Il cruciale referendum della Grecia, che ha tenuto sospesa l’Europa in queste ultime ore, si chiude con la vittoria dei ‘no’, 61,3% contro 38,7%.
Il premier greco Alexis Tsipras non nasconde la soddisfazione per la vittoria e annuncia: “Il ‘no’ non è una rottura con l’Unione Europea. Domani la Grecia andrà al tavolo negoziale con l’obiettivo di riportare alla normalità il sistema delle banche. Vogliamo continuare le trattative con un programma reale di riforme, ma con giustizia sociale“.

Meno fiduciosi i premier europei, tra cui la cancelliera tedesca Merkel, che ritiene “difficilmente immaginabili” delle nuove negoziazioni con la Grecia.

Tsipras ha convocato per stasera una riunione di emergenza per fare il punto della situazione sul sistema bancario e le esigenze di liquidità per le banche greche.
Intanto c’è stato un incontro tra il ministro delle Finanze Varoufakis ed i rappresentanti del sistema bancario greco per verificare se la chiusura delle banche, che termina domani sera, sarà prolungata e per quanti giorni.


 


CONDIVIDI
Articolo precedenteLa Direttiva 2013/34/EU ed il suo recepimento nella legislazione italiana (Bozza di Decreto Legislativo n. 171). Proposte di modifica al Decreto Legislativo n.127/1991
Articolo successivoAssegni famigliari: Anf, Af ed Anf famiglie numerose

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here