Per chi ha creduto che la Riforma Fornero sarebbe stato l’ultimo intervento correttivo del sistema pensionistico, stabilizzando i conti una volta per tutte grazie ad un inaspettato e doloroso innalzamento dell’età pensionabile, si prospetta una nuova, imprevista, novità. Il discorso di presentazione del programma di Governo annunciato ieri alla Camera dal neo Presidente del Consiglio, Enrico Letta, sembra infatti delineare i contorni di una manovra correttiva alla riforma vigente. Il neo premier non soltanto ha presentato “una soluzione strutturale” della questione-esodati, ma si è spinto oltre prefigurando la flessibilizzazione delle nuove soglie anagrafiche di pensionamento, iscrivendo entrambe le prospettive all’interno di un “radicale” disegno riformativo del sistema di welfare.

Sul problema concernente gli esodati, ossia quelle decine di migliaia di lavoratori che post-Riforma Fornero sono rimasti in un limbo tra il rischio di non avere più il lavoro e quello di non ottenere nemmeno la pensione, la proposta avanzata dal nuovo Governo pare convergere verso la soluzione della flessibilità, e in modo particolare sull’eventualità di un pensionamento anticipato. Enrico Letta ne ha annunciato “l’esigenza generale”, congetturando l’operazione come uno degli strumenti privilegiati “per evitare la formazione di bacini estesi di lavoratori anziani”, nei confronti dei quali, venendo messi alla porta dalle aziende, diventa “difficile la ricollocazione al lavoro”.

Letta apre dunque “a forme circoscritte di gradualizzazione del pensionamento, come l’accesso con 3-4 anni di anticipo al pensionamento con una penalizzazione proporzionale”. Attualmente la Riforma Fornero presume questa possibilità esclusivamente per quei soggetti che vanno in pensione di anzianità (occorrono 42 anni e 5 mesi per gli uomini e 41 anni e 5 mesi per le donne) prima di 62 anni. Il taglio dell’1%  dell’intero importo pensionistico scatta per ogni anno di anticipo, percentuale che cresce poi al 2% per ogni anno di anticipo che oltrepassa i due anni (nel caso una persona lasci il lavoro a 57 anni, ad esempio, il taglio è pari all’8%).

Meccanismi similari potrebbero quindi essere ora estesi agli altri requisiti? Per esempio quelli attinenti gli anni di contributi richiesti o viceversa il minimo per l’età di vecchiaia, oggi ferma a 66anni  e 3 mesi e 62 anni e 3 mesi per le donne del privato? L’inaugurazione di ulteriori finestre confinate al pensionamento anticipato, sia pure danneggiato, potrebbe risolvere da sola il problema di molti esodati. In Parlamento sono arrivate anche proposte normative più specifiche: una di esse riguarda il disegno presentato dal Pd, con primi firmatari Cesare Damiano e Maria Luisa Gnecchi, che punta ad allargare le maglie dei decreti interministeriali varati del precedente esecutivo Monti, ritenuti responsabili di aver già permesso a 140mila esodati di andare in pensione seguendo le previgenti direttive.

In questo modo si riserverebbe una risposta, certo di non poca importanza, ai potenziali esodati, il cui numero preciso nessuno sembra ancora sapere a quanto ammonti. Ai fini della procedura di salvaguardia dei 140mila sono tuttavia già stati stanziati ben 9 miliardi. Proprio ieri, poi, il parlamentare del Pdl Giuliano Cazzola ha ricordato in aula che la Ragioneria dello Stato aveva già precedentemente predisposto il blocco dell’ampliamento della platea, paventando una spesa aggiuntiva oscillante tra i 14 ed i 15 miliardi.


59 COMMENTI

  1. Io vorrei avere a bordo la signora fornero a 62 anni e pirtarla in giro in autobus x fargli capire come sono I miei riflessi e le mie capicita di guidare e vediamo se pensa ancora che x la nostra categoria si puo andare in pensione a 67 anni……forse x lei che non fa un cazzo …e lei che dovrebbe andare a 70 anni ma con 1000 euro al mese no …..

  2. NON HO COMMENTI LAVORO DA 33 ANNI E LA AZIENDA ACCESSATO NEL 2006 NON

    RIESCO A TROVARE UN LAVORO SERIO COME FACCIO A CONTRIBUIRE SE NON MI

    PAGANO COME SI DEVE HO VERSATO ALLO STATO 264000 EURO HO 56 ANNI

    LAVORO DA QUANDO AVEVO 15 ANNI, PERCHE? NON FANNO 264000 / 240 MESI =1100

    €URO AL MESE FATE LAVORARE I GIOVANI NON FATELI STANCARE PRIMA DEL

    TEMPO ABBASSATE LE TASSE LA FORNERO NON LA DIMENTICO CHE HANNO

    ROVINATO TUTTO SIAMO CARNE DA MACELLO FATE MORIRE PRIMA CHI DEVE

    ANDARE IN PENSIONE COSI FATE GODERE LA VITA AI GIOVANI POI DATE LE

    BASTONATE

  3. Mio figlio lavora da quando aveva 17 anni ora ne ha 42 ha un datore di lavoro che lo sfrutta e vorrebbe aprire una sua attività da gestire in internet, come può fare? che procedura deve seguire? deve specificare l’ attività? ci vuole un commercialista? se mi potete rispondere vi sarei grata

  4. Non è giusto che una donna che ha iniziato a lavorare a 15 anni e dopo 41 anni e 5 mesi di fabbrica a 57 anni può andare in pensione però con una penale del 7,71 %. Vorrei vedere vedere cosa farebbe la Fornero al posto suo.

  5. MI CHIAMO IMMACOLATA COME LA MADONNA IN PENSIONE NON ANDRO’ PERCHE HO GIA UN POSTO IN PARADISO MI RICORDO IL PIANTO DELLA FORNERO POI TUTTO E PASSATO. A INIZIATO HA PRENDERE CONFIDENZA E ALLORA CON IL GOVERNO MONTI SI E’ DATA DA FARE VORREI CAPIRE LEI SIGNORA FORNERO CON QUANTI ANNI VA IN PENSIONE

  6. PerHo 60 hanni ho chiuso la mia attivita a dicembre del2010 perche non ce la facevo piu ad andare avanti avevo aperto negl’anni 80 perche non cera lavoro.ero disoccupato edile e lavoravo da 14 anni .adesso vi spiego tutto il malessere dei nostri governanti.fino a qualche hanno fa sono andati in pensione con35 anni di contributi e. 56 anni di eta ,io mi sentivo un leone perche a 58 avevo 35 anni ma hanno cambiato. Le leggi adesso mi ritrovo senza niente. Hanno cambiato le leggi e hanno distrutto le persone vorrei far lavorare i nostri politici per 40 anni in mezzo alla strada ,sotto la pioggia freddo caldo e un lavoro usurante come tanta gente che essendo sfortunati come 2 miei fratelli deceduti 1 a 43 hanni e l’altro a 59 mi sapete spiegare a chi dobbiamo ascoltare dopo che una persona ha lavorato 35 anni sono gia troppo perche mio figlio cia 37 anni e nemmeno 3 anni di contributi.i miei fratelli non l’anno vista la pensione,in piu vi dico l’ultima ho perso un figlio che era un paracadutista della folgore in un incidente in itinere e sto lottando da 15 anni con lo stato per esserericonosciuto la causa di servizio .attutt’oggi, ci siamo distrutti la vita e siamo dovuti emigrare all’estero perche in italia ci dovevamo ammazzare .Qui siamo come gli exstracomunitari e facendo parte della comunita e uropea ci danno da vivere non ti abbandonano ,campa cavallo che l’erba cresce e noi stiamo morendo tutti in italia devono andare via tutti non si puo andare avanti cosi buttate le schede elettorali e mandiamoli tutti a lavorare.

  7. Nel 2004 licenziata per esubero personale poi tre anni di mobilita fini nel 2007 poi il direttore dove lavoravo come LSU mi ha proposta di assunzione pero legge per noi LSU non esiste ” USA GETTA” dopo di che ho fatto la domanda per Il diritto pensione L’inps mando una risposta una lettera che contiene che il 01/10/2013 vado in pensione perhe (bastano 780 settimane x deroga 10 anni non consecutivi) in pensione di vecchiaia Certificazione attestante il diritto a pensione ai sensi della legge 243/2004 siamo finalizzato poi beffato Legge Fornero ora l’nps ha detto che io 66 anni e 11 mese per andare in pensione come fattio la legge parlano solo i esodati 2012 noi che da quasi 10 anni senza lavoro né pensione CHE Legge ABBIAMO noi? Grazie.

  8. Leggendo questi commenti mi sento ancor piu’ nei guai
    Ho 60 anni e vivo in centro Sicilia, ho soltanto 26 anni di contributi disoccupato da quasi 3 anni per il fallimento della mia azienda,nessun sostegno economico da parte dello stato perche’ ero assunto con contratto co.co.co e l’azienda gli ultimi 2 anni non verso’ i contributi e a causa di questo non sono potuto accedere hai 1000 euro una tantum previsti in questo caso
    Passo tutto il giorno a girare e chiedere qualche possibilita’ di lavoro ma l’eta’ e’ il mio grande ostacolo e data la zona in cui vivo le possibilita sono a zero
    Per andare avanti mi son venduto tutto quello che era possibile adesso sono propio arrivato al collasso
    Questa situazione e’ comune a tanti Italiani non sono certamente l’unico,questo mi aiuta poco ma mi aiuta almeno a salvare la dignita’ e non darmi colpe “ma quanto potra’ durare? ”
    Se qualcuno che si trova nelle stesse condizioni e vuole scrivermi la prego di farlo, ci aiutera’

  9. la fornero,è il signor monti,dovrebbero mettersi una maschera, 60 anni di età e 41 anni di contributi ,è con tanti piccoli acciacchi non posso andare in pensione.vogliono creare posti di lavoro per igiovani,ma come?sè continuano a farci lavorare oltre i 60 anni?a che cosa aspettano mandare in pensione i sessantenni ed assumere i giovani che sono e pesano sulle nostre spalle.loro nonsi creano di questi problemi, perchè anno le tasche piene di soldi,il sazio non crede al digiuno,vergogna,vergogna,sono bravi solo spendere i nostri soldi per finanziare i loro introidi politici.e trarne i loro benefici.siamo stanchi di vedere tutto questo,con tutti i problemi esistenti in questo paese non fate altro che parlare di politica è delle vostre poltrone.

