Superbollo Auto 2017: calcolo sanzioni e interessi. Riforma Madia: Addio al Pra

Redazione 10/02/17
Scarica PDF Stampa
Bollo auto e Riforma Madia. Tra le tante novità previste per i decreti attuativi, vi è anche la cancellazione del Pra (Pubblico registro automobilistico). Entro la fine di febbraio, infatti, tutte le competenze dell’ente tenuto alla conservazione e gestione dei pubblici registri saranno trasferite alla Motorizzazione, sotto il diretto controllo del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Chi sarà competente a gestire il pagamento del bollo auto?

Vuoi calcolare il tuo Superbollo Auto? Clicca qui!

Addio Pra: benvenuta Agenzia per il Trasporto Stradale

Al fine della riduzione dei costi relativi alla gestione dei dati sulla proprietà e la circolazione degli autoveicoli, quindi, il decreto attuativo prevede la riorganizzazione complessiva dei registri sui beni mobili, quali auto e moto. Ci sarà solo una modalità di archiviazione, che permetta il rilascio di un documento unico contenente i dati di proprietà e di circolazione di autoveicoli, motoveicoli e rimorchi.

Anche l’Aci perderà alcune competenze, essendone già prevista la riorganizzazione complessiva: infatti, il registro delle auto sarà affidato sempre al Ministero dei Trasporti. In programma anche la costituzione dell’Agenzia per il Trasporto stradale, con sede a Roma, che possa occuparsi dei rapporti con cittadini e imprese relativi a trasferimenti di proprietà, fermi amministrativi, ipoteche, patenti, abilitazioni. Non solo: riscossione delle imposte, sicurezza stradale, omologazioni, conducenti, infomobilità e documentazione varia.

[su_button url=”https://www.leggioggi.it/tags/bollo-auto/” target=”blank” style=”flat” background=”#009ac0″ color=”#ffffff” size=”10″ wide=”yes” center=”yes” icon=”icon: hand-o-right” desc=”Approfondisci Speciale Bollo Auto” title=”Approfondisci Speciale Bollo Auto”][/su_button]

Insidie stradali e responsabilità della P.A. e di altri soggetti

L’opera, con Formulario e Casistica giurisprudenziale, affronta la tematica riguardante le insidie e trabocchetti nella circolazione stradale individuando gli aspetti fondamentali per il riconoscimento della responsabilità sia della Pubblica Amministrazione sia di altri Enti o privati incaricati mediante appalti alla manutenzione delle strade.Il testo è strutturato in modo operativo per rispondere alle esigenze dei vari utenti o operatori del diritto che cercano una risposta chiara e completa per le problematiche attinenti l’individuazione dei presupposti giuridici della richiesta del danno a seguito di incidente per una cattiva manutenzione del fondo stradale.Completa il commento un pratico Formulario, anche su Cd-Rom compilabile e stampabile, e una raccolta di casistica Giurisprudenziale sulle tematiche trattate.

Roberto Cataldi, Paolo Storani, Francesca Romanelli, Valeria Zeppilli, Elisa Barsotti | 2016 Maggioli Editore

39.00 €  37.05 €

Pubblico Registro Automobilistico e motorizzazione: riordino delle competenze

Di competenza Aci continuerà ad essere il bollo auto. E’ appena scaduto il termine per il pagamento della tassa su auto e moto senza subire sanzioni e interessi di mora. Generalmente, infatti, il pagamento della tassa automobilistica va effettuato dal proprietario del veicolo entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di scadenza.

Ravvedimento operoso: cosa fare se il bollo auto è scaduto, non pagato o pagato in ritardo?

E’ possibile rimediare alla violazione di mancato o ritardato pagamento bollo auto 2017, ricorrendo al cd. ravvedimento operoso.

In caso di ritardo nel pagamento del bollo auto o moto, maturano sanzioni e interessi di mora. Tuttavia, prima di un anno dalla scadenza, non si riceverà nessun avviso da parte della Regione di residenza. A quel punto, infatti, la stessa invierà un avviso bonario, che renda noto al contribuente che, nel caso in cui non provveda al saldo, la sanzione sarà aumentata del 30% del tributo non pagato o pagato in ritardo, oltre agli interessi di mora.

