVIDI
Articolo precedenteBentley Bentayga: pura potenza avvolta in forme eleganti e generose
Articolo successivoAlex Rins da Valerisport

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here