Ieri sera nel corso della puntata settimanale di Ballarò, è andato in onda un video dove si sente la voce del presidente del Consiglio Enrico Letta prendere le difese, a porte chiuse, del ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri a poche ore dalla mozione di sfiducia prevista in aula alla Camera per questa mattina.

Il premier, nel video “rubato”, presumibilmente girato con un telefonino da qualche partecipante all’incontro informale, è stato mandato alla trasmissione di Giovanni Floris che lo ha trasmesso nel corso  dell’approfondimento sul tema del Guardasigilli, sulla graticola per le telefonate con la famiglia Ligresti a seguito dell’arresto dei suoi principali componenti.

“Il voto di sfiducia alla Cancellieri è un voto di sfiducia contro il governo”, così il presidente del Consiglio liquida, in poche parole, le pressioni provenienti dal suo stesso partito per ottenere le dimissioni della Cancellieri.


Negli ultimi giorni, infatti, i vari candidati alle primarie Pd del prossimo 8 dicembre si erano schierati su una posizione ostile al ministro, in primis Matteo Renzi, che aveva ribadito la sua posizione favorevole alle dimissioni, così come Pippo Civati, che aveva addirittura inseguito i 5 Stelle con la presentazione di un’ulteriore mozione. Non era stato da meno Gianni Cuperlo, anche se più velatamente, quando aveva consigliato al governo di valutare l’addio preventivo alla discussione in aula da parte del ministro.

“E’ in atto una campagna molto aggressiva che il MoVimento 5 Stelle sta facendo nei confronti del governo e della maggioranza”: è questa, a parere di Letta, la ragione dell’impeto con cui viene invocato da più parti l’addio al governo della Cancellieri.

 

Guarda il video segreto girato a Enrico Letta sul caso Cancellieri

 

<iframe width=”560″ height=”315″ src=”//www.youtube.com/embed/wMEGM_MdeDs” frameborder=”0″ allowfullscreen></iframe>


CONDIVIDI
Articolo precedenteTar Basilicata: sì all’accesso dei cani nei pubblici parchi
Articolo successivoDiritto immediato di accesso agli atti e normale funzionamento degli uffici

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here