Se anche dopo l’avviso il pagamento non è perfezionato, il bollo auto scaduto viene iscritto a ruolo e viene emessa la relativa cartella di pagamento Equitalia o di altro agente della riscossione.

Manuale pratico di infortunistica stradale

Un manuale dal taglio pratico e operativo che, con formulario e giu- risprudenza, risponde alle esigenze dei professionisti quotidianamente alle prese con la composita e complessa disciplina della responsabilità da circolazione stradale. Avvocati, Magistrati, Periti, Consulenti e Assicuratori troveranno in questo volume un supporto utile nell’esercizio della propria attività, anche attraverso le risposte che la giurisprudenza ha fornito ai molti dubbi interpretativi sorti in materia nel corso degli anni. L’opera risulta infatti aggiornata alle più recenti pronunce giurisprudenziali e novità legislative, tra le quali si segnala il decreto ministeriale 19 luglio 2016 di aggiornamento delle tabelle del danno biologico di lieve entità. I primi due capitoli sono dedicati alla procedura stragiudiziale e alla procedura giudiziale per il risarcimento danni. A seguire sono trattati i seguenti temi:- rilevazione dell’incidente stradale e precostituzione della prova;- responsabilità ex art. 2054 c.c.;- sistema dell’assicurazione obbligatoria;- risarcimento del danno patrimoniale e non patrimoniale;- prescrizione del diritto al risarcimento danni;- tutela del terzo trasportato. La seconda parte del testo esamina singole fattispecie di rilevante interesse, quali:- sinistri stradali occorsi in Italia con veicoli immatricolati all’estero;- sinistri occorsi all’estero;- Fondo di garanzia per le vittime della strada;- responsabilità del produttore per i difetti di costruzione. L’ultimo capitolo è una trattazione chiara ed esauriente dei profili penali e processualpenalistici connessi alla circolazione stradale. Ciascun capitolo è completato da un formulario che permette l’im- mediata traduzione sul piano pratico degli argomenti affrontati.  Tutte le formule sono anche disponibili sul Cd-Rom allegato, in for- mato editabile e stampabile. Maurizio De Giorgi, Avvocato, ha pubblicato numerosi volumi, saggi e note di approfondimento. È stato docente nei corsi di alta formazione della European School of Economics.                Volumi collegati Roberto Cataldi – Paolo Storani Francesca Romanelli – Valeria Zeppilli Elisa Barsotti Insidie stradali e responsabilità della PA e di altri soggetti, II ed., 2017           Requisiti hardware e software • Sistema operativo: Windows® 98 o successivi • Browser: Internet • Programma capace di editare documenti in formato RTF (es. Microsoft Word)

a cura di Maurizio De Giorgi | 2016 Maggioli Editore

65.00 €  61.75 €

Sanzioni e interessi di mora: a quanto ammontano?

  • Se pagato entro 14 giorni dalla data di scadenza: sanzione ridotta pari allo 0,1% dell’importo del bollo dovuto per ogni giorno di ritardo.
  • Se pagato dal 15° al 30° giorno rispetto al termine previsto: la sanzione ridotta pari a 1,50% dell’importo del tributo non pagato, oltre agli interessi di mora pari allo 0,2% da calcolare per ogni giorno di ritardo;
  • Se pagato dal 31° giorno al 90° giorno: sanzione ridotta pari a 1,67%, oltre agli interessi di mora;
  • Se pagato dal 91° giorno ma entro 1 anno dalla data di scadenza originaria: si ha diritto a fruire della sanzione ridotta pari a 3,75%, oltre agli interessi di mora.

[su_button url=”https://www.leggioggi.it/tags/agenzia_entrate/” target=”blank” style=”flat” background=”#009ac0″ color=”#ffffff” size=”10″ wide=”yes” center=”yes” icon=”icon: hand-o-right” desc=”Approfondisci Speciale Agenzia Entrate” title=”Approfondisci Speciale Agenzia Entrate”][/su_button]

Redazione
Tag