  10. ho 57 anni con 37 anni di contributi, sto in cassa straordinaria, e nel 2014 andro in mobilita’ per 36 mesi, se non trovo lavoro dopo la mobilita’ ci sara’ la speranza di andare in pensione magari con qualche legge in prospettiva al governo letta, nel 2016 avro 40a anni di contributi e 60 anni di eta

  11. compio 61 anni a settembre ho superato 40 anni di contributi per mia disgrazia ho perso il lavoro il 30 giugno 2012 non faccio parte degli esodati perché l’azienda ha meno di 15 dipendenti non trovo lavoro non ho un reddito come faccio a vivere se l’unica fonte di sopravvivenza era il mio lavoro il mio stipendio non mi manca nulla anni fa sono diventato maestro del lavoro ho il 67% di invalidita civile, ho presentato la domanda di pensione anticipata corredata da un elenco di patologie rilasciate da enti ospedalieri mi è stata rifiutata perché mi ritengono abile a lavoro perché tante disparita fra me e gli altri lavoratori che vanno in pensione con meno anzianità di lavoro e anagrafica della mia io non chiedo nulla desidero avere i miei diritti non esistono figli e figliastri sono i miei soldi che ho versato per più di 40 anni

  12. si parla molto della riforma Fornero ma ho sentito pochi commenti sulle conseguenze del Decreto Sacconi riguardo ai lavoratori che a quella data erano stati già licenziati/esodati dalle aziende e magari ipotizzavano di pagarsi i contributi volontari per un periodo.
    Per assurdo questa tipologia di ex lavoratori – che per esempio alla fine del 2009 hanno perso il lavoro – secondo le salvaguardie in essere non raggiungeranno mai i requisiti perché i 24-36 mesi della salvaguardia non saranno mai sufficienti a colmare il gap visto che quest’ultimo (gap anagrafico e contributivo) si incrementa ogni anno.
    Ma le regole a posteriori valgono solo per noi?

  13. ma siamo sicuri che l’eventuale riforma non peggiorerà quella della Fornero ???
    con la Fornero al raggiungimento dei 43 anni e 2 mesi di contributi e 62 anni di vecchiaia nel 2019 non c’erano penalizzazioni per andare in pensione !!!! ora come la mettiamo con il 2% di penalizzazione per ogni anno mancante ai 66 !!!! qualcuno penserà di non peggiorare ancora con queste stupide penalizzazioni oltre 40 anni di lavoro !!!!! Per principio (se hai la fortuna di lavorare) non si lasci il lavoro se penalizzato, anzi so dovrebbe essere incentivati a lasciare il posto ai giovani !!
    Purtroppo commenti lasciati scritti sul ghiaccio, i politici non hanno di questi problemi e pertanto faranno sempre quello vogliono chi comanda .

  14. ci vergognamo tutti di essere cittadini italiani! in base allea riforma pensioni si pensava che con il nuovo governo aiutasse i vecchi lavoratori per dare un futuro ai nostri ragazzi invece saranno penalizzati forse senza pensione ed ntanto senza trovare lavoro andranno a rubare come non si e’ mai visto negli ultimi anni e non solo e quando subentra il suicidio? Certo i politici con stipendi elevati e laorando seza sforzi non sentiranno mai il peso della stanchezza tanto ridono solo di noi: Scrivo per sfogo perche’ ormai i dementi sono gli italiani caproni che non riescono fare scioperi buttare veramente una bomba al senato .Vergognamoci di essere cittadini italiani!!!!!!! Scriviamo commenti di ogni genere ma alla fine a che scopo????????? grazie LISI MARIA

  15. Non sono dell’idea di abbandonare ne politica e sopratutto sindacato anche perché uno come me ci ha fatto una vita insieme, come del resto noi tutti, visto che apparteniamo a questa società, sia votando, che le nostre quote di pagamento mensile nella busta paga e relative tasse .
    Devo dire però questo: politici e rappresentanti del sindacato.. ma può essere che a volte non sapete ne da dove incominciare e dove finire!?..ma come si fa a lasciare persone arrivate o quasi arrivate al pensionamento in mezzo alla strada? solo perché hanno goduto dei benefici di legge al prepensionamento?
    Adesso è arrivato anche il mio turno dubbioso di andare diciamo così in pensione con le nuove leggi del cavolo; dovevo andare via dall’ente elettrico nazionale i primi di Luglio 2011,
    mi hanno fatto fermare, non obbligandomi si intende!.. per altri due anni, per mancanza di personale nelle turnazioni di lavoro e di reperibilità, promettendomi in cambio qualche euro in più per iscritto e firmandogli questa lettera di risoluzione del lavoro per il 30 Settembre 2013. Il 15 Agosto compio 63 anni ed ed ho 40 di contributi e tre anni circa ma figurativi nei Coltivatori Diretti, la domanda è questa: con le nuove leggi già varate posso andare in pensione dal primo Ottobre 2013 senza incappare in ” esodato”?
    Distinti saluti e buon lavoro, spero di avere una cortese risposta. Grazie.
    Manzolini.

