Si è alzata la bufera, sull’ambasciatore Usa in Italia David Thorne dopo che, ieri, a un incontro con gli studenti del liceo Visconti di Roma, ha citato il MoVimento 5 Stelle come esempio positivo di politica e partecipazione.

“Siete il futuro dell’Italia – ha indicato Thorne in un italiano americanizzato – tocca a voi agire per il vostro importantissimo Paese e agire come il MoVimento 5 Stelle, per le riforme e il cambiamento”. Parole che hanno subito scatenato le frange più oltranziste di Pd e Pdl, che hanno giudicato quella del diplomatico statunitense come una “grave ingerenza”. 

“A mio avviso, sarà interessante scoprire quale effetto avranno i “grillini”, che non vogliono essere chiamati “grillini”. Abbiamo incontrato molte di queste persone, sono molto serie, sono giovani, si organizzano completamente sul web, non vogliono soldi.” Così l’ambasciatore americano ha dato il suo completo benestare per l’avventura del MoVimento 5 Stelle mentre sta per partire la Legislatura che li vedrà per la prima volta protagonisti.L’Italia se non cambia – ha proseguito Thorne, alternando italiano e inglese – rischia per se stessa e crea rischi per gli altri


Ma le lodi di Thorne al MoVimento di Grillo non si sono fermate ai complimenti: a sentire le sue parole, la ventata di novità dei 5 Stelle sarebbe proprio ciò che serve all’Italia: “Uno dei più grandi problemi in Italia è il denaro pagato al sistema politico. Il loro movimento non viene dall’alto verso il basso, ma sale dal basso verso l’alto. E’ un segnale incoraggiante, non facile, ma sono rinfrancato che i giovani italiani si mettano in gioco per il cambiamento”.

A seguito delle dichiarazioni e, soprattutto, delle reazioni risentite degli altri partiti, l’ambasciata ha chiarito che quello di Thorne non è stato un vero e proprio endorsement. Ma certe parole, come si sente dai video, son inequivocabili: in America si guarda con favore al MoVimento 5 Stelle.


CONDIVIDI
Articolo precedenteFrancesco I: ecco i temi su cui punta il nuovo Papa
Articolo successivoInps: il Cud arriva per mail o dai professionisti, l’assalto ai Caf

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here