Home Civile Divorzio breve, testo verso la Gazzetta Ufficiale: in vigore a maggio

Divorzio breve, testo verso la Gazzetta Ufficiale: in vigore a maggio

Divorzio breve, ora si attende solo l’entrata in vigore. Approvata la settimana scorsa con un plebiscito a Montecitorio, la nuova legge si appresta a uscire in Gazzetta ufficiale, ultimo passaggio prima di diventare effettiva.

Manca solo la firma del presidente della Repubblica Sergio Mattarella al testo che è stato licenziato nei giorni scorsi dal Parlamento, per l’uscita nella raccolta delle leggi ufficialmente in vigore sullo Stato italiano. E le indiscrezioni più fresche parlano di uno sbarco, quello del divorzio breve in Gazzetta ufficiale, ormai pronto, forse da attendersi a ore.

Come al solito, in questi casi, di comunicazioni di carattere istituzionale neanche l’ombra, dal momento che il testo è stato approvato in sede parlamentare, spetta al Capo dello Stato prendersi il tempo necessario alla firma, esame e promulgazione. Ma quello che è certo è che il ritardo, se così si può definire, non dipende da eventuali incertezze o chiarimenti chiesti da Mattarella sul provvedimento, tanto che la stessa Rosanna Filippin, senatrice del Pd e relatrice del testo nel passaggio a palazzo Madama, ha confermato via Twitter che la pubblicazione sembra proprio imminente.

Una volta che il testo avrà trovato spazio nella pubblicazione della GU, si dovranno attendere i canonici quindici giorni per l’effettività della norma: così, insomma, è lecito attendersi il divorzio breve pienamente in funzione entro metà maggio.

Una legge a lungo attesa

Il disegno di legge sul divorzio breve è stato approvato definitivamente dalla Camera dei deputati lo scorso mercoledì 22 aprile 2015, grazie al voto favorevole di 398 eletti, contro 28 no e solo 6 astenuti.

Il testo approvato, e ora pronto a uscire in Gazzetta, è frutto di una mediazione avvenuta proprio nel corso del passaggio in Senato tra le varie anime della maggioranza, e che ha portato, quindi, all’allargamento anche a frange delle opposizioni che si sono dichiarate favorevoli sulla nuova disciplina del divorzio.

Attualmente, sono ancora in vigore i 3 anni minimi per chiudere gli effetti del matrimonio civile, ma, non appena il testo della nuova legge sarà in vigore, il termine si abbasserà radicalmente a soli 6 mesi, se l’addio è consensuale, o a 12 se si finisce in giudizio.

Comunione dei beni. L’accordo sulla potestà comune dei possedimenti viene sciolto non appena il giudice dà l’ok agli ormai ex coniugi a vivere separatamente, oppure nell’atto stesso di firma della separazione consensuale.

La nuova legge, è bene ribadirlo, si applicherà anche alle cause già in corso.

VAI AL TESTO DEFINITIVO DEL DIVORZIO BREVE

 

Trattato della separazione e divorzio

Trattato della separazione e divorzio

A cura di Michele Angelo Lupoi, 2015, Maggioli Editore

La presente opera, aggiornata con la negoziazione assistita, viene suddivisa in tre tomi e affronta in modo pragmatico le tematiche coinvolte nell’ambito della separazione e del divorzio. Nel primo tomo viene esposta con commento dettagliato la disciplina sostanziale. Nel secondo tomo si...





© RIPRODUZIONE RISERVATA


7 COMMENTI

  1. io sono separato dal 1995 due avv non sono riusciti per il divorzio ma per le spese tutto ok in tutto 18795 euro senza divorzio e la mia ex si e presa casa e mobili grazie alla legge italiana

  2. Chi ha figli minori che succede? Nn si capisce nulla. questa legge e x i giovani sposi? E quelli di 20 che devono fare? E facile parlare ma fare e spiegare e difficile a quanto pare.

  3. DIVORZIO BREVE : NON SEMBRA!!!!! ” 6 MESI – ASSENZA DI FIGLI – NO BENI MOBILI E IMMOBILI ”
    -espletate le procedure di SEPARAZIONE CONSENSUALE davanti all’Ufficiale dello Stato Civile, con il doppio passaggio (30gg) alla scadenza dei ” 6 mesi ” BISOGNA ripercorrere l’iter ” dell’ulteriore passaggio davanti allo stesso UFFICIALE DELLO STATO CIVILE, per la procedura di DIVORZIO CONSENSUALE….
    IL TEMPO, palesemente, SI ALLUNGA …..I ” 6 ” MESI NON BASTANO per poter ricominciare una NUOVA VITA….! L’IMPOSIZIONE … “ CONTINUA “……!
    i MENZIONATI 6 mesi ??????… SPARITI… nei meandri della Legge…! CHIARIMENTI… NECESSARI !!!!
    SEMBRA UNA AUTENTICA “ BUFALA “ …..6 MESI….? NON E’ DATO A SAPERE “ QUANTI “ !!!!!!
    INFATTI : duplice passaggio dinanzi all’Ufficiale dello Stato Civile per LA SEPARAZIONE CONSENSUALE !!!
    Nuovo RIPASSAGGIO , PER IL DIVORZIO “ CONSENSUALE” , dinanzi allo STESSO UFFICIALE DELLO STATO CIVILE ( i tempi previsti : NON VENGONO RESI NOTI !!! ) OVVIAMENTE SI ALLUNGANO
    “ quali 6 mesi ? “…. “ classica BUFALA..!!!!!!! “
    In “ teoria “ una volta fatta propria LA SEPARAZIONE CONSENSUALE…(ripeto “in teoria”) va da se’ che il DIVORZIO dovrebbe avere il medesimo risultato…..quello che non appare chiaro per nulla, sono I TEMPI !!!! del divorzio…….altri 6 mesi ????? oppure “ 1 o 2 o 3 o 4 o 5.”
    “ vale a dire 6 + 6 parafrasando 12 (un anno) si ricade nel ridicolo “ IMPOSTO !!!!! solita BUFALA….!
    E PENSARE CHE STA’ SCRITTO E LEGIFERATO “ 6 (SEI) MESI !!! e la matematica ?
    NE CONVIENE : PER LA SEPARAZIONE ( 6 mesi )
    +
    ( ….. ) PER IL DIVORZIO
    LA CONSENSUALITA’…….. DOV’E’ ANDATA A FINIRE ….?????

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome