Scandalo alla Camera!

Un drappello di Parlamentari del PDL capitanati dall’On.le Centemero copia integralmente e ripropone, senza neanche citare la fonte originaria, una graziosa opera satirica mascherata da disegno di legge in materia di responsabilità e di obblighi dei prestatori di servizi della società dell’informazione, già presentata circa dieci giorni prima dal Leghista On.le Fava e prontamente “recensita” su queste pagine da Guido Scorza.

Immediata e – a mio avviso – legittima la conseguente richiesta di notice and take down inviata all’ISP del sito della Camera dei Deputati dall’On.le Fava.


Trascorsi quattro giorni senza che il contenuto sia stato rimosso, il segnalante derubato ha quindi trasmesso la richiesta all’Agcom, desideroso di vedersi riconosciuta l’ambita paternità di un siffatto capolavoro dell’arte comica nazionale.

Al momento, gli esperti dell’AGCOM sono riuniti in consulto per valutare se la descrizione della violazione del copyright inserita dall’On.le Fava nel facsimile di Notice and Take down possa essere o meno accettata.

In esso infatti si leggerebbe “Sono arrivato prima io, levatevi immediatamente dai maroni” e, ad una prima analisi, sembrerebbe sforare di 8 caratteri il limite di 50 consentiti dal Regolamento, anche non computando gli spazi si arriverebbe comunque a 51, sempre troppi …

Voci vicine ai vertici della Lega fanno comunque trapelare che ove l’Autorità non riuscirà a dipanare la disputa in materia di diritto d’autore in tempi rapidi, la crisi potrebbe divenire politica con rischio di caduta del governo…

Apprezzabile comunque il passo avanti fatto dalla classe politica: un tempo era accusata di rubare lo stipendio e il denaro pubblico, adesso solo i disegni di legge!


CONDIVIDI
Articolo precedenteIl Trust e gli altri atti di vincolo
Articolo successivoIn Gazzetta l’ottavo decreto attuativo del federalismo fiscale: il decreto legislativo 149 del 2011

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here