Mentre è in corso lo  scrutinio per l’elezione del sindaco in 67 Comuni italiani, tra cui 11 città capoluogo, i risultati delle elezioni amministrative si stanno sempre più consolidando ed un elemento, in particolare, sembra spiccare con univocità: la riaccensione del fronte democratico. A seguito del primo turno di votazione del 26 e 27 maggio scorso, nei Comuni delle regioni a statuto ordinario e della regione Sardegna si è infatti votato il turno di ballottaggio per l’elezione alla poltrona dei primi cittadini di 67 Comuni, di cui 11 capoluoghi di provincia: Ancona, Avellino, Barletta, Brescia, Iglesias, Imperia, Lodi, Roma, Siena, Treviso e Viterbo.

Il turno di ballottaggio nei 67 comuni ha coinvolto, stando ai dati riportati, un corpo elettorale di 4.485.637 elettori, di cui 2.128.464 maschi e 2.357.173 femmine. il netto calo di affluenza, registrato su base nazionale  alle 22 di ieri, riportava un 33,87% contro il 42,38% del primo turno. Da Barletta a Lodi i primi risultati sembrano tutti a favore dei candidati di centrosinistra.

Dalla città pugliese arrivano, infatti, i primi dati da 8 sezioni scrutinate su 97. Il candidato del Partito democratico Pasquale Cascella, ex portavoce del presidente Napolitano, è in vantaggio con il 60,27% contro il candidato del Pdl Giovanni Alfarano, fermo al 39,7%. Da Lodi, invece,  arrivano i primi dati da due sezioni scrutinate su 43. Il candidato del Pd Simone Uggetti è in vantaggio con il 53,69% contro la sfidante della Lega Nord Giuliana Cominetti, i cui voti si attestano al 46,31%.


Da Siena, poi, giungono i primi dati di 3 sezioni scrutinate su 50. Il candidato del Pd Bruno Valentini è al 56,8% e per il momento è in vantaggio sull’avversario della lista civica Eugenio Neri (43,2%). La vittoria, però, che sembra più grande è proprio quella romana. Persino in una nota diffusa dal Comitato Alemanno si dice: “Marino ha vinto. Mi pare evidente che abbia vinto Marino”. E’ quanto ha appena dichiarato il senatore del Pdl e coordinatore del comitato elettorale “Alemanno sindaco”, Andrea Augello, commentando i primi instant poll.

“I primi instant poll danno mio figlio al 60%? Non festeggio, come ha detto Zingaretti prima di essere eletto voglio aspettare fino all’ultimo voto per festeggiare”, ha così parlato del cospicuo vantaggio elettorale del secondo turno Valeria Mazzanti, mamma di Ignazio Marino, al programma di radio2 ‘Un giorno da pecora’.

Alla domanda: “Cosa cucinerebbe a suo figlio per festeggiare la vittoria?”: “Una bella pastasciutta e qualche piatto romano, come le costolette d’abbacchio. O anche una bella carbonara“, ha trionfato con ironia la signora.


CONDIVIDI
Articolo precedenteComunali: ecco i primi risultati dei ballottaggi. In testa Marino
Articolo successivoRisultati Comunali Treviso: Carroccio ko,Manildo guida il ballottaggio

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here