Perché è possibile. Perché in questo momento occorre una figura non solo tecnica, ma saggia. Perchè ha professato la questione morale quale supremo bene comune. Rodotà in fondo è un novello Voltaire per le sue idee altamente illuministe e illuminate. Per la sua capacità di rispettare la libertà degli altri. Sempre nel primato delle regole. Un vero garante con la giusta autorevolezza per guidare il Paese con capacità e fermezza. Le sue battaglie civili, la sua passione civile, la sua multidisciplinarità ne fanno uno statista di altissimo livello. Chiarezza, lucidità, lungimiranza, arguzia. Vita condotta con straordinario impegno accademico, sociale e politico. Giurista insigne e commentatore concreto. Le sue analisi, argomentate con notevole spessore intellettuale, arrivano sempre a catturare l’attenzione per la facilità del linguaggio e dei concetti.

E poi per il Suo sguardo rivolto costantemente all’Europa, sempre nel rispetto di quella Costituzione Italiana, stella polare, ancora attuale e ancora salvezza dalla deriva delle Istituzioni, dei rappresentanti e dei comportamenti.

Professore di diritto civile, già vice presidente della Camera dei Deputati. Perchè è tra gli autori della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea. Perchè ha scritto diversi libri sui diritti fondamentali degli individui tradotti in moltissime lingue.

Perchè è stato il solo a presentare la proposta di un articolo costituzionale all’eguale diritto di tutti i cittadini di accedere alla rete internet in condizioni di parità e con mezzi tecnologicamente adeguate che rimuovendo ogni ostacolo di ordine sociale ed economico. Condizione questa, diventata legge dello stato in Finlandia e posta la questione in tutti i paesi europei. E poi per ricostituire condizioni di agibilità costituzionale partendo dal primato dell’Etica Pubblica.

Dunque, Perché no?

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


10 COMMENTI

  1. L’elezione a presidente del prof.Stefano Rodotà sarebbe un regalo inestimabile per la nostra Italia !!

  2. Stefano Rodota’ è una delle pochissime personalita’ politiche autorevoli su cui
    l’ Italia puo contare . Un giurista di elevata competenza ed esperienza, ma
    sopratutto una persona con un pensiero politico indipendente.
    In questa situazione politica, l’ Italia ha bisogno di Stefano Rodota’ come Presidente
    della Repubblica .

  3. Immaginiamo di fare un copia e incolla delle motivazioni che accompagnano “Perchè Stefano Rodotà Presidente della Repubblica” e riferiamole ad Antonio Martino, grande liberale figlio di Gaetano Martino, grandissimo liberale. Cosa avreste da dire? Perchè no anche lui Presidente della Repubblica?

  4. Concordo con l’articolo, e dico che l’Italia e noi italiani abbiamo assolutamente bisogno di una personalità dello spessore morale e intellettuale come il prof. Rodotà.

  5. Vi ricordate, neanche Napolitano sembrava super partes!
    Nessuno dovrebbe dubitare a prescindere, specialmente quando trattasi di persone di elevatissimo spessore e di ampia fama competenza riconosciuta nel campo della scienza giuridica.
    Ma la mancanza di cultura in generale e aimè l’inciviltà giuridica purtroppo ci pervadono.

  6. Condivido la scelta di Stefano Rodotà presidente della repubblica e sono certa che sarà essere il Presidente di tutti, per il senso di rispetto verso i cittadini che ha sempre dimostrato, forse è troppo laico come lo è Napolitano, l’equilibrio vuole un cattolico chi Prodi? troppo di parte e troppo confusionato, la Bonino è troppo laica, e se accettasse di fare il Presidente Beppe Grillo? che ne dite?

  7. La persona è di grande spessore e, credo che nel valutare sua candidatura non si debba cadere nell’errore di sminuire le qualità e capacità personali (fatto concreto e tangibile) attraverso argomenti generici e ipotetici quali, per l’appunto, i dubbi sulla capacità di essere super partes.

  8. Condivido le argomentazioni espresse sulla scelta del Prof. Rodotà, quale futuro Presidente della Repubblica.
    Ma perchè mai dovrebbe dare l’impressione di non poter essere super partes? E’ una persona di ammirevole onestà intellettuale, profondo conoscitore del diritto e delle regole e prassi costituzionali. Tali caratteristiche lo renderebbero già di per se idoneo a rappresentare l’unità nazionale e a essere garante della Carta fondamentale dello Stato con senso di responsabile professionalità.
    La stessa cosa si era detto, a suo tempo del Presidente Napolitano per aver militato nel PCI, ma ha saputo dare lezioni di obiettività e corretteza istituzionale a tutti coloro che avevano sollevato obiezioni circa il suo ruolo di garante super partes.
    Ritengo, invece, che saranno pochi e non parecchi coloro i quali accamperanno dubi sul reale intendimento di essere rappresentati dal Prof. Rodotà.

  9. Rodotà ? Persona rispettabilissima, ma non certo super partes come dovrebbe essere il PdR. Parecchi italiani, in caso di sua elezione, avrebbero di che dubitare sul suo reale intendimento di rappresentarli.

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome