Si sono concluse lo scorso lunedì 13 ottobre le prime elezioni della seconda vita delle Province. Dopo l’approvazione della riforma che porta il nome del sottosegretario alla presidenza del Consiglio Graziano Delrio.

Iniziate alla fine di settembre, hanno chiamato alle urne non già il corpo elettorale, ma sindaci e consiglieri comunali, che hanno scelto, tra i primi cittadini coinvolti, il nuovo presidente e tra i vari eletti nei consigli locali, i rappresentanti in assise provinciale.

In pratica, si è trattato di un’elezione di secondo grado, a cui la classe politica ha dimostrato di tenere molto, come si è potuto constatare dalle alte percentuali di affluenza nelle giornate in cui si sono tenuti gli scrutini.

Da una parte, c’è chi ha salutato questa innovazione come l’inizio del cammino di abolizione delle province e di semplificazione istituzionale, mentre dall’altra, non si è mancato di sottolineare come, al momento, nessun reale risparmio sarebbe stato assicurato dalla riforma. Anzi, il coinvolgimento dei partiti in primissima linea, denota un’attenzione particolare del mondo politico, che sentirebbe di avere le mani più libere su alcune funzioni cardine ancora a capo delle province, come le autorizzazioni ambientali per eventuali strutture o macchinari, o gli appalti per la manutenzione di scuole e strade.

Ecco l’elenco completo dei presidenti eletti

PIEMONTE
TORINO Città Metropolitana, Piero Fassino (Sindaco di Torino); ALESSANDRIA Rita Rossa (Sindaco Alessandria); ASTI Fabrizio Brignolo (Sindaco Asti); BIELLA Emanuele Ramella Pralungo (Sindaco Occhieppo); CUNEO Federico Borgna (Sindaco Cuneo); NOVARA Matteo Besozzi (Sindaco Castelletto Ticino); VERBANO C.O. Stefano Costa (Sindaco Baceno).
LOMBARDIA
MILANO Città metropolitane, Giuliano Pisapia (Sindaco di Milano); BERGAMO Matteo Rossi (Consigliere Provinciale); BRESCIA Pierluigi Mottinelli (Consigliere Provinciale); COMO Maria Rita Livio (Sindaco di Olgiate Comasco); CREMONA Carlo Vezzini (Sindaco Sesto); LECCO Flavio Polano (Sindaco Malgrate); LODI Mauro Soldati (Consigliere Provinciale); MONZA-BRIANZA Gigi Ponti (Sindaco Cesano Maderno); SONDRIO Luca Della Bitta (Sindaco Chiavenna); VARESEGunnar Vincenzi (Sindaco Cantello).
VENETO
BELLUNO Daniela Larese Filon (Sindaco Auronzo);PADOVA Enoch Soranzo (Sindaco Selvazzano);ROVIGO Marco Trombini Sindaco Ceneselli; VERONA Antonio Pastorello (Sindaco Roveredo);VICENZA Achille Variati (Sindaco Vicenza).
LIGURIA
GENOVA Città metropolitana, Marco Doria (Sindaco di Genova)  LA SPEZIA Massimo Federici (Sindaco La Spezia); SAVONA Monica Giuliano (Sindaco Vado Ligure)
EMILIA ROMAGNA
BOLOGNA, Città metropolitana, Virginio Merola (Sindaco di Boilogna); FERRARA Tiziano Tagliani (Sindaco Ferrara); FORLI’-CESENA Davide Drei (Sindaco Forl); MODENA Gian Carlo Muzzarelli (Sindaco Modena); PARMA Filippo Fritelli (Sindaco Salsomaggiore Terme); PIACENZA Francesco Rolleri (Sindaco Vigolzone); REGGIO-EMILIA Giammaria Manghi (Sindaco Poviglio); RIMINI Andrea Gnassi (Sindaco Rimini).
TOSCANA
FIRENZE, Città Metropolitana, Dario Nardella (Sindaco di Firenze); AREZZO Roberto Vasai (Presidente Provincia uscente): GROSSETO Emilio Bonifazi (Sindaco Grosseto); LIVORNOAlessandro Franchi (Sindaco Rosignano Marittimo); MASSA CARRARA Narciso Buffoni(Sindaco Montignoso); PISA Marco Filippeschi (Sindaco Pisa); PISTOIA Federica Fratoni (Presidente Provincia uscente); PRATO Matteo Biffoni (Sindaco Prato); SIENA Fabrizio Nepi (Sindaco Castelnuovo Berardenga).
UMBRIA
PERUGIA Nando Mismetti (Sindaco Foligno); TERNI Leopoldo Di Girolamo (Sindaco Terni)
MARCHE
ANCONA Liana Serrani (Sindaco Montemarciano); ASCOLI PICENO Paolo D’Erasmo (Consigliere Provinciale); FERMO Fabrizio Cesetti (Presidente Provincia uscente); PESARO Daniele Taglioni (Sindaco Peglio)
LAZIO
ROMA, Città metropolitana, Ignazio Marino (Sindaco di Roma); FROSINONE Antonio Pompeo (Sindaco Ferentino); LATINA Eleonora Della Penna (Sindaco di Cisterna di Latina); RIETI Giuseppe Rinaldi (Consigliere provinciale)
ABRUZZO
CHIETI Mario Pupillo (Sindaco di Lanciano); PESCARA Antonio di Marco (Sindaco di Abbateggio);TERAMO Renzo Di Sabatino (Consigliere Provinciale).
MOLISE
ISERNIA Luigi Brasiello (Sindaco Isernia).
CAMPANIA
NAPOLI, Città Metropolitana, Tommaso Sodano (Sindaco f.f. di Napoli); AVELLINO Domenico Gambacorta (Sindaco Ariano Irpino); BENEVENTO Claudio Ricci (Sindaco Benevento); SALERNOGiuseppe Canfora (Sindaco di Sarno).
PUGLIA
BARI, Città Metropolitana, Antonio Decaro (Sindaco di Bari); BARLETTA-A.-T. Francesco Spina (Sindaco Bisceglie); BRINDISI Maurizio Bruno (Sindaco di Francavilla Fontana); FOGGIAFrancesco Niglio (Sindaco San Severo);LECCE Antonio Gabellone (Presidente Provincia uscente);TARANTO Martino Tamburrano (Sindaco di Massafra).
BASILICATA
MATERA Francesco De Giacomo (Sindaco di Grottole); POTENZA Nicola Valuzzi (Sindaco Castel Mezzano)
CALABRIA
CATANZARO Enzo Bruno (Consiglierie provinciale); COSENZA Mario Occhiuto (Sindaco Cosenza);CROTONE Peppino Vallone (Sindaco Crotone); VIBO VALENTIA Andrea Niglia (Sindaco Briatico).

3 COMMENTI

  1. Come non detto, il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso presentato in via d’urgenza dalla Regione Friuli Venezia Giulia contro la sospensione delle cosiddette elezioni di secondo grado. Ovviamente rimangono aperti i dubbi di costituzionalità sulla legge che però verranno valutati dalla suprema corte solo una volta che sarà passata la riforma costituzionale vera e propria che cancella le province.
    Decisione politica?

  2. L’ASSALTO DEI REPLICANTI ALLE POLTRONE PROVINCIALI
    Questi signori (in senso figurato) con doppio o triplo incarico li faremo tutti decadere… col cubo in terra. deughis

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here