Home Concorsi pubblici Concorso educazione motoria: quando e come si svolgerà? Tutte le info utili

Concorso educazione motoria: quando e come si svolgerà? Tutte le info utili

Intervista a Jessica Rivi, insegnante di educazione motoria

Elena Bucci
concorso educazione motoria

Ancora nessuna novità per quanto riguarda il Concorso docenti educazione motoria. La selezione era stata annunciata l’anno scorso con la Legge di Bilancio 2022, che proponeva di introdurre l’insegnamento curricolare dell’educazione motoria nelle classi quarte e quinte delle scuole primarie. Il progetto, come sottolineato dal Ministro Bianchi, rientra nel percorso di costruzione di una nuova scuola che stiamo realizzando con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e con le misure adottate in questi mesi, comprese quelle dell’ultima legge di bilancio.

Il bando di concorso era atteso entro la primavera del 2022, ma ancora tutto tace. Per questo motivo, per l’anno scolastico in arrivo si procederà con le supplenze che saranno attribuite ai docenti delle classi di concorso A048 e A049.

Inoltre, la regione Emilia Romagna, durante una conferenza svolta il 9 settembre, ha annunciato l’intenzione di organizzare attività fisica aggiuntiva a quella ordinaria (dunque quella seguita dal maestro curricolare) a partire dalle classi prime della scuola primaria.

Concorso educazione motoria, scuola primaria: tutte le novità

Tuttavia, per comprendere meglio tutte le novità e i passaggi per diventare docente di educazione motoria nella scuola primaria, abbiamo intervistato la professoressa Jessica Rivi, insegnante di scienze motorie alla scuola secondaria di primo grado.

  • Come si accede ai posti messi a disposizione per i futuri docenti di educazione motoria nella scuola primaria?

Ai posti messi a disposizione per i futuri docenti si accede tramite concorso. Approvato in Legge di Bilancio 2022 per “promuovere nei giovani, fin dalla scuola primaria, l’assunzione di comportamenti e stili di vita funzionali alla crescita armoniosa, alla salute, al benessere psico-fisico e al pieno sviluppo della persona, riconoscendo l’educazione motoria quale espressione di un diritto personale e strumento di apprendimento cognitivo“.

  • Quando verranno pubblicati i bandi di concorso e quanti sono i posti disponibili?

Questo purtroppo non si sa, il bando era atteso per questa primavera, ma i vari concorsi già in atto hanno ritardato l’uscita della prova concorsuale. Si ipotizza che prima dell’avvio del nuovo a.s. 2023-2024 uscirà il bando e si terrà il concorso per coprire i posti messi a disposizione.

  • Quali sono i requisiti richiesti per candidarsi al concorso per accedere all’insegnamento? È necessario il possesso dei 24 CFU in discipline antropo-psico-pedagogiche?

E’ necessario essere in possesso di uno dei seguenti titoli

  • laurea magistrale LM-67 Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattative»
  • laurea magistrale classe LM-68 «Scienze e tecniche dello sport
  • laurea magistrale nella classe di concorso LM-47 Organizzazione e gestione dei servizi per lo sport e le attività motorie
  • titoli di studio equiparati alle predette lauree magistrali ai sensi del decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 9 luglio 2009, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 7 ottobre 2009, n. 233: laurea 53/S Organizzazione e gestione dei servizi per lo sport e le attività motorie; 75/S Scienze e tecnica dello sport; 76/S Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattative

Necessari i 24 CFU in discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche di cui al DM 616/2017.

  • In cosa consiste la procedura di selezione del concorso?

Il concorso verte su una prova scritta, una orale e la valutazione dei titoli. Quindi saranno valutati anche gli anni di servizio maturati sulla classe specifica EEMM.

  • Com’è articolata la prova scritta e su quali materie verte?

E’ prevista una prova scritta computer base composta da cinquanta quesiti:

  • quaranta quesiti a risposta multipla distinti per ciascuna classe di concorso, volti all’accertamento delle competenze e delle conoscenze del candidato;
  • cinque quesiti a risposta multipla sulla conoscenza della lingua inglese al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue e cinque quesiti a risposta multipla sulle competenze digitali inerenti l’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali più efficaci per potenziare la qualità dell’apprendimento

La durata della prova è pari a 100 minuti. La commissione assegna alla prova scritta un punteggio massimo di 100 punti. La prova è superata dai candidati che conseguono il punteggio complessivo di almeno 70 punti Superata la prova scritta si procede con la prova orale.

Come prepararsi alla prova concorsuale? 

Per prepararsi consiglio di studiare bene tutti i punti dell’allegato A (programma d’esame dell’attuale concorso ordinario e straordinario per le classi 049-048).

Potrete trovare una sintesi molto chiara e ben strutturata nel libro edito da Maggioli “Educazione motoria alla primaria”. Acquistando il testo sarà possibile anche accedere ai quiz e iniziare ad esercitarsi sulle prove di esame:

Concorso Scuola primaria Educazione motoria - Manuale completo per tutte le prove

Concorso Scuola primaria Educazione motoria - Manuale completo per tutte le prove

Il volume è un indispensabile strumento per la preparazione alle prove del Concorso per docenti di Educazione motoria nella scuola primaria.

Il Manuale è ricco di conoscenze scientifiche, pedagogiche, psicologiche, biologiche, metodologico-didattiche e di una variegata e vasta bibliografia.