  16. io sono uno dei tanti che non sà che fine farà per andare in pensione con queste merde di politici compresi quella bolgia di sindacati che oramai non riescono nemmeno a tutelare quelle persone anziane e indifese, mi rivolgo a quelli che tutti i giorni rischiano la vita per il bene comune vi chiedo di non tutelare più queste merde di politici scortandoli anche a fare la spesa sono dei veri e propri deliquenti autorizzati dallo stato a rubare. quelli che vanno in carcere sono sempre i poveri fessi svegliatevi che siamo arrivati al punto del non ritorno.

  17. La riforma delle pensioni era stata fatta bene, fino a quando non è intervenuta la scellerata che ha rovinato tutto. ma perché il popolo ottempera, soffre, mastica amaro limitandosi a mugugnare? non si fa cassa con le pensioni non lo si fa sulla pelle del popolo che con il lavoro quotidiano fa marciare il paese…ribelliamoci, facciamo qualcosa!!!…

  18. Pensate a chi ha maturato 40 anni di servizio e in più non ha la salute, magari ha anche una malattia grave.

    La Signora Fornero ha detto che lavorerà fino a 70 anni. Io glielo auguro, ma se si dovesse ammalre magari ci ripensa.

  19. quando nel nostro paese si raggiungerà la maturità sociale?perché invece all’estero lottano alla morte per i diritti sacrosanti?via il maniaco Berlusconi via il fantoccio Bersani!!! dobbiamo ri-iniziare da zero…..via i professorini del cazzo e largo invece a coloro che sono scrupolosi e che sanno lavorare con i numeri, che si riconoscono nella gente e sanno distinguere; prendiamo come esempio l’Inghilterra o la Germania o anche un po la Francia..che sono tutti più evoluti e civili e soprattutto i ladri lasciamoli a casa!!!

  20. Mi piacerebbe sapere se tutti questi commenti vengono letti dai sindacati, i nostri rappresentanti, rappresentanti dei lavoratori.
    Le famose parti sociali hanno qualche voce in capitolo, riescono a rappresentarci?,, non so, e sono molto triste perchè non ho idea di cosa stanno salvaguardando. I diritti acquisiti, quale malaugurata sorte spetta a chi non riesce ad averli, sebbene lavori tanto di più, e qui i sindacati perchè non parlano se si lascia perdere i nostri giovani avranno un pugno di mosche. A loro spetta l’enorme scotto di non avere nessun diritto acquisito.
    Io ho un pò di invidia e impotenza nei riguradi di questi fortunati che hanno conquistato in nome di non so cosa a volte per qualche mese i diritti acquisiti.

  21. Purtroppo lavoro dal 1972, purtroppo ho i contrubuti versati correttamente, sono uno dei fortunati ad aver avuto un datore di lavoro che mi ha tutelato da quel lato, purtroppo ho 57 anni, purtroppo i sento ancora in forza per lavorare………………… finalmente ho una classe politica che fa i miei interessi………….. mi posticipa la pensine di anno in anno sperando che tiri prima le cuoia.. ecco i tagli che vogliono……….. anzi vorrebbero che tirassimo le cuoia prima dell’eta pensinabile (aspettativa di vecchiaia la chiamano)
    Comunque ringrazio politici vecchi, presenti e futuri, sindacati e categoria poste alla tutela del cittadino (ma lo sono?) per i regali ricevuti e che riceveremo, in cambio della sedia che (ma io non li ho votati come fanno ad essere li da una vita) è e gli rimmarra incollata al…… (in italiano sedere) chissa per quanto.
    Ma i giovani quando smetteranno di credere ad AMICI – GF – IPOD – SMARTPHONE ecc per ribellarsi e prendere a calci nel sedere questa classe di parassiti?

  22. La signora fornero ha reso la vita alle donne lavoratrici più difficile di quanto già non lo sia! una donna è lavoratrice,moglie, figlia, mamma amministratrice della famiglia, casalinga quando torna a casa dopo il lavoro e tante altre cose! la signora fornero non sò di cosa si occupa a parte il suo lavoro! non credo che si possa immedesimare e capire tutti gli altri ruoli che ha la donna! non credo che a casa muova un dito o si occupi di persona di genitori anziani! con i soldini tante stanchezze non si conoscono! ho 28 anni di contributi e fra poco 60 anni ma sono precaria! quando potrò andare in pensione ? che calcolo devo fare per capire? grazie!

  23. Sono maestra d’asilo da 30 anni del comune di Roma e ho 61 anni di eta’. Con la nuova proposta pensionistica del governo Letta, potro’ andare in pensione a 62 anni anche se non ho raggiunto i 35 anni di contribuzione? Per me e’ una questione di vitale importanza ,non ce la faccio piu’ a lavorare a scuola. Il mio e’ un lavoro molto delicato e di responsabilita’ .Grazie,attendo una vostra risposta.

