Calendario pagamenti Agosto 2020: pensioni, Rdc, Pdc, Bonus Renzi, Naspi, bonus bebè

Scarica PDF Stampa
Alla luce delle numerose prestazioni in favore dei soggetti meno abbienti, aggiunte anche a seguito del diffondersi del Covid-19, è opportuno riepilogare il calendario dei pagamenti relativi al mese di agosto 2020. Infatti, non tutte le prestazioni a sostegno del reddito seguono un’unica data che è uguale per tutti i cittadini. La data di pagamento varia in funzione innanzitutto del tipo di prestazione in oggetto da pagare, da quando è stata presentata la domanda ma anche dello strumento utilizzato per la riscossione dell’importo dovuto dall’INPS (carta elettronica, bonifico bancario, ecc.).

Non bisogna dimenticare, poi, che negli ultimi mesi sono cambiate anche le date di pagamento delle pensioni. Difatti, sempre per via del Coronavirus, e per evitare che si creino assembramenti presso gli uffici postali, è stato previsto il pagamento anticipato per chi riscuote il trattamento fisicamente, in modo scaglionato in base al cognome.

Andiamo in ordine e vediamo quindi nel dettaglio il calendario dei pagamenti di agosto 2020 per pensioni, RdC, PdC, bonus Renzi e bonus bebè.

Calendario pagamenti Agosto 2020: pagamento anticipato delle pensioni

Al fine di consentire ai beneficiari dei pagamenti di recarsi presso gli uffici postali in sicurezza, è stata estesa anche al mese di agosto– come avvenuto anche per i mesi di maggio, giugno e luglio – l’anticipazione del pagamento delle prestazioni. In altre parole, con l’allegata Ordinanza OCDPC n. 684/2020, è stato disposto l’anticipo delle prestazioni mediante accesso contingentato degli utenti nel rispetto delle misure di contenimento della diffusione del virus COVID-19.

>> Calendario Pensioni Agosto 2020: date e modalità di accredito

In particolare, le date di erogazione delle pensioni sono suddivise in base alle iniziali del cognome del titolare della prestazione, come di seguito indicato:

  • A-B lunedì 27 luglio;
  • C-D martedì 28 luglio;
  • E-K mercoledì 29 luglio;
  • L-O giovedì 30 luglio;
  • P-R venerdì 31 luglio;
  • S-Z sabato 1° agosto.

Nello specifico, l’anticipo riguarda la rata di agosto:

  • delle pensioni;
  • degli assegni;
  • delle pensioni;
  • delle indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili di cui all’art. 1, co. 302, della L. n. 190/2014.

Naturalmente, come anticipato in premessa, l’agevolazione riguarda unicamente la riscossione personale presso gli uffici postali. Quindi, tutti quei pensionati che si recano fisicamente a ritirare la rata pensionistica. Si ritengono esclusi, pertanto, coloro che ricevono il trattamento previdenziale direttamente in banca.

Calendario pagamenti Agosto 2020: il Reddito e Pensione di Cittadinanza

Sia il Reddito di Cittadinanza che la Pensione di Cittadinanza, dovrebbero essere erogati a fine mese a partire dal giorno 27 agosto 2020, sulla carta prepagata della posta RdC e PdC.

Si ricorda, al riguardo, che per ricevere correttamente i pagamenti occorre necessariamente aggiornare il modello Isee ordinario 2020. L’INPS, come di consueto, prenderà come riferimento per il calcolo del RdC, i redditi del 2018 ed i trattamenti assistenziali in corso di godimento, come la carta acquisiti.

Carta Rdc: guida completa all’utilizzo 

In caso, invece, di RdC o PdC presentata entro il 31 agosto 2020, l’elaborazione e le relative disposizioni di pagamento sono inviate dall’INPS a partire dal 15 settembre 2020. Successivamente, Poste Italiane avrà cura di distribuire la carta PdC con già accreditata la somma spettante.

Calendario pagamenti Agosto 2020: la Naspi

Come noto, la disoccupazione NASpI è una prestazione a sostegno del reddito riconosciuta a chi ha perso involontariamente la propria occupazione. Quindi, vi rientrano tutti quei lavoratori che hanno cessato il rapporto di lavoro perché titolari di un contratto a termine o coloro che sono stati licenziati per motivi economici.

