Ape social e precoci, al via le domande per il 2018

Redazione 15/01/18
Scarica PDF Stampa
Per il 2018 si può già presentare domanda per Ape social e Lavoratori Precoci: scade il 31 marzo il termine per il primo anticipo pensionistico, il 28 febbraio per la quota 41.  Posssno presentare richiesta i lavoratori che maturano i requisiti entro il 2018, anche in una data successiva alla domanda.

Vediamo nel dettaglio le novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2018, i requisiti e le modalità e i tempi di presentazione della domanda.

Novità per Ape social dalla Legge di Bilancio 2018

Per l’Ape social la Legge di Bilancio 2018 ha introdotto una proroga alla scadenza della domanda di certificazione fino al 15 luglio e una maggiore priorità delle istanze presentate fino a tale data rispetto a quelle presentate successivamente (entro il 30 novembre), ma non è chiaro quale sarà invece al priorità rispetto a quelle presentate entro il 31 marzo.

Il provvedimento precisa, infatti, “che le domande presentate oltre il 15 luglio 2018 e, comunque, non oltre il 30 novembre 2018 sono prese in considerazione esclusivamente se all’esito del monitoraggio” restano ancora le risorse finanziarie.

Ampliata dalla Legge di Bilancio 2018 anche la platea di destinatari dell’Ape social e dei Lavoratori Precoci, sono stati inseriti anche:

  • disoccupati per scadenza di contratto a termine,
  • i caregiver di parenti fino al secondo grado,
  • quattro nuove categorie di addetti a mansioni gravose: marittimi, pescatori, siderurgici e agricoltori.

Previsto anche uno sconto contributivo per le donne con figli, pari a sei mesi per ogni figlio fino a un massimo di due anni.

Resta aggiornato con il nostro Speciale Pensione Anticipata

Requisiti per accedere a Ape social e Lavoratori Precoci

I requisiti per presentare la domanda di certificazione per l’Ape social sono i seguenti:

  • 63 anni di età (compleanno entro la fine del 2018),
  • 30 anni di contributi,
  • appartenere a una di queste categorie:
    • disoccupati involontari che abbiano finito di percepire il sussidio da almeno tre mesi,
    • caregiver che assistono da almeno sei mesi il coniuge o un parente di primo grado convivente con handicap in situazione di gravità, oppure un parente o affine di secondo grado convivente se i genitori o il coniuge con handicap ha almeno 70 anni oppure è affetto da patologie invalidanti,
    • invalidi almeno al 74%,
    • addetti a mansioni gravose (per almeno 6 anni negli ultimi 7, o 7 degli ultimi 10), con però 36 anni di contributi.

I requisiti per accedere alla pensione dei Lavoratori Precoci sono:

  • 41 anni di contributi (entro la fine del 2018), con un anno di contributi versati entro il compimento del 19esimo anno di età,
  • appartenere a una delle quattro categorie indicate anche per l’Ape social.

Come presentare domanda per Ape Social e Lavoratori precoci

Per accedere a questi 2 anticipi pensionistici è necessario inviare prima la domanda per ottenere la certificazione Inps del diritto. L’Inps comunicherà l’esito entro il 30 giugno 2018.

In caso di risposta positiva sarà possibile inoltrare la domanda di accesso all’anticipo. Se le risorse finanziarie previste non si esauriranno, saranno prese in considerazione anche le istanze presentate dopo la scadenza, e comunque entro e non oltre il 30 novembre.

Sull’argomento segnaliamo

 

Redazione

Tag