Il Senato ha approvato nella notte il maxiemendamento alla legge di stabilità 2014 con 171 voti a favore e 135 contrari. L’ok dell’aula è arrivato al termine di una seduta fiume, protrattasi fino a tarda ora per il già fissato appuntamento di oggi con il voto sulla decadenza di Berlusconi.

Dopo una discussione estenuante sui contenuti della legge in commissione Bilancio, è intervenuto direttamente il governo a bloccare l’impasse nella discussione preliminare, portando in aula un maxiemendamento che contiene molti dei rilievi emersi nel corso dell’esame preliminare.

Dunque, la legge di stabilità è stata riscritta da cima a fondo per mezzo di questa unica proposta di modifica al testo approvato dal governo lo scorso 15 ottobre: ora, insomma, la legge di stabilità 2014 è completamente rinnovata.


Tra le modifiche introdotte nelle ultime ore, spazio al reddito minimo garantito, con l’introduzione della Nuova carta acquisti per le famiglie in stato di difficoltà economica, con il fondo di 400 euro a nucleo che viene rimpolpato con 40 milioni all’anno fino al 2016. Partendo da questi presupposti, poi, si potrà originare il sostengo all’inclusione attiva, sia in termini di sostengo economico che di presa in carico e di aiuto nei confronti dei minori.

Altra novità importante, come emerso già ieri, è l’introduzione dell’imposta unica comunale – abbreviata in Iuc – che va a sostituire Imu e Trise, recuperando, però, un pezzo di entrambe: per le abitazioni non principali, infatti, resterà in vigore la tassa già esistente, mentre, per tutti gli immobili, ci sarà una componente di Tasi, il tributo sui servizi indivisibili, che comunque consentirà alle famiglie di accedere a corpose detrazioni.

Vai al testo del maxiemendamento alla legge di stabilità 2014


CONDIVIDI
Articolo precedenteTutela della proprietà e della cosa comune: quando si configura il litisconsorzio necessario?
Articolo successivoLegge di stabilità 2014, dal Trise a Iuc: cosa cambia con il maxiemendamento

4 COMMENTI

  1. Mi chiedo : a quelle coppie che hanno una moglie a carico, e sopravvivono con una misera pensione di appena Euro 421/mese,che non hanno avuto la fortuna di avere trovato un lavoro duraturo per poter aver versato tutti i contributi,ma soli per 14 anni,cosa li regaliamo per l’ultimo dell’anno ,una pillola di cianuro,,,? Quando il Siug. Damato percepisce oltre Euro 40.000/mese…? o Il Presidente dell’INPS che incassa una pensioe di Euro 1.250.000/ anno.
    Nei paesi più civili del nostro (che non è difficile trovarli),ogni cittadino indipendentemente se abbia lavorato o no.se non ha versato neanche un contributo pensionistico,ricevono dallo Stato Euro 1200-1500/mese, e lo sapete perchè,perchè i loro Parlamentari non rubano,come quelli italiani.
    Vorrei che qualcuno mi rispondesse.

  2. 27 dicembre 2013

    acquisterò la prima casa nei primi mesi del 2014 vorrei sapere se è possibile avere il beneficio del iva al 4% sull’acquisto del condizionatore e dell’antifurto ed avere la detrazione al 50% per i prossimi 10 anni

  3. Volevo sottoporle un quesito:

    Lavori di ristrutturazione nel 2013 con relativo pagamento
    ordine mobili con relativa fattura di acconto 2013
    saldo ordine mobili 2014.

    Avro diritto alle agevolazioni nella fattura del 2014?

    Grazie per la disponibilità

    Francesco FOGGIA

  4. vorrei sapere se sia stato approvato emendamento concernente il rifinanziamento degli indennizzi previsti dalla legge 210/92 e ss. mm. ed ii e la rivalutazione dell’ indennità integrativa speciale

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here