Per quanto concerne i pagamenti, questi ultimi avvengono mensilmente, entro il 15 del mese successivo. Dunque, la disoccupazione Naspi ad agosto 2020 dovrebbe essere pagata entro il 14 o 15 agosto 2020. Lo scorso anno, si ricorda, i pagamenti partirono dal giorno 9 agosto.

Calendario pagamenti Agosto 2020: il bonus bebè

Passando al bonus bebè, ossia l’assegno di natalità, si afferma innanzitutto che i pagamenti avvengono mensilmente. Quindi, il pagamento del mese di agosto 2020 dovrebbe avvenire entro i primi 15-20 giorni del mese.

Calendario pagamenti Agosto 2020: il bonus Renzi NASpI

Altra prestazione importante è il cd. “bonus Renzi” calcolato sulla NASpI. Si ricorda che la predetta prestazione, di importo pari a 100 euro dal mese di luglio 2020, non è riconosciuto a tutti e molte volte nell’anno viene bloccato.

Nello specifico, l’INPS eroga il bonus solamente al verificarsi di determinate condizioni e requisiti che si riepilogano di seguito:

  • disoccupati in Naspi,
  • percettori dell’Assegno APE sociale, che superano un reddito annuale presunto dell’indennità di disoccupazione o pensione ape sociale, di 8.174 euro.

Resta fermo che laddove il bonus Renzi non viene percepito sulla disoccupazione Naspi durante l’anno, il cittadino potrà farne richiesta in sede di dichiarazione dell’anno successivo.

Per verificare che il bonus sia stato effettivamente erogato sulla NASpI, l’utente può collegarsi sul sito INPS e controllare il calendario dei pagamenti “Bonus Renzi 2020”. Orientativamente, i pagamenti del “Bonus Renzi di agosto 2020” dovrebbero avvenire entro il 15-20 agosto.

Calendario pagamenti Agosto 2020: il Reddito di emergenza 

Infine, con riferimento al nuovo sostegno al reddito per i soggetti non coperti da alcuna tutela, ossia il Reddito di emergenza, si conferma che per l’importo sarà erogato nel mese di agosto 2020. Quindi, chi presentato la domanda entro il 31 luglio 2020, riceverà la prestazione il prossimo mese di agosto.

Diversamente, chi ha ricevuto il primo pagamento a metà luglio, deve attendere la seconda data di disponibilità entro i primi 15 giorni del mese di agosto 2020.

Possono interessarti anche:

Quadro sinottico Decreti Covid-19 – eBook

Decreti “Cura Italia”, “Liquidità” e “Rilancio”, questi i nomi con cui sono stati battezzati i tre provvedimenti principali, tralasciando i vari Dpcm, assunti dal Governo, nel periodo dell’emergenza epidemiologica Covid-19.In realtà, nonostante le diverse terminologie, tutti i tre decreti contengono misure dirette a fronteggiare l’emergenza, con disposizioni per il sostegno di imprese, lavoratori e famiglie, ma giudicate insufficienti a contrastare gli effetti economici, non solo immediati, dell’epidemia;  l’appunto viene rivolto soprattutto, in una visione strutturale e strategica, al decreto Rilancio. I decreti sono inoltre accomunati:- dall’incertezza del percorso di conversione in legge: fin dai giorni successivi alla loro pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, si è prodotto un flusso di emendamenti che ha dato un senso di provvisorietà alle disposizioni appena emanate. Alla data di stampa del presente ebook è in corso di conversione il decreto di Rilancio con previsione di rilevati modifiche;- dall’inefficacia di molte misure in assenza dei relativi provvedimenti attuativi. Sono 165 i decreti attuativi previsti e ad oggi ne risultano emanati circa il 20%;- dalla tecnica redazionale che rende la lettura un percorso ad ostacoli tra incroci, rimandi, eccezioni, esclusioni, richiami a catena a normative nazionali ed europee, con termini non sempre coerenti e provvedimenti che si sovrappongono; – dal moltiplicarsi di circolari, comunicati e messaggi di Agenzia entrate, Inps e associazioni di riferimento (ABI, Confindustria, ecc.), spesso necessarie, ma che hanno richiesto un’incessante attenzione.In questo contesto, studio verna ha ritenuto utile produrre delle tabelle di sintesi che potessero essere d’ausilio per avere un quadro d’insieme, semplificare la comprensione delle diverse misure ed individuare, da parte dei vari operatori, i provvedimenti di specifico interesse, pur essendo il percorso legislativo, attuativo ed interpretativo, ancora ancora tutt’altro che concluso.In questa seconda edizione, sono evidenziate in rosso le modifiche intervenute per effetto principalmente della legge 17 luglio 2020, n. 77, di conversione del decreto Rilancio, nonché dei diversi provvedimenti attuativi e della prassi ufficiale.Studio Verna Società ProfessionaleLo Studio Verna Società Professionale, costituitasi nel 1973, è la più antica società semplice professionale ed offre consulenza ed assistenza economico-giuridica a Milano, con studi anche a Roma e Busto Arsizio. Persegue una politica di qualità fondata su etica, competenza e specializzazione. I suoi soci hanno pubblicato oltre un centinaio di libri ed articoli in materia contabile, societaria, concorsuale e tributaria, oltre un manuale di gestione della qualità per studi professionali.

Studio Verna Società Professionale | 2020 Maggioli Editore

16.90 €  14.37 €

Reddito di cittadinanza

L’introduzione del Reddito di Cittadinanza ha dato corpo e struttura alla svolta intrapresa dal nostro Paese nelle politiche di contrasto alla povertà avvenuta con l’avvio del Reddito di Inclusione. Più che di una svolta, si è trattato di una vera e propria rivoluzione epocale, paragonabile alla creazione del Servizio Sanitario Nazionale e alla chiusura dei manicomi. Una rivoluzione frutto di un lungo percorso di sperimentazioni e battute di arresto che ha visto protagonisti governi di diverso colore negli ultimi venti anni, e che si inserisce in un contesto culturale, quello italiano, ancora molto legato all’idea di aiuto come di una mera erogazione monetaria dallo Stato e ancora poco preparato, forse, alle logiche del “contrasto alla povertà”, della “condizionalità”e della “inclusione attiva”.Sulla nuova misura è stato detto tutto e il contrario di tutto, da politici, giornalisti, opinionisti, esperti, generando confusione non solo tra i cittadini, ma anche tra gli stessi tecnici e tra gli operatori.La finalità di questo manuale è illustrare e spiegare la nuova misura nella sua globalità, sistematizzando in chiave tecnico/professionale tutte le informazioni e le conoscenze necessarie per una corretta interpretazione dell’impianto stabile e della struttura normativa di riferimento, con particolare riferimento alle innovazioni introdotte e alle ricadute operative e organizzative sui territori e gli Enti locali, pubblici e privati: questo è infatti il taglio che ha guidato l’esposizione dei vari argomenti, anche quelli all’apparenza solo di stretto interesse degli utenti finali. Più nello specifico, l’obiettivo degli autori è fornire agli operatori della formazione professionale, dei servizi di orientamento, delle agenzie per il lavoro, dei servizi sociali e dell’assistenza alle persone in condizione di svantaggio sociale, tutti gli strumenti di base per una piena comprensione dei dispositivi normativi connessi ad ampio raggio al Reddito di Cittadinanza. Nicoletta Baracchini Giurista esperta di legislazione sociale e sanitaria. Consulente ANCI in materia di ISEE e componente del gruppo ministeriale sull’attuazione dell’ISEE. Collabora con Regioni ed Enti locali per le normative in materia di organizzazione, regolamentazione e valutazione di servizi pubblici. Emilio Gregori Partner e senior consultant di Synergia e docente di Statistica presso l’Università L. Bocconi di Milano. Si occupa di analisi di sistema per i servizi sociali; svolge consulenza e attività di formazione relativamente alla programmazione e pianificazione territoriale delle politiche sociali e delle misure di contrasto alla povertà. Giovanni Viganò Partner e senior consultant di Synergia e docente di Metodi Quantitativi per le Scienze Sociali presso l’Università L. Bocconi di Milano. Esperto nella progettazione e implementazione di Sistemi Informativi Sociali, è stato consulente esperto per conto del Formez del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali nelle aree di Lavoro Comune con INPS e Regioni per l’implementazione del SIUSS.    

Nicoletta Baracchini – Emilio Gregori – Giovanni V | 2019 Maggioli Editore

29.00 €  27.55 €