Carta Spesa Dedicata a te 2023: elenco beni e negozi che la accettano

Chiara Arroi 18/07/23
Scarica PDF Stampa Allegati

I beneficiari della Carta spesa Dedicata a te 2023 hanno a disposizione 382,50 euro da spendere in catene e negozi convenzionati. Dopo aver ritirato la Carta negli uffici postali, a partire dal 18 luglio quindi, sarà possibile utilizzare questa nuova card prepagata per acquistare beni di prima necessità, come pane, latte e non solo.

Come spiegato in un precedente messaggio Inps di metà giugno, i cittadini beneficiari riceveranno comunicazione dal proprio Comune di residenza, del riconoscimento del beneficio. la persona sarà dunque invitata a presentarsi per il ritiro della carta presso gli uffici postali. Per effettuare il ritiro, è necessario presentare la comunicazione ricevuta dal Comune,  che contiene l’abbinamento del codice fiscale del beneficiario al codice della carta assegnata. 
 

Resta ora da capire dove si può utilizzare in concreto la carta solidale acquisti, ribattezzata Carta spesa Dedicata a te, quindi i negozi convenzionati, che accetteranno la prepagata. Ecco le risposte.

Indice

Carta spesa Dedicata a te 2023: requisiti Isee e importo

Non tutti riceveranno la Carta spesa Dedicata a te 2023. I beneficiari del sussidio devono essere appartenenti ai nuclei familiari (composti da almeno tre persone), residenti nel territorio italiano, in possesso di questi requisiti:

  • iscrizione nell’Anagrafe comunale;
  • Certificazione ISEE ordinario, in corso di validità, non superiore ai 15 mila euro.

Il nucleo familiare preso in considerazione è quello attestato nella Dichiarazione sostitutiva unica (DSU), riportata nella relativa attestazione ISEE ordinario, presente nelle banche dati dell’INPS alla data di pubblicazione del decreto in gazzetta, quindi il 12 maggio 2023.

Chi non ha un ISEE ordinario alla data del 12 maggio 2023 non può accedere alla Carta.

Carta spesa Dedicata a te 2023: istruzioni ritiro e utilizzo

Come detto sopra, la carta spesa Dedicata a te 2023 va ritirata negli uffici di Poste italiane, previa presentazione della comunicazione ricevuta dal Comune. In questa comunicazione infatti sono specificati i dati del beneficiario, con l’abbinamento del codice fiscale alla carta assegnata. E’ quindi necessaria per il riconoscimento sia della persona che ha diritto al sussidio sia della carta da consegnare.

 Chi vuole leggere l’elenco degli uffici, può accedere al sito di Poste Italiane o nell’app di Poste Italiane alla voce “cerca ufficio postale  e prenota”.

Altro aspetto importante sul ritiro di Dedicata a te è che non tutti possono andare in posta e pretendere la consegna della card. La carta può essere ritirata solo dal beneficiario, salvo possibilità di delegare un’altra persona.  

Le carte saranno operative a partire da luglio 2023, senza necessità di farne domanda: per attivarle è necessario effettuare un primo pagamento con la carta assegnata entro il 15 settembre 2023. 

Scarica Allegato

Decreto Interministeriale – individuazione famiglie beneficiarie Carta Spesa 576 KB

Iscriviti alla newsletter per poter scaricare gli allegati

Grazie per esserti iscritto alla newsletter. Ora puoi scaricare il tuo contenuto.

Carta spesa Dedicata a te 2023: elenco negozi che la accettano

Prima cosa da sottolineare è che la carta spesa Dedicata a te 2023 può essere utilizzata presso tutti gli esercizi commerciali che vendono generi alimentari.

Il Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste ha infatti siglato accordi con tutti gli esercizi aderenti, appartenenti alla grande distribuzione organizzata e non solo, per l’applicazione di un ulteriore sconto del 15% in favore dei possessori delle carte. 

Carta spesa Dedicata a te 2023: elenco beni alimentari acquistabili

Nell’Allegato 1 al decreto attuativo della carta acquisti solidale 2023 è presente l’elenco di tutti i beni di prima necessità acquistabili, con esclusione di qualsiasi tipologia di bevanda alcolica, nello specifico:

  • carni suine, bovine, avicole, ovine, caprine, cunicole
  • pescato fresco
  • latte e suoi derivati
  • uova
  • oli d’oliva e di semi
  • prodotti della panetteria (sia ordinaria che fine), della pasticceria e della biscotteria
  • paste alimentari
  • riso, orzo, farro, avena, malto, mais e qualunque altro cereale
  • farine di cereali
  • ortaggi freschi, lavorati
  • pomodori pelati e conserve di pomodori
  • legumi
  • semi e frutti oleosi
  • frutta di qualunque tipologia
  • alimenti per bambini e per la prima infanzia (incluso latte di formula)
  • lieviti naturali
  • miele naturale
  • zuccheri
  • cacao in polvere
  • cioccolato
  • acque minerali
  • aceto di vino
  • caffè, tè, camomilla

(Fonte MASAF)

Per restare aggiornato in tema di sussidi e welfare puoi iscriverti gratis alla Newsletter di LeggiOggi, compilando il form qui sotto:

Iscriviti alla newsletter

Si è verificato un errore durante la tua richiesta.

Scegli quale newsletter vuoi ricevere

Autorizzo l’invio di comunicazioni a scopo commerciale e di marketing nei limiti indicati nell’informativa.

Cliccando su “Iscriviti” dichiari di aver letto e accettato la privacy policy.

Iscriviti

Iscrizione completata

Grazie per esserti iscritto alla newsletter.

Seguici sui social