virginia raggi beppe grillo

L’assessore all’ambiente della giunta di Roma, Paola Muraro, sapeva di essere indagata dal 18 luglio, ma non ha detto nulla, se non a Virginia Raggi, la quale non informa Beppe Grillo.

Le colpe di Virginia Raggi

Virginia Raggi è reticente e anche bugiarda: dopo aver nascosto di aver lavorato per lo studio Previti, ora nasconde di essere a conoscenza da luglio che l’assessore all’ambiente Paola Muraro è indagata.

Marcello Minenna si dimette da assessore al bilancio; lo sostituisce l’ex magistrato della Corte dei Conti Raffaele De Dominicis, ma Virginia Raggi anche questa volta nasconde che a fare il suo nome e a sostenere la sua candidatura è stato l’avvocato Sammarco.

E’ lo stesso assessore De Dominicis, infatti, ad ammettere che la proposta dell’incarico gli è arrivata dall’avvocato vicino allo Studio Previti.

La trasparenza del M5S

È questa la trasparenza che i grillini esigono dagli avversari, ma non da sé stessi? E che cosa ne pensa il famoso popolo del web?

Ancora una volta i problemi di Roma passano in secondo piano rispetto alle lotte di partito. Il M5S è un partito come tutti gli altri, anzi peggio, perché sbandiera ai quattro venti una inesistente diversità.

Virginia Raggi si dimetterà?

Scommettiamo che a breve la neosindaca Virginia Raggi si dimetterà?

Scandalo compensi

Intanto fanno scalpore i compensi di alcuni membri della giunta di Roma della neosindaca Virginia Raggi: Raineri, giunta comunale di Roma, 193.000 €; Romeo, giunta comunale di Roma, 120.000 €.

La giunta nera: Raffaele Marra ha lavorato anche con Alemanno e Polverini. Virginia Raggi ha il cuore che batte a destra.

La vendetta di Federico Pizzarotti

La vendetta di Federico Pizzarotti: “In effetti stando seduti sulla riva del fiume passa un sacco di gente.”

 


2 COMMENTI

  1. io scrivo da malta. sicurament questa raggi non piace a nessuno. in poco tempo tutti sono contro di lei. ce qualcosa nell aria che e contro di lei troppo furba troppo nascosta in se. non e adatta per governare roma. farla sparire immediatamente. taddeo.

  2. Il caso Roma sta facendo molto rumore. Per diverse ragioni si cerca di fare più nere le acque che sono già intorbidate. Non intendo difendere la Raggi e neppure il movimento, ma perché in questo Paese si vuole sempre fare di tutta un’erba un fascio? Dopo 50 anni di disastro amministrativo e politico il popolo di roma ha detto no a tanti personaggi dal volto nuovo ma sporco per i trascorsi politici. La Raggi è bugiarda, gli assessori appartengono alla vecchia politica, ma nessuno si domanda chi ha lasciato tutti quei debiti? Nessuno si pone la domanda perché il presidente dell’AMA si è dimesso? E anche quello dei trasporti? La Raggi deve fare una sola mossa: mettere sui muri della città l’elenco di tutti i debiti con i nomi degli amministratori che li hanno fatti. Le polemiche non aiutano a risolvere il problema della città I debiti sono sempre li e il popolo sarà chiamato a pagarli.

SCRIVI UN COMMENTO