“Se dovesse succedere qualche cosa, noi abbiamo le porte aperte per te sappilo, siamo a disposizione, possiamo parlarne se tu hai piacere”. E’ questa la frase incriminata che ha fatto scatenare le polemiche sul presunto tentativo di flirt tra Vendola e un senatore del MoVimento 5 Stelle, Francesco Campanella, che sabato ha espresso il proprio voto per la figura di Pietro Grasso.

Niente di vero: si è trattato dell’ennesimo scherzo architettato da Giuseppe Cruciani e David Parenzo, i due giornalisti mattacchioni della trasmissione “La zanzara”, in onda tutte le sere su Radio 24.

A testimoniare l’assoluta buona fede con cui Campanella ha risposto al presunto Vendola, perfettamente imitato nella cadenza vocale e nell’accento, il fatto che il rappresentante grillino sia uscito denunciando l’accaduto – “Sono profondamente offeso” come un tentativo di inciucio operato dal leader di Sel, il quale, naturalmente, non ha perso tempo per smentire.

Insomma, il buon Campanella ci è cascato “con tutte le scarpe”, anche se ne è uscito a testa altissima, declinando gentilmente l’offerta di ingresso tra le file del centrosinistra in caso di “epurazione” da parte di Beppe Grillo. “Ho un impegno fortissimo sia con i miei colleghi che con i miei elettori”, ha risposto senza tentennamenti Campanella.

Quindi, si passa a trattare l’argomento governo, e qui Campanella svela alcuni particolari interessanti, di un Movimento 5 Stelle che pare stare alla finestra, in attesa delle prossime mosse di Pd e Sel: “Uno sblocco della situazione tra di voi. Credo sia Bersani a dover avanzare una proposta, ci aspettiamo un governo per poi cominciare a lavorare”. Insomma, qualche spiraglio sul fronte grillino pare aprirsi: e qui, malgrado il tranello telefonico, non possono esserci fraintendimenti.

Ascolta la telefonata integrale tra Francesco Campanella (M5S) e il finto Nichi Vendola da “La zanzara”

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome