Scadenze di febbraio 2019: fisco, concorsi, pensioni, agevolazioni

Redazione 26/02/19
Scarica PDF Stampa
Il mese più corto dell’anno non fa eccezione agli altri: è comunque carico di termini da rispettare in tema fiscale, pensionistico, di presentazione istanze e anche per le domande di concorso: soprattutto in questo nuovo anno con scadenze di febbraio 2019 che richiamano all’attenzione e non accettano ritardi. Alcune sono già chiuse, per altre abbiamo ancora qualche giorno.

Pensiamo ad esempio a chi lavora nl comparto scuola e vuole accedere a Quota 100 o pensione anticipata, a chi si trova alle prese con adempimenti fiscali come esterometro, spesometro, liquidazione Iva, regime forfetario, e anche a chi vuole tentare la sorte e provare ad accedere a Concorsi pubblici, per aggiudicarsi un posto di lavoro nella pubblica amministrazione.

Scorriamo allora il calendario delle principali scadenze di questo febbraio 2019.

SCADENZE FISCALI 

Consulta lo speciale Fisco 

11 febbraio 2019

Richiesta di attribuzione del credito d’imposta previsto per i compensi corrisposti agli avvocati e/o agli arbitri nei procedimenti di negoziazione assistita e/o di arbitrato.

In particolare, i soggetti che hanno corrisposto, nell’anno 2018, il compenso agli avvocati che li hanno ai sensi del Capo II del D.L. n. 132/2014 conclusi con successo, e i soggetti che hanno corrisposto, nell’anno 2017, il compenso agli arbitri nel procedimento di cui al capo I del D.L. n. 132/2014 sempre che si sia concluso con lodo, possono presentare istanza di attribuzione del credito d’imposta

La richiesta di attribuzione del credito d’imposta deve essere proposta compilando l’apposito modulo (FORM), disponibile in un’area dedicata, denominata “Incentivi fiscali alle misure di degiurisdizionalizzazione di cui al D.L. n. 132 del 2014”, del sito internet del Ministero della Giustizia

15 febbraio 2019

  • Ravvedimento: Ultimo giorno utile per la regolarizzazione dei versamenti di imposte e ritenute non effettuati o effettuati in misura insufficiente entro il 16 gennaio 2019, con maggiorazione degli interessi legali e della sanzione ridotta a un decimo del minimo (ravvedimento breve). Questo vale sia per le persone fisiche, che per lavoratori autonomi, imprenditori artigiani e commercianti, rappresentanti di commercio, società.

18 febbraio 2019

  • la liquidazione IVA per i contribuenti mensili;
  • l’invio all’Agenzia delle Entrate delle fatture elettroniche, con i relativi file XML, da parte dei contribuenti che hanno optato per la liquidazione Iva mensile; questo per effetto della moratoria sulle sanzioni.
  • gli adempimenti periodici IVA, IRPEF e contributi INPS. Il 16 febbraio cade di sabato, ecco perché i termini slittano al 18 febbraio 2019. Entro questo giorno quindi bisogna versare mediante F24 online l’Iva relativa al mese di gennaio 2019 per i contribuenti mensili, le ritenute sui compensi di lavoro dipendente, autonomo e di capitale corrisposti nel mese di gennaio, i «contributi Inps per i dipendenti, i collaboratori coordinati e continuativi relativi a gennaio. Inoltre bisogna anche versare i contributi Inps in misura fissa per artigiani e commercianti riferiti al quarto trimestre 2018, il versamento del premio Inail relativo al saldo 2018 ed all’acconto 2019, in unica soluzione o come prima rata

25 febbraio 2019

Entro il 25 febbraio si devono inoltre presentare gli elenchi Intrastat delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi rese nel mese precedente nei confronti dei soggetti UE. Lo si deve fare esclusivamente in via telematica all’Agenzia delle Dogane mediante il Servizio Telematico Doganale E.D.I. (Electronic Data Interchange) oppure all’Agenzia delle Entrate sempre mediante invio telematico

28 febbraio 2019

Ultimo giorno del mese.

  • Dopodiché non scordatevi la trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate della Comunicazione dei dati riepilogativi delle liquidazioni periodiche Iva (Lipe) relativa al quarto trimestre 2018, sia per i contribuenti mensili che per quelli trimestrali,
  • Pagamento 5° e ultima rata rottamazione bis (Decreto legge 148/2017) per i carichi affidati all’Agenzia delle Entrate Riscossione dal 1° gennaio al 30 settembre 2017.
  • E’ l’ultimo giorno per il pagamento del bollo auto di tutti gli autoveicoli con bollo scadente nel mese di gennaio 2019 e per le auto immatricolate negli ultimi 10 gg. del mese di gennaio 2019,
  • versamento dell’ultima rata delle somme iscritte nei ruoli affidati all’Agenzia della Riscossione, in relazione all’istanza presentata entro il 15 maggio 2018.

Consulta lo speciale Rottamazione cartelle esattoriali

ALTRE SCADENZE 

Veniamo ora alle altre scadenze, quelle non propriamente fiscali, ma altrettanto importanti, soprattutto alla luce delle novità in arrivo in tema pensioni e non solo. Qui la data fondamentale è l’ultimo giorno del mese: il 28 febbraio.

