E’ completa bagarre sulla sentenza della Corte costituzionale che ha dichiarato illegittima la mancata indicizzazione delle pensioni che, per effetto della legge Fornero, si sono viste bloccare la rivalutazione degli assegni negli anni 2012 e 2013.

Nei giorni scorsi, dopo la diffusione della notizia sulla decisione della Consulta, analisi e stime del costo per lo Stato si sono sprecate. Ancora non c’è un conteggio ufficiale, ma si parla di non meno di 10 miliardi di dollari, un esborso che potrebbe addirittura portare all’aumento delle aliquote Iva, per effetto della clausola di salvaguardia.

Insomma, il governo è in allarme rosso anche se per il momento non è stata presa alcuna posizione ufficiale. In realtà, però, ieri qualche voce dal sen fuggita è trapelata, in particolare quella del sottosegretario all’Economia Zanetti, il quale ha candidamente ammesso che le casse pubbliche non sarebbero tenute a rimborsare tutti i pensionati coinvolti nella sentenza della Consulta.


QUI IL TESTO

“E’ impensabile – ha affermato l’esponente dell’esecutivo –  che si restituiscano soldi ai pensionati che prendono 3500 o 4000 euro al mese. Sarebbe immorale, un’ingiustizia spaventosa e il governo deve dirlo forte”.

Parole molto forti, in presenza della convinzione, emersa sempre nelle ultime ore, che non tutti i pensionati interessati potrebbero permettersi di pagare il ricorso al solo fine di ottenere dai 1000 ai 1500 euro come conguaglio per le mensilità ridotte degli anni scorsi.

Ora, però, arriva la secca smentita della Corte, la quale ha fato sapere che le pronunce derivanti dalla Consulta acquistano immediata efficacia dal giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta ufficiale, senza che ai cittadini sia richiesto di appellarsi per ottenere il riconoscimento del diritto ristabilito.

Ovviamente, è possibile velocizzare il processo di rimborso ricorrendo a un avvocato, ma a pura discrezione del cittadino, il quale, presto o tardi, dovrebbe comunque accedere al rimborso definito nella sentenza della Corte.

Le sentenze della Corte, insomma, sono da ritenersi di applicazione immediata: il governo è obbligato a restituire quanto trattenuto dalle pensioni per effetto della legge Fornero dal 2012.

Di quanto saranno i rimborsi?

Secondo le prime valutazioni elaborate dalla Uil, una pensione che nel 2011 arrivava a 1500 euro lordi – tre volte il minimo – dovrebbe ottenere una rivalutazione pari a 85 euro al mese, per un totale di 2540 euro per i due anni mancanti e gli effetti conseguenti sul 2014.

 

Vai allo speciale pensioni


CONDIVIDI
Articolo precedenteGli interessi di mora scendono dal 5,14% al 4,88%
Articolo successivoJobs Act, in vigore la nuova indennità per i disoccupati. Come si chiede

18 COMMENTI

  1. Buongiorno, mio marito di 45anni ha ottenuto una pensione di inabilita lavorativa fino al 2014 l importo della pensione era di 800 euro, dal 2015 è di 600. Non riusciamo più af andare avanti. Cosa è cambiato? Sapevamo che il conteggio era in base ai contributi versati. Fate quello che vi pare con i nostri soldi e a noi ci rovinate la vita più di quanto già non sia rovinata. C’è speranza di ritornare al vecchio importo?

  2. SALVE IO PRENDO 1900 EURO L’ANNO MA NON HO RICEVUTO IL RIMBORSO INPS PERCHE’?NON SI PARLAVA DI ALCUNE CATEGORIE
    GRAZIE PER LA RISPOSTA

  3. Mia mamma prende una pensione di reversibilità di Euro 1.172,00 vorrei sapere se le spetta il rimborso e se si quanto. Grazie

  4. MIO PADRE ERA INSEGNANTE PERCEPIVA UNA PENSIONE DI CIRCA 1800 AL MESE E’ MORTO A GIUGNO 204 E MIA MADRE GODE DELLA PENSIONE DI REVERSIBILITA’ DI 1117 EURO HA DIRITTO AL RIMBORSO RENZI COSA DEVE FARE? OGGI 1° AGOSTO NON HA AVUTO NESSUN AUMENTO E’ GIUSTO COSI’

  5. volevo sapere mia mamma prende una pensione di reversibilita’ di euro 840 netti le aspetta il bonus grazie

  6. ma quando il governo blocca la rivalutazione delle pensioni e la restituzione del maltolto oltre i 2200 euro lordi/mesi, lo sa che il 40% di quella somma va in tasse, dirette o indirette(prima di tutto in IVA)? e poi perchè non retribuisce pensionati e dipendenti con una piccola quota in bot con rendita minima garantita? Sarebbe sempre una pillola amara, ma più digeribile.
    fau

  7. buongiorno : quello che ho capito io e penso sia esatto e’ questo :

    da euro 1463 euro a 1700 – tot. euro 750 di una tantum

    da euro 1701 euro a 2200 – tot.450 di una tantum

    da euro 2201 a euro 2700 – tot, 278 di una tantum

    il trucco quando parlano non si sente e neppure si percepisce

    pertanto a chiunque prenda meno di euro 1463 non spetta nulla ma perchè di fatto gli aumenti istat sono stati dati (vedere vostre pensioni)
    come a chi prende da 2701 euro in poi non prendono nulla
    preciso pero’ che dalle fasce dei 1463 euro in poi era stato bloccato aumento istat
    pertanto i fregati sono quelli a cui hanno bloccato questi aumenti di istat e danno un cavolo , per non parlare dei 2701 in poi persi tutti
    non appartengo a questo gruppo non sono ancora pensionata , ma ho verificato per aiutare persone che desideravano capire

    se qualcuno sa piu’ di me , mi informi e la ringrazio anticipatamente

    lady

  8. Salve vorrei sapere per mio papà prende 450 euro di pensione civile .li spetta la rivalutazione e di quanto all’incirca . Grazie

  9. io percepisco 460euro di reversibilita’,mai aggiornata,beh forse con un aumento credo di 8 euro negli ultimi 5 o 6 anni,spero e mi auguro che a me e quelli come me un rimborso ci sia.

  10. Vorrei sapere se mi spetta qualcosa di rimborso,dalla morte di mio marito con la reversibilità di 900 euro +la mia pensione che da 450 euro notare che io sono andata in pensione nel 2006 hanno calcolato i miei contributi di circa 30 anni lavorativi facendo poi il cumulo con la pensione di inabilità di mio marito conclusione mi hanno dato 450 euro al mese.Mancando mio marito credevo che la mia pensione non veniva toccata e invece hanno fatto di nuovo il cumulo totale in euro 1250 che sarebbero 900 di reversibilità +350 della mia si nota bene che la mia e stata di nuovo diminuita come mai tutto questo,io ho ancora un mutuo da pagare tolto quello mi rimane ben poco mettiamo le bollette,adesso ci sarà la tassa rifuti l’imu e compagnia bella ho una situazione famigliare critica devo provvedere ai miei nipoti e mia nuora perchè mio figlio la lasciata dal 2006,ho dovuto chiedere il quinto della pensione per far fronte alle spese si può andare avanti in questo modo grazie buona giornata….

  11. si, volevo sapere anche io se è necessario presentare una domanda scritta per poter percepire il rimborso
    grazie

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here