Nella prima parte del testo, si affrontano gli aspetti normativi e giuridici collegati alla legislazione scolastica, con riferimento alle Indicazioni Nazionali del curricolo per la scuola dell’infanzia e del primo ciclo.

Il libro analizza, in modo oculato, le principali teorie dello sviluppo psicologico e pedagogico oltre a soffermarsi sull’inclusività, indicando metodologie e attività per l’Educazione Motoria degli alunni BES.

Nella seconda parte del testo troviamo importanti dettagli inerenti l’area “scientifica” della materia: in modo preciso e mirato sono intrecciati i contenuti anatomici inerenti l’Educazione Motoria con quelli della fisiologia.

Questa peculiarità rappresenta un quid in più, prezioso e raro, nei testi concorsuali tipici di Educazione Motoria.

Sono presenti i riferimenti specifici alle funzioni degli apparati nello svolgimento dell’attività motoria, tenendo conto delle diverse fasi di sviluppo e metodologie dell’allenamento, con approfondimenti inerenti le capacità condizionali.

La parte relativa alla mediazione didattica e ai contenuti specifici dell’Educazione Motoria nella scuola primaria è ricca di apporti personali che potranno rivelarsi particolarmente utili per la prova scritta, per lo svolgimento della prova orale e per espletare al meglio il ruolo di insegnante.

Sono, infine, presenti approfondimenti relativi alla salute, al benessere, al corretto stile di vita, alla normativa di settore, alle Indicazioni Nazionali per il curricolo.

Nell’ultima parte è disponibile una selezione di quiz a risposta multipla, utile per esercitarsi in vista della prova scritta e un’utile bibliografia.

Nella sezione online sono disponibili un simulatore di quiz, immagini anatomiche a colori e una selezione di mappe concettuali utili per memorizzare i concetti più importanti.

Jessica Rivi
Insegnante di educazione fisica, laureata in Scienze motorie, Scienze della formazione primaria e abilitata al sostegno. Dal 2007 insegnante di educazione fisica alla scuola primaria e poi alla scuola secondaria di primo grado. Gestisce il blog www.laprofdiginnastica.it con diverse idee e contenuti per la didattica dell’educazione fisica.
Leonilde Barone
Docente specializzata per le attività di sostegno didattico presso scuole dell’infanzia statali ed educatrice nido d’infanzia.
Jessica Rivi, Leonilde Barone, 2022, Maggioli Editore
26.00 € 24.70 €
  • Sarà pubblicata una banca dati dei quesiti della prova scritta?

Non si dà luogo alla previa pubblicazione dei quesiti. Si possono utilizzare per allenarsi i test dei simulatori della Casa Editrice Maggioli  I quesiti sono predisposti a livello nazionale dal Ministero che, a tal fine, si avvale di una Commissione Nazionale.

  • In cosa consiste e su cosa verte la successiva prova orale?

La prova orale valuta la padronanza della disciplina, nonché la relativa capacità di progettazione didattica efficace, anche con riferimento all’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali, finalizzato al raggiungimento degli obiettivi previsti dagli ordinamenti didattici vigenti. La prova orale valuta altresì la capacità di comprensione e conversazione in lingua inglese .Ha una durata massima complessiva di 30 minuti. La commissione assegna alla prova orale un punteggio massimo complessivo di 100 punti. La prova è superata dai candidati che conseguono il punteggio complessivo di almeno 70 punti.

  • Qual è il livello minimo di conoscenza della lingua inglese richiesto?

Almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue.

  • Quali sono i punteggi minimi per superare entrambe le prove?

L’ho scritto nelle risposte precedenti.

  • Una volta superata la fase di selezione del concorso, come funzionano le graduatorie e le successive assunzioni?

La procedura concorsuale ha carattere regionale ed è finalizzata alla copertura di complessivi 7000 posti nelle scuola primaria, conteggiati dal Ministero come riporta la bozza del bando. Oltre al punteggio della prova orale e scritta,  La commissione assegna ai titoli accademici, scientifici, professionali un punteggio massimo di 50 punti.

  • Quest’anno da chi saranno ricoperte le cattedre di Educazione motoria alla primaria? 

Nell’anno scolastico 2022/2023, si comincerà soltanto nelle classi quinte della scuola primaria e saranno circa 25mila le classi coinvolte di cui oltre 15mila a tempo normale, le rimanenti a tempo pieno, per un totale stimato di 2.200 docenti che verranno reclutati con supplenze temporanee dalle graduatorie di scuola primaria. 

Per l’anno scolastico 2023-2024 si procederà all’attivazione dell’attività motoria con il docente di scienze motorie anche per le classi quarte.

  • Come faranno quest’anno ad assegnare le supplenze? 

Quest’anno le supplenze per la classe quinta della scuola primaria di educazione motoria attingeranno gli aspiranti docenti dalle graduatorie gps a049 per la scuola secondaria di primo grado. Il docente assumerà servizio alla scuola primaria e avrà lo stesso trattamento economico e di orario dei colleghi dello stesso grado scolastico. Chi accetterà spezzoni e ore su questo grado scolastico non potrà accettare supplenze nei grado superiori ( scuola secondaria).

I docenti dovranno programmare per le due ore settimanali previste insieme al team docenti della scuola di appartenenza come avviene per tutti i docenti della primaria.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome