Speciale riforma PA

Lavoro 15 maggio 2013, 08:00

Il ministro Giovannini e il piano lavoro: 100mila giovani da assumere

Giovannini “per rilanciare l’occupazione giovanile nuovi incentivi alle imprese”


Parallelamente alla notizia del decreto sulla posticipazione della rata di giugno dell’Imu e sulla manovra di copertura della cassa integrazione, il Governo Letta non trascura la questione emergenza lavoro e annuncia quale strumento peculiare per uscire dalle secche della crisi e rilanciare l’occupazione, soprattutto quella giovanile, un vero e proprio patto generazionale. La problematica occupazionale costituisce infatti una delle quattro priorità dell’agenda politica intrapresa dal neonato esecutivo: “lavoro ai giovani, casa, agevolazioni per chi ha voglia di fare riforme”, puntando all’obiettivo di raggiungere 100mila nuove assunzioni per i più giovani.

E’ questo l’ambizioso traguardo delineato da Enrico Giovannini, ministro del Lavoro, nel corso del famoso ‘conclave’ governativo svoltosi domenica scorsa sotto l’Abbazia di Spineto. L’ipotesi che si sta valutando prospetta una sorta di staffetta tra giovani ed anziani, tramite l’ingresso di due nuovi occupati, presumibilmente con contratti atipici, a fronte del pensionamento (o viceversa del ridimensionamento contributivo) di un occupato anziano.

Il piano messo a punto dal ministero del Lavoro, pensato per contrastare il calo occupazionale che sta affliggendo in modo particolare il mercato giovanile, non si limita a prevedere la sostituzione generazionale tra i lavoratori anziani che cedono metà del rispettivo impiego alle giovani leve. La contribuzione degli occupati ‘senior’, che acconsentono al part time dinanzi la prospettiva dell’assunzione dei ‘junior’, verrebbe assicurata dallo Stato. Ulteriori dettagli chiarificatori sulle effettive modalità per coprire un intervento di tale portata, tuttavia, non sono stati ancora forniti dal ministro Giovannini.

Verrebbero persino previsti specifici incentivi nei confronti delle imprese che si rendono disponibili all’assunzione di nuovi giovani. Un’ulteriore ipotesi al vaglio è quella relativa al credito d’imposta ai lavoratori a bassa retribuzione per incrementarne il potere d’acquisto, proposta già presentata dal comitato dei saggi nominati dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Il governo targato Enrico Letta sembra voler spingere l’acceleratore anche sulla modifica della riforma Fornero. Le parole d’ordine in questo senso sono semplificazione dei contratti a termine ed incentivi per l’apprendistato. Gli interventi potrebbero essere finanziati con il sostegno dei fondi europei.


Pubblicato da il 15 maggio 2013 alle 08:05 in Lavoro
Tags: , , , , , , , , ,


1 Commento per Il ministro Giovannini e il piano lavoro: 100mila giovani da assumere

  1. francesco

    non occorre lanciare slogan su queste tematiche ma arrivare subito con decreti leggi per cambiare effettivamente questo sistema pensionistico .
    perchè non rilanciare la proposta E’ FARE UN DECRETO,sui genitori che lasciano in anticipo il proprio posto di lavoro in favore dei figli tenendo conpatibilmente con le esigenze produttive con le aziende da cui gli stessi dipendono la stessa cosa può avvenire per quelle persone che non hanno figli e che comunque devono essere incentivate a lasciare il proprio posto di lavoro.
    questo fuori dalle grinfie dei sindacati i quali potrebbero inquinare le cose per i loro interessi come già avviene. lostato deve trattare direttamente con il neo pensionato .solo cosi’ si può ucire da questo stallo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Articoli dello stesso autore

Giustizia 31 ottobre 2014, 16:46

Trattativa Stato-mafia, il verbale dell’interrogatorio a Napolitano

Il testo completo della deposizione del presidente della Repubblica

Europa Flash 31 ottobre 2014, 15:53

The Russian deterrent gas trap

While Europeans’ perception is that Europe needs Russian gas, actually it is exactly the other way around.

