Un Convegno giuridico è stato programmato per il 16 novembre prossimo, alle ore 09.30,  presso la Sala Barbero del Castello degli Acaja di Fossano (CN), dal titolo: “La legislazione italiana ed il patrimonio araldico cavalleresco di Casa Savoia”.

Questo Convegno, dai tratti giuridici e scientifici in materia di diritto cavalleresco, nobiliare e costituzionale, vede la sua realizzazione grazie all’impegno di un Comitato organizzativo formato dal Prof. Beppe Ghisolfi, Presidente C.R.F. e Vicepresidente A.B.I, che ne cura la Presidenza, dal conte Carlo Buffa di Perrero, Delegato per il Piemonte e Valle d’Aosta degli Ordini Dinastici di Casa Savoia, dal Delegato Provinciale di Cuneo per l’Associazione Nazionale Insigniti Onorificenze Cavalleresche Cav. Clemente Malvino, dal Delegato Provinciale per Cuneo delle Guardie d’Onore alla RR. TT al Pantheon, Cav. Uff. Pietro Bruno e dallo Studio Legale Bimbato & Partners, rappresentato dall’Avv. Aldo Bimbato, che cura la direzione, l’implementazione delle diverse componenti e la competenza giuridica.

locandinaAraldi

La Delegazione Intercomunale di Fossano dell’A.N.I.O.C. con il proprio segretario il Cav. Uff. Giuseppe Vetrano, collaborano alla realizzazione coreografica e logistica unitamente ai sigg. Fabrizio Bava e Mario Saettone.

Con riserva di ulteriori interventi, l’attuale parterre dei relatori, è così costituto: Prof. Emanuele Stefano Monti Bragadin dell’Università di Genova, Facoltà di Scienze Politiche, Prof. Claudio Cardellini dell’Università di Torino, Dott. Tomaso Giuseppe Cravarezza e Dott. Marco Di Bartolo, esperti in Diritto nobiliare, araldico e genealogico, nonché Avv. Aldo Bimbato, esperto in Diritto nobiliare, araldico e genealogico e Diritto internazionale pubblico e privato.

Interverrà l’On. Avv. Enrico Costa, Sottosegretario al Ministero di Giustizia ed altre Autorità Regionali, Provinciali e Comunali.

Le linee argomentative generali sono quelle pertinenti la situazione giuridico legislativa attuale del patrimonio araldico cavalleresco di Casa Savoia e quindi degli Ordini cavallereschi della Santissima Annunziata, dei Santi Maurizio e Lazzaro e dell’Ordine Civile di Savoia, in rapporto alla legge 178/51, che ha regolato e tuttora regola, l’ambito giuridico cavalleresco di tutti gli Ordini cavallereschi in Italia, ed all’abrogazione della prima parte della XIII Disposizione transitoria della Costituzione Italiana avvenuta nel 2002.

Il Prof. Claudio Cardellini effettuerà un intervento particolare sulle decorazioni dell’Istituto delle Guardie d’Onore al Pantheon, retaggio residuale di Casa Savoia dal 1878 in poi, rispetto alla legislazione istitutiva del precedente regime istituzionale e quella attuale repubblicana.

Nell’occasione si potranno osservare le regie Patenti del 27 dicembre 1816, che contengono “Le leggi e gli Statuti della Sacra Religione ed ordine Militare de Santi Maurizio e Lazzaro” e le Regie Patenti del 29 ottobre 1831 con cui re Carlo Alberto istituì l’Ordine Civile di Savoia, alcune parure di decorazioni cavalleresche del XIX e XX secolo e uniformi militari dello stesso periodo con le relative decorazioni.

Membri delle Delegazioni degli Ordini Sabaudi, delle Guardie d’Onore alle RR TT al Pantheon e dell’Associazione Nazionale Insigniti Onorificenze Cavalleresche delle provincie del Piemonte e della Liguria saranno presenti al Convegno

La Regione Piemonte ha concesso all’evento il suo Alto Patrocino, così pure la Provincia di Cuneo ed il Comune di Fossano.

Un “vin dhonneur”, grazie allo sponsor dell’evento, la Cassa di Risparmio di Fossano, sarà offerto al termine del Convegno.


CONDIVIDI
Articolo precedenteIl cittadino come risorsa e partner della pubblica amministrazione
Articolo successivoQuota 96, si attende l’emendamento in legge di stabilità 2015

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here