Lo Tsunami Tour ha spazzato via tutti. Piazze gremite da nord a sud per il passaggio elettorale di Beppe Grillo, che da Torino a Lecce, da Firenze a Cagliari ha riempito oltre ogni previsione le maggiori piazze del Paese.

In attesa del grande evento finale di Roma, previsto per venerdì 22 febbraio in piazza San Giovanni, ecco una carrellata della costante di questa campagna già entrata nella storia: piazze gremite anche nel pieno dell’inverno, spesso con condizioni meteo proibitive, tra freddo, pioggia e vento.

Ma le intemperie non hanno spento la voglia di sentire la viva voce di Beppe Grillo per migliaia e migliaia di cittadini, che regolarmente si sono riversati al centro delle loro città per ascoltare il leader del MoVimento 5 Stelle.

Oggi, non possiamo ancora dire se Grillo farà boom anche nelle urne: sicuramente, l’affetto dimostrato dagli italiani nei suoi confronti è qualcosa che forse nemmeno lui si attendeva in queste proporzioni.

 

Torino

 

Savona

 

Genova

 

Bergamo

 

Mantova

 

Treviso

 

Padova

 

Livorno 

 

Pistoia

 

Firenze

 

Perugia

 

Lecce

 

Matera

 

Palermo

 

Cagliari

 

Sassari


6 COMMENTI

  1. Spero davvero che si riesca a mandare a casa tutti questi manigoldi che ci hanno salassato da sempre , spero che la gente non si lasci trascinare dai soliti giochetti di parole ( se notate dicono e promettono tutti le stesse cose !!!) , i nostri cari politici che definiscono 5stelle l’antipolitica, in realtà della politica hanno completamente sovvertito il significato e lo spirito; secondo me stanno cominciando a temere…di dover lasciare la cara e calda poltrona!!!!!

  2. M5S porterà a casa probabilmente il 20% dei consensi, tutto starà a vedere quali saranno le reali proposte della numerosa pattuglia di parlamentari eletti nelle sue fila. Perchè dal 26 di febbraio non basterà più dire “apriremo il parlamento come una scatola di tonno” o “via tutti”. Cavalcare il malcontento della gente con i mercati che hanno fame può essere molto pericoloso e nè a Montecitorio nè a Palazzo Madama nè a Palazzo Chigi nè al Quirinale siederanno Grillo o Casaleggio.

  3. Per una migliore interpretazione dello scandalo del Monte di Paschi di Siena, occorre rifarsi al Banco di Napoli venduto all’INA ed alla BNL per 51 miliardi delle vecchie lire, per poi rivenderlo, dopo appena un anno, all’Istituto San Paolo di Torino per 6.500 miliardi. Sarebbe molto interessante scoprire i vecchi volponi e ladroni tra cui il Vecchio Presidente della Repubblica, ex governatore della Banca d’Italia e company. Basta leggere il libro del defunto Antonio Falconio. Spero che in questo particolare momento anche i notabili signori siano presi a calcio nel sedre. Grazie.

  4. Il mondo sta andando alla rovescia. Invece di chiedere ai politici di destra e di sinistra come mai non vanno nelle piazze, chiedono a Grillo perché non va in TV.
    I veri conigli, vedi Renzi, si confrontano con la piazza per vedere la gente vera – non la claque degli studi televisivi o le truppe cammellate portate nei teatri dietro indicazione del capo-bastone – come reagisce.
    Grillo in piazza incontra chiunque, anche chi vuole contestare.
    Berlusconi lo aspetto a piazza S. Giovanni. Ci sarà da divertirsi.
    Expect the unexpected.
    Antonio

  5. Solo qualche anno fa non avrei mai immaginato che si potesse scrivere la storia con il M5S… :))))))

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here