Bonus trasporti 60 euro anche nel 2023: beneficiari e soglie Isee

Chiara Arroi 16/01/23
Scarica PDF Stampa Allegati
Anche nel 2023 ci sarà il bonus trasporti. Le domande erano infatti scadute il 31 dicembre 2022. L’ultimo decreto Trasparenza ha però prorogato la possibilità di chiedere i 60 euro anche quest’anno, ma solo fino a una certa soglia Isee. Il voucher da 60 euro è stato introdotto con il primo decreto Aiuti (dl n.50 del 2022), poi rifinanziato e potenziato con il decreto Aiuti Bis e infine confermato e incrementato dal terzo provvedimento di sostegni: il decreto Aiuti Ter. Serve come sostegno economico sugli abbonamenti ai trasporti pubblici locali, regionali, interregionali e nazionali, ed è rivolto a chi ha determinati requisiti. Il Decreto Trasparenza ha infine prorogato il bonus anche nel 2023. Novità di quest’anno: il voucher trasporti di 60 euro è legato alla soglia Isee di 20 mila euro. Vediamo di seguito come funziona il bonus trasporti da 60 euro rifinanziato e la procedura per richiederlo.
Indice
Bonus trasporti 60 euro: cos’è Come anticipato, si tratta di un voucher introdotto e man mano riconfermato fino ad oggi, rivolto a una specifica platea di cittadini, per aiutarli nell’acquisto di abbonamenti mensili per i mezzi di trasporto pubblico locale, regionale, interregionale e nazionale. Lo si può utilizzare su autobus, linee metropolitane e treni. Bonus trasporti: l’importo Il buono è pari al 100% della spesa da sostenere per l’abbonamento, sempre e comunque entro il tetto di 60 euro. Ricordiamo che il voucher:
  • non è cedibile ad altre persone, quindi è strettamente personale,
  • non costituisce reddito imponibile
  • non è conteggiato ai fine dell’ISEE
  • Decreto Aiuti Ter 2022
    Superbonus, trasporti, bonus 150 euro Scopri qui tutte le misure
    Bonus trasporti: chi può richiederlo Non tutti hanno accesso al bonus trasporti, rifinanziato nel 2023. La platea dei beneficiari deve rientrare in una certa soglia di reddito. Inoltre non spetta per tutte le tipologie di biglietto di trasporto. Possono inviare domanda i cittadini che rispettano questi paletti:
  • hanno un reddito non superiore a 20 mila euro nel 2021,
  • devono acquistare solo abbonamenti al trasporto pubblico locale, regionale, interregionale, nazionale. Non vale quindi sui singoli biglietti.
  • Come si utilizza il bonus trasporti da 60 euro L’utilizzo dell’attuale voucher ricalca le modalità scelte per il precedente bonus 60 euro trasporti, e disciplinate dal decreto interministeriale del 29 luglio scorso. Come detto nel precedente paragrafo, solo gli abbonamenti rientrano nella possibilità di accedere al voucher che, nel caso di abbonamenti mensili, deve essere utilizzato, acquistando un abbonamento, entro il mese solare di emissione. L’abbonamento può iniziare la sua validità anche in un periodo successivo. Gli abbonamenti possono comunque essere:
  • mensili,
  • per più mesi,
  • annuali.
  • Bonus trasporti 2022: quali treni sono esclusi dal voucher Gli abbonamenti al servizio ferroviario nazionale (i treni) sono compresi nel voucher 60 euro, ad esclusione di:
  • servizi di prima classe, executive, business, club executive,
  • salotto, premium, working area e business salottino.
  • Come richiedere il bonus trasporti 2023 Si potrà richiedere il bonus trasporti, mediante la riapertura delle nuove domande. In attesa del nuovo decreto attuativo, che specifichi l’operatività della misura, vediamo la procedura dettagliata utilizzata fino a dicembre scorso.
  • Prima regola: Il bonus si può chiedere per sé stessi o per un beneficiario minorenne a carico, quindi per i figli minori;
  • Il richiedente deve accedere a questo link: www.bonustrasporti.lavoro.gov.it, con SPID o Carta d’Identità Elettronica (CIE);
  • effettuato l’accesso, deve indicare il codice fiscale del beneficiario, ad esempio il genitore può richiedere il bonus per il figlio minorenne.
  • Vediamo ora come si entra nella piattaforma di richiesta bonus e come si inoltra l’istanza.
    bonus trasporti 1
  • Accedere al link: www.bonustrasporti.lavoro.gov.it >> Una volta entrati ci si trova davanti la schermata di sinistra “Richiedi il bonus” >> cliccare su “Entra come cittadino“.
  • Si può accedere utilizzando le credenziali SPID oppure con la Carta di identità elettronica (CIE)
  • All’atto della registrazione, il beneficiario fornisce le necessarie dichiarazioni sostitutive di autocertificazione riguardo alle seguenti informazioni:
  • a) nome, cognome, codice fiscale del beneficiario;
  • b) nel caso in cui il beneficiario sia minore, il richiedente, assieme al proprio codice fiscale, deve anche attestare che il minore sia fiscalmente a suo carico;
  • Bonus trasporti ottobre: elenco aziende Tpl aderenti Come comunicato dal Ministero del lavoro, circa 1.115 aziende del trasporto aderiscono all’iniziativa, attivando abbonamenti ad hoc.
    Per verificare se il proprio gestore del trasporto locale è già aderente all’iniziativa del voucher 60 euro è possibile consultare una lista messa a disposizione online dal Ministero dei trasporti.
    Elenco gestori trasporti aderenti al bonus 60 euro
    Chiara Arroi