  24. Sig. ra CAMUSSO LEI dov’era quando la scellerata riforma FORNERO massacrava le pensioni di anzianità??? Siamo arrivati al punto che 40 anni di lavoro non bastano più .Eppure io l’ho sentita in televisione dire che 40 anni era un numerop magico e non si toccavano!!!!!!! Perchè non avete fatto uno sciopero generale???
    Adesso mi tocca addirittura sentire che si puo andare a 62 ma con le penalizzazioni .Ma dov e siamo????? NON VI VERGOGNATE!!!!!!!!! E poi non ci si deve stupire se la genter vota GRILLO! VERGOGNA,VERGOGNA VERGOGNA

  25. Negli anni settanta rubavano lo stereo dalle macchine, poi cercavano il proprietario e glielo restituivano previo pagamento di qualche decina di migliaia di lire. Ora i politici impongono una legge sulle pensioni e dopo un po di tempo le vuole riportare indietro purchè, chi ne aveva diritto prima e ne è rimasto fuori, rinunci a una percentuale su quello che gli spetta di diritto. I primi si chiamano delinquenti e per legge possono essere condannati e i
    secondi ……….?

  26. mi associo ai forumisti. a 60 anni non si può cominciare un nuovo lavoro di guardia radiologica al pronto soccorso, senza averla mai fatto prima. I colleghi non aiutano ed il malato, cittadino malcapitato, rischia. Chi è fannullone, dirigente, …prof. vorrà proseguire. Chi davvero è obbligato a lavorare oppure andrà continuamente in malattia, 104…tenendo i servizi scoperti. Qual’è il senso ?

  27. Si parla,si parla e non faciamo niente. Ho 57 anni ,40 di contributi ,3anni non mi sono stati versati una vita di lavoro a 3 turni quante notti Tanti colleghi hanno avuto lo scivolo per l’amianto, io ho avuto la cassa integrazione per fallimento sono 6 anni a giugno 15/ 2013 finisce Ci sarà la mobilità La pensione quanto mi tocca basterà per vivere io e mia moglie? Se mi do fuoco sono un vigliacco se sparo sono pazzo S V E G L I A M O C I Il FIORITO , il BOSSI, MARIUCCIO FORMIGONI ECC… che fine hanno fatto? La FORNERO è stata pagata per rovinarci i sindacati dove stavano?Ogni giorno la TV fa ascolto mostrando le nostre disgrazie I politici che fanno ci prendono per il culo pensando alla poltrona alle spese e stipendi da capogiro Macchine blù uffici banchetti di tagli non se ne parla Abbiamo pagato l’imo alla casa fatta con tanti sacrifici per far godere i nostri parlamentari PARLIAMO GENTE PARLIAMO PARLIAMO

  28. una sola domanda a tutti voi che postate e (giustamente) protestate contro la criminale riforma fornero, perchè avete aspettato tutto questo tempo per denunciare e rendervi conto degli effetti disastrosi di questa “riforma” ? io sono dalla mattina del 6 dicembre 2011 giorno dell’approvazione che cerco di mobilitare e far aprire gli occhi ai lavoratori colpiti da questa infame porcheria, perchè la massa si muove solo ora? non era il caso di fare le barricate un po’ prima per non farla passare? per me rimane un mistero

  29. vorrei sapere se tutte queste persone tra le quali io ritengo di farne parte , avranno risposte ‘ mi piacerebbe che venissero esposte ai politici i quali leggendo una decina di questi riscontri x farsi una loro opinione ,cosi capirebbero che ci siamo rotti le scatole di essere sempre la soluzione dei loro problemi a nostre spese …. le pensioniiiiii

  30. sono una maestra della scuola dell infanzia nata nel 55 nei 2013 finisco 39 anni possibile ce nessuno capisca ce 29 bambini di 3 anni sono troppi e non consideri questo lavoro usurante io lo adoro e sono stata fortunatissima a farlo ma 40 anni di sevizio sono proprio il massimo cosa si puo fare

  31. Con 42 anni di contributi e 62 anni di età non andare n pensione è una vera ingiustizia, ma vedere in pensione colleghi con meno anni di servizio che percepiscono da diversi anni pensioni pari a loro precedente stipendio e superiori al mio stipendio è più che una ingiustizia.

    Consumo benzina per raggiungere il posto di lavoro, pago la badante, pago il mio aggiornamento, lavoro più ore. Perchè?

    La risposta è semplice : per pagare le pensioni a chi non ha lavorato abbastanza (sistema retributivo), in primis i politici poi gli altri.

    SOLUZIONE
    Tagliare le pensioni d’oro e d’ argento e le pensioni con sistema retributivo e con i risparmi ottenuti farci andare in pensione.
    Tutto a costo zero
    Sindacati ma dove siete?? Avete creato una giungla fatta di pensioni che è una vera vergogna, dovete fare lotte eque e non corporative altrimenti Grillo vi spazzerà.

  32. Spero vivamente che si corregga lo scempio attuato da Fornero e Monti.nel senso di gradualizzare l’inevitabile innalzamento dell’età pensionabile.Con penalizzazioni,con il contributivo,ma consentendo a chi non ne può più,magari perchè fa un lavoro snervante e faticoso da 40 anni,di potersene andare.Ma si rendono conto i “legislatori” della fatica di fare certi lavori a 60 anni?E sono tanti.Quanto vogliono tenerci lì in prima linea? 67 anni,ma è assurdo,inconcepibile.Dove vivono questi professori.Sulla luna?

  33. Mia moglie ha appena compiuto 60 anni , secondo la vecchia legge sarebbe dovuta andare in pensione nel 2014, invece con la legge attuale (sig.ra Fornero) andrà in pensione nel 2020. L’azione da intraprendere è la seguente : la prima (sig.ra Fornero) deve cambiare lo spacciatore, il secondo (pres. Letta) mantenere lo stesso. Confido nel Buon senso per evitare che la pensione venga utilizzata solo ed esclusivamente per pagare le badanti. La dignitá dell’uomo non deve essere modificata dai giochi di potere. Mascalzoni.

  34. Ho quaranta anni di lavoro e mi e’ stata gia tolta la pensione di anzianita’ con la legge

    Fornero, ho la strana sensazione che qualsiasi Governo arrivi la prima legge che

    porta benefici alle casse siano sempre le pensioni!Comunque dobbiamo sempre

    lavorare i soliti asini per pagare quelli che gli anni scorsi sono andati con pochi anni

    lavorativi, e adesso non riescono piu a vivere.Abbiate fede ci pensiamo noi

    a mantenervi lavorando piu allungo e pagando la penale per andare prima

    in Pensione. Grazie Signori Politici!

  35. speravo in Letta, ma giovannini ha subito spento ogni speranza, non arrivo alla metà del mese e, a quasi sessant’anni e 37 di contributi, non potrò permettermi nemmeno l’1% di riduzione dello stipendio, pago ancora mutuo e finanziamenti vari, mi guardo alle spalle e vedo colleghi a casa con meno dei miei anni e per un solo mese sono rientrati nella vecchia legge ansandosene con tutti i LORO soldi, noi non posswiamo permettercelo. Questa loegge è stata una vera opera demenziale e ancora giovannini la difende, facendo solo finta di ritoccarla. Spero, anzi voglio sperare, che qualche politico abbia un minimo di coscienza e riveda le sue di pensioni e lasci intatte le nostre che già sono da fame, una vergogna tutta italiana

  36. sono un semplice OPERAIO che ha iniziato a lavorare alla età di solo 11 anni per aiutare la mia famiglia a campare!!!!!!!!! sono nato nel sfortunato anno 1952 se io sapevo che la sig. FORNERO doveva cambiare la legge io a mia madre gli dicevo di farmi nascere PRIMA!!!!!! del 1952. .io oggi ho 60 e 8 mesi con 50 di lavoro con 41 anni di contributi.HO DIRITTOalla mia sacra meritata PENSIONE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    ALLA cortese attenzione l PRESIDENTE CONSIGLIO E SIGNORI MINISTRI
    GRAZIE!!!!!!!!!!!

  37. a novembre 41 anni di lavoro. cominciato a 18. sempre in piedi e ormai la salute è quella che è. I nostri diritti acquisiti in tre giorni la sig. Fornero li ha distrutti creando solo caos (esodati) e delusione per chi credeva di avere qualche diritto. Ma noi abbiamo solo doveri. Sono stanco, inseguo la pensione da sei anni, vorrei finalmente riposarmi e avere un pò di tempo per la famiglia e per me stesso. Per fare quello che mi piace e che mi da soddisfazione. Speriamo che il nuovo governo faccia qualche cosa è l’ultima occasione che hanno per fare giustizia. ma ho i miei dubbi.

  38. ho 55 anni ho 40 anni di contributi pagati e mi hanno licenziato a partire dal 1 giugno 2013 mi resta un anno di aspi e mi trovo con 41 anni di contributi 56 anni di eta e mi mancano due anni per andare in pensione chi mi assume a 56 anni per due anni che vadi a fare in c… la fornero compreso letta e tutti quei scenziati della bocconi ridateni i miei soldi siete una associazione a delinquere dove c…. vado a mangiare per due anni visto che la mia azienda e’ fallita e il tfr mi arriva fra 3 anni dall inps

  39. Ho cominciato a lavorare a 15 anni e dovevo andare in pensione dopo 35 anni poi spostata a 38 poi spostata a 40 + 1 anno poi riforma fornero 42 e 5 mesi. Mi chiedo e vi chiedo perche’ a noi lavoratori normali continuano a farci inseguire la pensione mentre per tutti gli usceri inservienti e chi piu’ ne ha piu ne metta della CAMERA e del SENATO la riforma FORNERO viene applicata dal 2027????????? nonostante percepiscano un laudo stipendio e non e’ che si ammazzino di lavoro come visto dalle iene prima timbrano poi escono a fare AFFARACCI LORO che forse esistano due o piu’ ITALIE????????
    Alzare l’eta’ ad alcuni sperando che muoiano prima di riscuotere a favore di altri che SCIALAQUANO DI BRUTTO chiedo ai sindacati e alla sinistra e’ questa la coesione sociale e’ per questa democrazia che sono morti milioni di partigiani di nonni e di padri?????????

  40. Sono 39 anni che guido un autotreno a tutte le ore della notte.Vi sembra giusto che,vista la mia età e le difficoltà che si trovano nelle strade, continui a guidare? è una vergogna non mandarmi in pensione,dove sono le norme di sicurezza? immaginiamoci un’autista di autobus, che ha la responsabilità di tutte le persone a bordo!