Consulta lo speciale Quota 100 e Pensione anticipata 

28 febbraio 2019

  • scadenze domande Quota 100 e pensioni anticipate comparto scuola: dipendenti e personale della scuola che vuole accedere alle opportunità di anticipo pensionistico, date da Quota 100 we Pensione anticipata, possono presentare domanda di cessazione fino al 28 febbraio 209 e poi procedere alla domanda Inps.
  • domanda Inps riduzione contributi regime forfetario 2019: i titolari di partita iva nel regime forfetario che svolgono attività di impresa possono accedere all’agevolazione sui contributi Inps, con la riduzione del 35 per cento rispetto ai contributi ordinari richiesti. Per farlo però occorre presentare domanda Inps di riduzione contributi entro il 28 febbraio 2019.
  • istanze indennità per il fermo pesca: scadenze in vista anche per i pescatori interessati dal fermo pesca 2018, se vuole ricevere l’indennità relativa ai giorni in cui non si è potuto uscire in mare per pescare. La richiesta va presentata entro il 28 febbraio 2019 e lo si può fare attraverso il sistema telematico denominato “CIGSonline”.

SCADENZE CONCORSI 

Consulta lo speciale Concorsi pubblici

11 febbraio 2019

Domanda Concorso segretari comunali: Il termine per l’iscrizione al sesto corso-concorso Segretari Comunali e Provinciali è stato prorogato all’11 febbraio 2019, ultimo giorno utile per candidarsi.

17 febbraio 2019

Concorsi Oss e Infermieri Catanzaro. Stando ai bandi pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale n.5 del 18-01-2019, l’Ospedale “Mater Domini” di Catanzaro offre un totale di 167 posti di lavoro dei quali 65 da infermiere e 102 da Operatore Socio Sanitario (OSS) cat.BS: i vincitori dei rispettivi concorsi saranno assunti a tempo pieno ed indeterminato presso l’ospedale. Vediamo insieme quali sono i requisiti necessari per accedere al concorso per il posto da Operatore Socio Sanitario e come presentare domanda entro il termine ultimo, fissato per il 17 febbraio 2019.

Leggi anche “Concorso Oss Catanzaro: domanda entro il 17 febbraio”

Leggi anche “Concorsi infermieri Catanzaro: domanda entro il 17 febbraio”

PROROGHE DELL’ULTIMO MINUTO

Alcune scadenze hanno invece beneficiato di proroghe dell’ultimo minuto. Ecco quali:

  • Spesometro, la trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate della Comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute relativa al secondo semestre 2018. E’ stata prorogata al 30 aprile 2019. 
  • Un’altra scadenza prorogata al 30 aprile 2019 è quella per l’Esterometro, cioè la trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate della comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute dall’estero relativa al mese di gennaio 2019.
  • Comunicazione Enea dei lavori di ristrutturazione ai fini delle detrazioni relative ai bonus casa 2019: scadenza prorogata al 21 febbraio.

Potrebbe interessarti anche il seguente volume:

Novità fiscali 2019

Il volume presenta e commenta le numerose novità fiscali derivanti sia dal D.L. semplificazione fiscale (D.L. 23 ottobre 2018, n. 119, convertito nella Legge 17 dicembre 2018, n. 136), che dalla Legge di bilancio 2019 (Legge 30 dicembre 2018, n. 145), di cui si segnalano:• pace fiscale (definizioni agevolate, rottamazione delle cartelle, etc.)• introduzione nuova mini-Ires• riapertura termini per la rivalutazione dei beni di impresa, riallineamento e estromissione agevolata dei beni• novità Iva e fatturazione elettronica• modifica regime forfettario e introduzione della flat tax• cedolare secca per immobili commerciali• imposizione agevolata per attrarre pensionati nel “Mezzogiorno”.NICOLA FORTEDottore Commercialista e Revisore dei Conti in Roma. È consulente fiscale di Persone fisiche, Associazioni, Imprese, Società, Enti no profit, Operatori del settore sportivo, Enti religiosi, Fondazioni, Ordini professionali, Associazioni di categoria. Partecipa a commissioni e comitati, scientifici o direttivi, del Consiglio Nazionale del Notariato, dell’ODCEC di Latina, della Fondazione Accademia Romana di Ragioneria Giorgio Di Giuliomaria, del CNDCEC. È relatore a convegni e a videoconferenze su tematiche fiscali. Svolge attività di docenza nei corsi di formazione organizzati dalla SNA “Scuola Nazionale dell’Amministrazione”, da “Il Sole 24 Ore”, dalla “Scuola di Notariato Anselmo Anselmi” di Roma, da Federazioni e Associazioni sportive, da Ordini professionali e Associazioni di categoria.È autore di 20 monografie in materia di diritto tributario e oltre 500 articoli su quotidiani e riviste specializzate. Partecipa a trasmissioni radiofoniche e televisive con interviste e servizi di risposte a quesiti del pubblico.VALERIA RUSSOFunzionario tributario Agenzia Entrate, in servizio presso la Direzione Centrale Grandi Contribuenti. Dottore di ricerca in Diritto tributario delle società. Dottore commercialista e revisore legale, ha pubblicato libri di approfondimento in materia tributaria, nonché numerosi articoli per le riviste di settore e la stampa specializzata. Svolge, altresì, attività di relatore/docente in corsi e convegni organizzati da associazioni professionali e dall’Amministrazione finanziaria.

Nicola Forte, Valeria Russo | 2019 Maggioli Editore

22.00 €  20.90 €

Redazione