Legge elettorale, Beppe Grillo apre ufficialmente a Matteo Renzi, mettendo sul tavolo una nuova proposta elaborata dagli iscritti al MoVimento 5 Stelle negli ultimi mesi, che porta già il nome di “Democratellum”.

Colpo di scena, dunque, dopo le elezioni europee: evidentemente il risultato al do sotto delle attese deve aver convinto Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio della necessità di cambiare strategia nei confronti del governo Renzi, più forte che mai dopo il 40,8% raccolto dal Partito democratico alle elezioni continentali.

A confermare la svolta nella linea del MoVimento 5 Stelle, anche il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio, che ha sottolineato: “Speravamo di provocare una crisi di governo. Così non è stato e ora vogliamo uscire dal limbo. Ora abbiamo una responsabilità, di intervenire nel dibattito sulla legge elettorale.”

L’invito è stato raccolto dal presidente del Consiglio, che ha valutato l’apertura dei grillini come una nota positiva. Ma cosa prevede la proposta avanzata dal MoVimento 5 Stelle sulla legge elettorale?

A stilare la forma definitiva sono stati sia gli attivisti del partito di Beppe Grillo, sia i docenti ed esperti che hanno affiancato il lavoro di preparazione della proposta, che va ad affiancare l’accordo tra Renzi e Berlusconi sull’Italicum, finora approvato solo dalla Camera dei deputati.

 

Ecco i punti principali della legge elettorale M5S:

Camera e Senato hanno lo stesso sistema elettivo. Le circoscrizioni del Senato sono però regionali

42 circoscrizioni di media grandezza. Le più grandi suddivise in collegi plurinominali da 9 a 13 seggi

2 schede elettorali, una per votare la lista e l’altra per la preferenza

possibilità di esprimere una preferenza negativa, tracciando una riga sul nome del candidato sgradito. Così, la lista ottiene la penalizzazione di un decimo di voto

soglia di sbarramento al 5% nelle 33 circoscrizioni maggiori, inferiore nelle restanti

Qui il testo completo della proposta di legge elettorale del MoVimento 5 Stelle

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


1 COMMENTO

  1. Anche la proposta di legge elettorale M5S è ERRATA in quanto NON è proporzionale !
    E contiene il FALSO metodo proporzionale del così detto: “metodo dei maggiori resti”.

    · A proposito della “nuova” legge elettorale….. Di male in peggio ….. L’ ”Italicum” è una TRUFFA e una RAPINA elettorale di Seggi di rappresentanza, ovvero di DEMOCRAZIA . In quanto mantiene il MECCANISMO MATEMATICO ERRATO e DEMENZIALE, consistente nel paragonare equiparando i numeri interi a quelli decimali. Per loro 1 è uguale a 0,56, attribuiscono un seggio elettorale a ciascuno dei due numeri, vedi la Gazzetta Ufficiale n. 207 sup. n. 150 del 05.09.1998 , questo meccanismo è anche alla base del ”Porcellum“ ed è sconosciuto a quasi tutti, proprio perché anche loro stessi se non ne capiscono l’ aberrante matematico da deficienti lo credono giusto, ma peggio invece se lo capiscono e per interesse illecito lo omettono sono colpevoli a tutti gli effetti, io l’ ho scoperto e denunciato sin dal 1998, ben oltre otto anni prima che lo inserissero nella legge elettorale 270/2005, dato che c’ era già, loro i nostri Sgovernanti con i loro complici NON l’ hanno inventato, l’ hanno solo copiato per illecito interesse !. NON è proporzionale, nonostante lo abbiano falsamente Spacciato per proporzionale, anche l’”Italicum” così come il “Porcellum” attribuisce molti seggi a coloro che NON gli spettano togliendoli invece a coloro che ne avrebbero diritto con un Vero e Giusto metodo proporzionale, e in oltre peggiora le parti conosciute quelle delle così dette ”soglie di sbarramento” che con il ”premio di maggioranza” non sono altro che forme di “maggioritario” incostituzionale, travestito da proporzionale e in modo surrettizio lo si spaccia per proporzionale. Guardate e DIVULGATE le mie scoperte che spiego negli scritti e video pubblicati anche sul sito web, basta scrivere su Google: Perindani . Guardate e FIRMATE in merito le mie petizioni e anche quella su Avaaz per : UNA legge elettorale giusta: Il metodo Perindani del calcolo proporzionale.
    ( Essendo il mio metodo, con il merito personale di averli identificati, il quarto in ordine cronologico dei seguenti quattro metodi proporzionali UNICI, VERI e GIUSTI al mondo: il 1°è di D’ Hondt, il 2°è di Dietz, il 3°è di Hagenbach-Bischoff, il 4°è di Perindani. Questi metodi sono differenti nelle operazioni fatte ma identici nei risultati ottenuti e per tanto si convalidano squalificando invece TUTTI gli altri metodi elettorali, creduti falsamente validi, ma che confrontati risultano invece matematicamente sbagliati ). …..
    Contattatemi. Ciao da Edgardo v

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome