Concorsi Politecnico di Torino, 15 posti: requisiti, domanda e prove

Elena Bucci 19/10/22
Scarica PDF Stampa
Nella Gazzetta Ufficiale del 18 ottobre 2022, è stato pubblicato l’avviso che dà il via ai nuovi Concorsi Politecnico di Torino per la copertura di 15 posti di vari profili professionali a tempo pieno e indeterminato o determinato, per taluni Dipartimenti dell’Ateneo. In particolar modo, i posti messi a disposizione dai bandi sono distribuiti come di seguito per area e profilo professionale:
  • 6 posti in area amministrativa-gestionale di categoria D, a tempo pieno e determinato, nel profilo di Innovation Manager;
  • 6 posti in area amministrativa-gestionale di categoria D, a tempo pieno e determinato, nel profilo di Exchange Manager,
  • 1 posto in area tecnico-scientifica di categoria D, a tempo pieno e indeterminato;
  • 1 posto in area tecnico-scientifica di categoria C, a tempo pieno e indeterminato, nel profilo di Tecnico di Laboratorio.
  • Inoltre, il Politecnico di Torino ha indetto anche un concorso per la formazione di una graduatoria utile alla costituzione di rapporti di lavoro a tempo indeterminato o determinato e a tempo pieno di categoria D, per l’area amministrativa gestionale.

    Vediamo nel dettaglio come candidarsi correttamente alla procedura, quali sono i requisiti richiesti e le prove d’esame previste dai bandi.
    Concorsi Politecnico di Torino: requisiti Per avere accesso alle procedure concorsuali indette dal Politecnico di Torino, gli aspiranti candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti alla data di scadenza del bando:
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • età non inferiore a diciotto anni;
  • idoneità fisica;
  • assenza di condanne penali che possano impedire, secondo le normative vigenti, l’istaurarsi del rapporto di impiego;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo, né essere stati licenziati per motivi disciplinari, né destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento ovvero non essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale per aver conseguito l’impiego mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile ai sensi dell’art. 127, primo comma, lett. d) del D.P.R. 10/1/1957 n. 3;
  • posizione regolare riguardo agli obblighi di leva per i candidati di sesso maschile nati fino al 1985;
  • non avere un grado di parentela o affinità, entro il quarto grado compreso, con il Rettore, il Direttore Generale, un componente del Consiglio di Amministrazione.
  • Inoltre, per i profili di categoria D è richiesto il possesso di una Laurea Magistrale/Specialistica o di un Diploma di Laurea di vecchio ordinamento. Per quanto riguarda, invece, il profilo tecnico di categoria C, è sufficiente il Diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale. Scarica i bandi
    Concorsi Politecnico di Torino: invio domande Le domande di ammissione alle selezioni del Politecnico di Torino devono essere compilate e presentate, pena l’esclusione, entro e non oltre le ore 15 del 17 novembre 2022, esclusivamente per via telematica, attraverso la procedura disponibile alla pagina web https://careers.polito.it/

    La partecipazione al concorso comporta il versamento di un contributo non rimborsabile pari a 10 euro.
    Concorsi Politecnico di Torino: prove d’esame Le prove d’esame dei Concorsi Politecnico di Torino si articolano come segue:
  • una prova scritta, che potrà essere effettuata su personal computer attraverso l’utilizzo di applicativi in ambiente Windows (Word, Excel, Access, Power Point) sarà volta all’accertamento del possesso delle conoscenze e competenze inerenti il profilo ricercato;
  • una prova orale, volta ad approfondire le tematiche che costituiscono gli argomenti della prova scritta, dando particolare spazio alle eventuali esperienze lavorative nel settore già acquisite dal candidato e risultanti dal curriculum.
  • Inoltre, durante lo svolgimento delle prove d’esame saranno accertate l’ottima conoscenza della lingua inglese e dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse.
    Concorsi Politecnico di Torino: come prepararsi Per la preparazione dei concorsi del Politecnico di Torino consigliamo il seguente volume:
    FORMATO CARTACEO
    Manuale di Legislazione universitaria Il manuale racchiude, in un unico volume di facile lettura, tutta la materia del diritto delle amministrazioni universitarie e della loro gestione finanziaria e contabile. Ciò costituisce anche la logica conseguenza di una formazione scientifica e/o professionale acquisita a vario titolo dagli autori: funzionari, ricercatori, studiosi di diversi sistemi gestionali. Vengono trattati in maniera completa e mirata tutti gli aspetti giuridici, gestionali e contabili della vita di un Ateneo, compresa l’attività di diritto privato e l’impiego alle dipendenze delle amministrazioni universitarie: materie queste ultime di vitale importanza, improntate più di altre a un taglio critico e scientifico, anche in considerazione della loro delicatezza e delle non comuni difficoltà applicative. La nuova edizione prevede la presenza a fine di ogni capitolo di una selezione di quiz a risposta multipla con soluzione commentata che permettono un veloce ripasso dell’argomento e una verifica della propria preparazione. Il testo si conclude con un’utile Appendice normativa contenente i testi legislativi del DPCM n. 166/2020 (Regolamento sull’organizzazione del Ministero dell’Istruzione) e del DM 25 marzo 2021 (Linee generali d’indirizzo della programmazione delle Università 2021-2023), corredati da una selezione di quiz di verifica. Il testo, oltre a essere caratterizzato dalle finalità di approfondimento necessario per chi si accinge a partecipare a concorsi per la selezione o la progressione di carriera del personale universitario, costituisce uno strumento utile per chi svolge quotidianamente funzioni di gestione in ambito pubblico e ha necessità di documentarsi e aggiornarsi. a cura di Cesare Miriello Dottore di Ricerca (PhD) in «Diritto Civile Persona e Mercato» presso l’Università di Urbino e in «Scienze Mediche Generali e Scienze dei Servizi» presso l’Università di Bologna. Tra gli atri incarichi, ha ricoperto quello di Capo di Gabinetto del Rettore dell’Università della Calabria, di Assistente del Rettore dell’Università di Trento e di Responsabile Gestionale della Scuola di Specializzazione in Studi sull’Amministrazione Pubblica (SPISA) dell’Università di Bologna. Contributi di: Chiara Bonora, Michele Buratin, Paola Cassone, Marco Degani, Massimiliana Equizi, Paolo De Angelis, Annamaria Donini, Giovanni Longo, Iole Petrone, Giuseppe Rana, Anna Rota, Stefano Santarsiere. Cesare Miriello (a cura di) | Maggioli Editore 2021
    39.90 €
    Elena Bucci