  41. spero che il governo Letta sistemi anche la questione delle ricongiunzioni per chi ha continuato a pagare i contributi volontari ma è stato prepensionato dalla propria azienda prima della legge 122/2010 art.12.
    Prima della legge 122 chi andava in pensione poteva optare per INPS pur sapendo di avere un trattamento peggiorativo.
    Non è possibile che chi è andato in prepensionamento firmando degli accordi con la propria azienda e con le leggi dello stato, debba vedersi cambiare una legge che, a detta dei parlamentari PDL è stata votata in fretta e furia senza pensare alle conseguenze.
    Un grazie di cuore a Sacconi e Tremonti per avermi allungato la pensione di 13 mesi per la finestra e per avermi “concesso” di pagare la ricongiunzione !!!!!!.

  42. Se la disoccupazione fosse al 5% si potrebbe anche lasciare l’attuale riforma Fornero sulle pensioni. Vorrebbe dire che c’è sufficiente lavoro per tutti.
    Ma con la disoccupazione al 12% come si pretente di far lavorare i giovani se gli “anziani” non hanno la possibilità di andare in pensione.
    Si potrebbe legare le pensioni alle vecchie quote di 96 – 98 -100 in caso di disoccupazione superiore al 7% ( dato medio abbastanza buono ) e comunque lasciare i 40 anni di contributi a prescindere dall’età. Se uno ha cominciato a lavorare presto vuol dire che si è massacrato da giovane mentre altri potevano studiare o fare altro.
    Sono più d’accordo invece di tagliare drasticamente i vitalizi. Se non si possono eliminare perchè ci vuole una legge apposita allora che facciano in modo che fino all’età prevista dalla legge Fornero questi siano corrisposti al minino come per le pensini sociali e poi in base agli anni e contributi versati !!!
    un’altra cosa fastidiosa è che un onorevole o senatore deve fare il parlamentare, non può risultare sempre assente perchè deve fare il proprio lavoro ( Ghedini !!! )

  43. VERGOGNA a tutti i politici e a quei sindacati che seduti al tavolo con la FORNERO hanno dato il loro consenso x attuare la scellerata riforma sulle pensioni…(ho sentito io personalmente in un tg la leader C G I L Camusso dire che i 40 anni non si toccano) poco dopo si parlava di 42 e 5 mesi…VERGOGNA:::::VERGOGNA…….SCHIFO….

  44. perche’ non ripristinare,gli anni di contributi versati,e gli anni d’eta anagrafica.calcolando 100,chi vuole andare prima dei cento ,per i primi 2 anni in meno ,ci sara’ 1 per cento in meno.dopo i sucessivi 2anni,ci sara’ un ulteriore 3 per cento in meno per ogni anno di anticipo.sara’ una riforma piu’ umana.saluti e grazie

  45. secondo il mio parere chi ha maturato 40 anni di servizio effettivo ha diritto ad avere la pensione, indipendentemente dall’età. Poi se ha superato i 61 anni di età che altro volete da questa persona che si ammazza per far risparmiare i soldi allo stato. A questa stato state spingendo la gente onesta.

  46. Il Governo LETTA deve assolutamente cambiare l’iniqua, ingiusta ed infernale riforma delle pensioni voluta dall’incompetente sig.ra Elsa Fornero alla quale auguro tutta la non salute che ha rubato a migliaia di persone che avevano progettato il loro futuro e che adesso sono caduti in una grande depressione dalla quale ne usciranno fuori solo con la certezza che il governo LETTA metta a posto le cose con giustizia ed equità.

  47. In una economia come la nostra, “a uno che percepisce un reddito che non ha prodotto, corrisponde sempre qualcuno che produce un reddito che non percepisce”
    Quindi come calcolare la pensione in modo da non rubare niente a nessuno?
    Vediamo:
    40 anni di contributi con le vecchie regole (2%/anno)
    Premesso che chi ha 40 di contributi e 58/60 anni di eta’ ha cominciato a lavorare presto e pochissimi sono diventati manager superpagati, tutta la vita lavorativa e’ stata abbastanza piatta come stipendio e tenore di vita.
    Quindi, versando il 33% del mio stipendio lordo per 40 anni ho versato e quindi ho diritto a:
    40*33/100= 13,2 anni di pensione
    Considerando che mi viene dato solo l’80% del mio lordo ne segue che:
    13,2 * 100/80= 16.5 anni
    Quindi a patto che l’importo della mia pensione non subisse inflazione (ma questo non succede) avrei diritto a 16,5 anni di pensione e, con un aspettativa di vita di 79 anni:
    79-16,5=62,5 anni (eta’ a cui poter andare in pensione senza rubare niente a nessuno)
    Ma considerando una perdita media del 20% del potere di acquisto nei 20 anni di vita:
    16,5+3,2=19,7 anni e quindi 79-19,7= 59,3 anni QUESTA e’ l’eta a cui posso andare in pensione senza sentirmi un disonesto che ruba ai poveri giovani, e non cercate di farmi passare per un colpevole un privilegiato solo per il fatto che ho lavorato 40 anni e che voglio quello che mi spetta perche’ questo mi spetta.

  48. Con 30 anni di contributi, esodata prima .Poi non più perchè fatto nel 2009 lavoretto 2 mesi. Autorizzata ai V.V. Ora senza lavoro ne pensione . Hanni 62 quando andrò in pensione? Cancellate subito la riforma della Sig.Fornero, una donna evidentemente che sa molto poco della vita reale di tutti i santi giorni!!! Forza Letta ! Ridacci la dignità e la vita. Coraggio che i soldi saltano fuori se si vuole!

  49. Beh! Che dire
    possibile che sti cervelloni di politici e tecnici (presenti e passati), non abbiano contezza di cosa succede nella vita reale?

    I padri 65enni, si alzano alle 6 di mattina (se va bene), per andare a lavoro, lasciando a casa i figli 30 – 40enni, che dormono fino alle 11-12. Poi dopo la colazione ciondolano un poco per casa aspettando che torni il genitore per ottenere 20-40 euro da spararsi in un bar/locale di terzo ordine. Questo se sono giovani di coscienza ed educati. In caso contrario hanno già stressato la mamma, estorcendo quanto aveva per la spesa…e sono usciti prima che il padre/lavoratore tornasse. Così per evitare casini e discussione in famiglia.
    SVEGLIAAAAAA

  50. Beh! Che dire
    possibile che sti cervelloni di politici e tecnici (presenti e passati), non abbiano contezza di cosa succede nella vita reale?

    I padri 65enni, si alzano alle 6 di mattina (se va bene), per andare a lavoro, lasciando a casa i figli 30 – 40enni, che dormono fino alle 11-12. Poi dopo la colazione ciondolano un poco per casa aspettando che torni il genitore per ottenere 20-40 euro da spararsi in un bar/locale di terzo ordine. Questo se sono giovani di coscienza ed educati. In caso contrario hanno già stressato la mamma, estorcendo quanto aveva per la spesa…e sono usciti prima che il padre/lavoratore tornasse. Così per evitare casini e discussione in famiglia.
    SVEALIAAAAAA

  51. Il primo vero problema lo ha creato la Legge Sacconi con l’introduzione delle finestre mobili, poi è subentrato il pasticcio Fornero. Mi riferisco nello specifico agli esodati per ora parcheggiati nei Fondi di solidarietà del credito. Tali persone sono state salvaguardate nei famosi 130.000; peccato che tale Decreto non abbia considerato le finestra mobili. In poche parole coloro i quali terminano nel corrente anno l’appartenenza al fondo si sono visti negare la pensione per tali finestra nello specifico : 12 mesi per i mtuirandi nel 2013, 15 mesi per uqelli nel 2014. I poche parole non percepiranno nè assegno ne pensione per un periodi tra i 12 ed i 15 mesi. Domanda : come camperanno?

  52. speriamo che Letta mette mani a quella sudicia riforma fornero per non dire altro, e ristabilisce i diritti maturati a 40 anni (penso che dopo 40 anni di fabbrica (specialmente con lavori usuranti)e 57 anni di eta’, uno abbia il diritto di andare in pensione ,o i diritti valgono solo per i politici(guardate FINI che scifo mi fa e non solo).lasciamo il lavoro ai giovani e che dimezzano la tassazzione alle imprese cosi’ facendo creeranno posti di lauoro e invoglieranno le imprese che sono andate all’estero di rientrare in italia,con un buon auspicio anche per le casse dello stato,anche perché credo che con le tasse dimezzate ci sarebbe meno evasione e forse anche l’operaio guadagnerebbe un po’ di piu’ grazie

  53. Alcune nuove proposte mi sembrano un paradosso:

    dare un sussidio ai giovani e lasciarli a casa a non far niente e far lavorare in catena o su ponteggi i ” vecchi ” .
    Sveglia, solo una vera riforma dell’apprendistato ci salverà.
    Solo imparando un vero lavoro i giovani riusciranno a costruirsi un futuro.
    Niente sussidio ai giovani ma sgravi alle ditte che assumono giovani e si impegnano ad insegnare loro una vera professione.
    Solo in questo modo riusciremo ad invertire la tendenza.
    Poi, diciamola tutta: molti giovani di lavorare non ne hanno molta voglia. Meglio cazzeggiare sulle spalle dei vecchi nascondendosi dietro la mancanza di lavoro.
    Il nuovo governo queste cose le sa e deve mettere in atto rimedi sensati.

  54. Sono un ex-lavoratore in mobilità che terminerà il 9 giugno 2014 mentre avrei
    raggiunto i requisiti dei quarant’anni di contributi il 23 giugno 2014 quindi
    mi mancano due settimane.
    La domanda di salvaguardia mi è stata bocciata.
    Come mi posso definire ( esodato.?) e cosa mi aspetta?

    Ringrazio chi mi potrà dare una risposta.
    Graie1000

  55. DOPO QUASI 2 ANNI NON SAPETE ANCORA IL NUMERO PRECISO DEGLI ESODATI. ,QUANDO DOVETE DISSANGUARCI CON LE TASSE I NUMERI DEI CONTRIBUENTI SI SANNO NELL’IMMEDIATO .RICORDATEVI CHE È ESODATO ANCHE CHI È STATO AUTORIZZATO ALLA PROSECUZIONE VOLONTARIA A MAGGIO 2011 .TENETENE CONTO SOPRATUTTO CHI SI TROVA IN BRUTE ACQUE PER COLPA DELLA LEGGE FORNERO . GRADIREI UNA RISPOSTA GRAZIE

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here