Speciale riforma PA

Amministrativo 3 gennaio 2013, 11:22

Patto di stabilità, in Gazzetta Ufficiale i nuovi vincoli fino al 2015

Pubblicati in G.U. i nuovi parametri per il Patto di Stabilità delle Regioni


Proprio quando il governo è pronto a passare la mano, con le dimissioni già consegnate e l’esecutivo in carica per affari correnti, ecco che si cominciano a vedere i primi effetti della spending review sui conti della pubblica amministrazione.

E’ stato pubblicato ieri, 2 gennaio 2013, in Gazzetta ufficiale il decreto emanato dal Ministero dell’Economia e della Finanze lo scorso 21 dicembre, contenente gli obblighi di finanza pubblica per le Regioni a statuto ordinario che dall’anno appena concluso avranno ricadute fino al 2015.

Tramite questo provvedimento, inserito nel decreto 95/2012, rinominato della spending review, poi, convertito nella legge 135/2012, sono state disegnate le linee guida per il prossimo triennio in fatto di esborsi delle amministrazioni regionali.

In questo modo, sono stati stanziati non oltre 700 milioni per il 2012 appena terminato, un miliardo per il 2013 e il 2014, un miliardo e 50 milioni per il 2015.

Questi i nuovi vincoli del Patto di stabilità cui le Regioni ordinarie sono chiamate a sottostare secondo i calcoli di risparmio messi a punto dalla task force governativa, guidata dall’ex commissario – ora supervisore delle liste in area montiana – Enrico Bondi.

Sono i valori dei consumi intermedi valutati dagli organismi di controllo statali che hanno funto da bussola per una stima dei limiti di spesa a riguardo delle Regioni, prese di mira di recente anche dal cosiddetto decreto salva-enti, a seguito del rischio di default in alcune amminstrazioni – vedi la Sicilia – o delle spese pazze che hanno messo in dura difficoltà altri enti, come il Lazio.

Lo stallo in sede di negoziazione, con il mancato apporto della Conferenza Stato-Regioni in materia di tagli e di risorse ascrivibili ai nuovi obblighi di spesa, ha dunque portato il Ministero del Tesoro a redarre un decreto ad hoc sul Patto di Stabilità, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale di inizio anno.

Non incluse, nel computo delle risorse individuate come soglia limite, le disponibilità riconosciute in sede di programmazione regionale per il Fondo delle aree sottoutilizzate, in particolare rivolto al Mezzogiorno.

Qualora gli enti non riescano a soddisfare il monte di spesa indicato, saranno chiamate a girare i quantitativi in eccesso all’entrata del bilancio dello Stato.

Qui il testo del decreto


Pubblicato da il 3 gennaio 2013 alle 11:01 in Amministrativo
Tags: , , , , ,


1 Commento per Patto di stabilità, in Gazzetta Ufficiale i nuovi vincoli fino al 2015

  1. Pingback: Patto di stabilità, in Gazzetta Ufficiale i nuovi vincoli fino al 2015 – Leggi Oggi Economia e Finanza

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Articoli dello stesso autore

Giustizia 24 novembre 2014, 14:28

Concorso magistratura: il testo completo del bando per 340 posti

Requisiti, termini e istruzioni per presentare la domanda

Lavoro 24 novembre 2014, 11:18

Jobs Act, ci siamo: il testo arrivato in aula alla Camera

Approvazione del Jobs Act a un passo. Niente voto di fiducia

Amministrativo 24 novembre 2014, 08:03

Anticorruzione: l’occasione della formazione a distanza

Intervista ai due autori Franzina Bilardo e Moreno Prosperi sul nuovo FAD

Politica 23 novembre 2014, 21:12

Elezioni regionali Emilia e Calabria: ultimi sondaggi. Stravince Renzi

Ampio margine a Oliverio e Bonaccini, i candidati del centrosinistra

Politica 22 novembre 2014, 08:17

Elezioni regionali Emilia Romagna e Calabria: come si vota e gli sconti

Prezzi speciali su treni e autostrade per i fuori sede. Le istruzioni


LeggiOggi.it

Ogni settimana il meglio di LeggiOggi.it nella tua E-mail



Ho letto l'informativa e acconsento al trattamento dei dati



NOTA INFORMATIVA SULLA TUTELA DEI DATI PERSONALI EX ART 13 D.LGS. 196/2003 E RICHIESTA DI CONSENSO AL TRATTAMENTO

Maggioli SpA, titolare del trattamento, si propone di gestire il servizio nel rispetto della normativa vigente in materia di tutela dei dati personali. Al proposito intende con questa nota, fornire a tutti gli utenti un'informativa sulle modalità e finalità del trattamento dei dati personali in conformità a quanto previsto dall'art. 13 del D.Lgs n. 196 del 30.06.2003. I dati personali forniti dagli utenti verranno trattati elettronicamente e/o manualmente da Maggioli SpA, Via del Carpino 8 - 47822 Santarcangelo di Romagna (RN), titolare del trattamento, per tutte le finalità correlate alla prestazione del servizio. Inoltre, previo suo consenso, i suoi dati saranno trattati dalla nostra società e dalle società del Gruppo Maggioli per l'invio di materiale promozionale inerente i nostri prodotti o servizi o quelli di società clienti del Gruppo Maggioli. L'indicazione della email deve essere fatta con cura in quanto necessaria per ricevere il servizio, i dati a corredo vengono chiesti per targettizzare gli invii informativi. I suoi dati non saranno diffusi. I suddetti dati potranno essere comunicati a soggetti pubblici, in aderenza ad obblighi di legge e a soggetti privati per trattamenti, funzionali all'adempimento del contratto, quali: nostra rete agenti, società di informazioni commerciali, professionisti e consulenti. I suoi dati potranno essere comunicati a soggetti terzi nostri clienti, che li tratteranno in qualità di autonomi titolari del trattamento secondo la definizione contenuta nel D.lgs 196/2003. Tali dati saranno trattati dai nostri dipendenti e/o collaboratori, incaricati al trattamento, preposti ai seguenti settori aziendali: editoria elettronica, mailing, marketing, CED, servizi Internet, fiere e congressi. L'utente potrà esercitare ogni ulteriore diritto previsto dall'art. 7 del D.Lgs 196 del 30.06.2003 che di seguito integralmente si riporta: "1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. 2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione: a) dell'origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'art. 5 comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello stato, di responsabili o incaricati. 3. L'interessato ha diritto di ottenere: a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione, in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettera a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di colori ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento di rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. 4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano ancorchà pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento dei dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. "Compilare il form con i propri dati con conseguente dichiarazione espressa di aver letto e accettato questa informativa, autorizza la Maggioli spa e le società del Gruppo Maggioli al trattamento dei suoi dati per le finalità correlate alla prestazione del servizio e per l'invio di materiale promozionale, anche da parte di soggetti terzi nostri clienti, secondo le modalità illustrate nell'informativa. L'utente potrà esercitare ogni diritto previsto dal citato art. 7 con la semplice risposta alla e-mail ricevuta.

Chiudi questa finestra
Torna Su