Il ministro dell’Istruzione Francesco Profumo, forte di ben 11 regioni bloccate per l’emergenza neve e una conseguente situazione piuttosto complessa sul fronte della mobilità, ha difeso fermamente la decisione di posticipare le prime due giornate delle prove scritte del concorso a cattedre, che verranno recuperate dopo le elezioni, quindi una indicazione in più rispetto a quel “dopo il 21 febbraio” che apriva svariati scenari.

Profumo, che ha presentato a Roma le novità della “Carta dello studente – IoStudio”, ha evidenziato che “in un momento di criticità meteo, in cui c’è grande attenzione nei confronti di persone anziane, bambini, disabili, abbiamo pensato che mettere un consistente numero di persone in mobilità avrebbe aggravato il lavoro della Protezione civile”. In ogni circostanza tutti i candidati hanno ricevuto in tempo la mail in cui si dichiarava il rinvio delle prove scritte.

Spostando l’attenzione invece sulle novità di «IoStudio», la carta per gli studenti delle scuole superiori, nata nell’a.s. 2008-2009, il ministro dell’Istruzione ha ricordato come a fianco delle agevolazioni per i trasporti, già stabilite e consultabili online, si sia sommata l’offerta totalmente nuova per gli studenti da parte di Alitalia. Sono previsti il 30% di sconto sui voli nazionali e il 20% su quelli internazionali, mediante gli e-coupon scaricabili dal Portale dello Studente (www.istruzione.it/studenti).


È cominciato, inoltre, il progetto per trasformare la Carta dello Studente anche in una carta prepagata. Gli studenti potranno quindi usufruirne per fare acquisti, anche on line, godendo da subito degli sconti previsti dalle convenzioni sottoscritte. La sicurezza alle famiglie sarà garantita mediante la tracciabilità degli acquisti e l’inibizione di categorie merceologiche a rischio quali il gioco online, armi, etc.

La Carta, ad ogni modo, si potrà attivare solamente su richiesta delle famiglie. Per ottenere questo traguardo, a cominciare dall’11 febbraio, sul sito del Miur (www.istruzione.it) è in linea l’avviso pubblico per la selezione di un partner finanziario che consenta, dal prossimo anno scolastico, l’integrazione di «IoStudio» con uno strumento di pagamento. I soggetti interessati potranno presentare domanda entro 30 giorni dalla data di pubblicazione del bando.

Vengono inoltre inserite molte novità nelle offerte per telefonia, internet e tecnologia rivolte puramente agli studenti, grazie al rinnovo degli accordi con Tim, Vodafone e Wind. E per gli appassionati di cinema, attraverso gli accordi stretti dal ministero dell’Istruzione con Agiscuola, Acec, Anec, Anem e Anica, gli studenti che possiedono «Iostudio» avranno diritto al 40% di sconto su tutti gli spettacoli dal lunedì al mercoledì in tutti i cinema aderenti.

Nasce inoltre il nuovo portale «IoStudio Cinema» per essere informati su tutte le iniziative del mondo del cinema riguardanti la scuola: incontri con gli autori, gli attori e i registi, le anteprime dei film in uscita, ma anche concorsi per gli studenti, opportunità formative e materiale didattico per i docenti (in Puglia e in Lombardia sono già cominciati due progetti per la formazione dei docenti sul linguaggio multimediale e audiovisivi).

Le funzioni della carta, tuttavia, potrebbero non esaurirsi qui. “Potrebbe diventare uno strumento collegato alla didattica”, ha dichiarato Profumo citando l’ateneo di Torino dove una carta simile ha mandato in pensione il libretto universitario. E pure comprendere gli abbonamenti ai trasporti, “nell’ottica – ha concluso il ministro – di portare i servizi più vicini al cittadino”. 


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here