Giustizia 31 ottobre 2014, 12:18

Ospedali psichiatrici giudiziari, chiusura rinviata a data da destinarsi

Il 31 marzo 2015 non chiuderanno gli OPG. Il testo della relazione governativa

Fisco 31 ottobre 2014, 09:33

Dichiarazione dei redditi: il 730 precompilato debutta nel 2015

Ok al decreto: ecco il 730 precompilato. Novità anche su bonus edilizia e Iva

Università 31 ottobre 2014, 07:52

Medicina, Tar e Consiglio di Stato annullano il test d’ammissione

Test di ingresso a Medicina cancellato dalle sentenze. Caos atenei


LeggiOggi.it

Ogni settimana il meglio di LeggiOggi.it nella tua E-mail



Ho letto l'informativa e acconsento al trattamento dei dati



NOTA INFORMATIVA SULLA TUTELA DEI DATI PERSONALI EX ART 13 D.LGS. 196/2003 E RICHIESTA DI CONSENSO AL TRATTAMENTO

Maggioli SpA, titolare del trattamento, si propone di gestire il servizio nel rispetto della normativa vigente in materia di tutela dei dati personali. Al proposito intende con questa nota, fornire a tutti gli utenti un'informativa sulle modalità e finalità del trattamento dei dati personali in conformità a quanto previsto dall'art. 13 del D.Lgs n. 196 del 30.06.2003. I dati personali forniti dagli utenti verranno trattati elettronicamente e/o manualmente da Maggioli SpA, Via del Carpino 8 - 47822 Santarcangelo di Romagna (RN), titolare del trattamento, per tutte le finalità correlate alla prestazione del servizio. Inoltre, previo suo consenso, i suoi dati saranno trattati dalla nostra società e dalle società del Gruppo Maggioli per l'invio di materiale promozionale inerente i nostri prodotti o servizi o quelli di società clienti del Gruppo Maggioli. L'indicazione della email deve essere fatta con cura in quanto necessaria per ricevere il servizio, i dati a corredo vengono chiesti per targettizzare gli invii informativi. I suoi dati non saranno diffusi. I suddetti dati potranno essere comunicati a soggetti pubblici, in aderenza ad obblighi di legge e a soggetti privati per trattamenti, funzionali all'adempimento del contratto, quali: nostra rete agenti, società di informazioni commerciali, professionisti e consulenti. I suoi dati potranno essere comunicati a soggetti terzi nostri clienti, che li tratteranno in qualità di autonomi titolari del trattamento secondo la definizione contenuta nel D.lgs 196/2003. Tali dati saranno trattati dai nostri dipendenti e/o collaboratori, incaricati al trattamento, preposti ai seguenti settori aziendali: editoria elettronica, mailing, marketing, CED, servizi Internet, fiere e congressi. L'utente potrà esercitare ogni ulteriore diritto previsto dall'art. 7 del D.Lgs 196 del 30.06.2003 che di seguito integralmente si riporta: "1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. 2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione: a) dell'origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'art. 5 comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello stato, di responsabili o incaricati. 3. L'interessato ha diritto di ottenere: a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione, in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettera a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di colori ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento di rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. 4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano ancorchà pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento dei dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. "Compilare il form con i propri dati con conseguente dichiarazione espressa di aver letto e accettato questa informativa, autorizza la Maggioli spa e le società del Gruppo Maggioli al trattamento dei suoi dati per le finalità correlate alla prestazione del servizio e per l'invio di materiale promozionale, anche da parte di soggetti terzi nostri clienti, secondo le modalità illustrate nell'informativa. L'utente potrà esercitare ogni diritto previsto dal citato art. 7 con la semplice risposta alla e-mail ricevuta.

Chiudi questa finestra
Torna Su