Home Concorsi pubblici Calcoli mentali, le migliori tecniche per superare concorsi e test d’ingresso

Calcoli mentali, le migliori tecniche per superare concorsi e test d’ingresso

Impara a fare i calcoli senza carta e penna

Elena Bucci
calcoli mentali

Calcoli mentali, come affrontarli? La tecnologia ci ha abituati alla presenza rassicurante delle calcolatrici, che spesso sfoderiamo anche per risolvere piccole operazioni matematiche, e in diverse occasioni sorprendiamo le nostre abilità di calcolo decisamente arrugginite.

Niente paura! Esistono infatti delle strategie mentali grazie alle quali è possibile fare i calcoli velocemente, accessibili a tutti. L’acquisizione di tali tecniche può rendere le performance più efficaci, efficienti e veloci e consentire al candidato di avere maggiori possibilità di successo. Non si parla solo acquisizione di strategie e concetti mnemonici, ma soprattutto del modo in cui vanno lette le domande e in cui si ragiona sulle risposte e, soprattutto, delle tecniche per impostare i calcoli.

Concorsi pubblici 2022, tutti i bandi in arrivo

Ecco le migliori tecniche per risolvere molte tipologie di quiz di logica matematica senza l’ausilio non solo della calcolatrice, ma anche di carta e penna.

Di seguito il corso Tecniche di calcolo senza carta e penna, per imparare tutte le strategie utili e migliorare le proprie abilità di calcolo.

Indice dei contenuti

Calcoli mentali, a chi possono essere utili


Le tecniche matematiche per risolvere i calcoli a mente nel modo più veloce ed efficace possono rivelarsi una risorsa indispensabile in diverse occasioni della vita, anche quotidiana. Nello specifico, possono essere molto utili:

  • ai ragazzi della scuola secondaria (a partire dal terzo anno della scuola secondaria di primo grado) per migliorare nelle prestazioni scolastiche;
  • agli studenti che affronteranno i test di ammissione universitaria (come quelli per medicina, veterinaria, ingegneria, architettura, professioni sanitarie, farmacia, agraria, biotecnologie, etc.), che spesso richiedono abilità di calcolo robuste;
  • a quanti sosterranno le prove di concorsi militari e di concorsi pubblici, in cui frequentemente assegnano domande di problem solving e/o di matematica (e più recentemente in alcune prove non hanno consentito nemmeno l’uso di carta e penna per lo svolgimento dei calcoli);
  • a chi si cimenta con alcune selezioni aziendali, in cui spesso sono valutate le abilità di ragionamento numerico;
  • a chi vuole migliorare i punteggi conseguiti nello svolgimento di test di intelligenza, gare di matematica e di calcolo mentale;
  • per interpretare e comprendere più rapidamente ed efficacemente una moltitudine di aspetti della nostra vita.

Calcoli mentali, quando utilizzare le tecniche

Saper fare i calcoli a mente in maniera veloce ed efficace potrebbe rivelarsi estremamente utile non solo come comodità quotidiana, ma anche per avere successo in alcuni test.

La verifica delle abilità di calcolo a mente è presente in molte tipologie di quiz, tra cui:

  • prove invalsi e altre prove scolastiche
  • selezioni aziendali
  • test di ammissione universitaria
  • concorsi banditi da amministrazioni pubbliche (comuni, regioni, agenzie fiscali, ministeri, etc.)
  • concorsi militari
  • test di intelligenza.

Dunque, tali tecniche si rendono utili anche per migliorare ed esercitare la nostra mentalità matematica al fine di risolvere non solo in maniera veloce il problema o il calcolo che ci troviamo di fronte, ma per farlo nel modo più ottimale possibile.

Soprattutto se pensiamo a quando tempo potremmo risparmiare per domande più lunghe e difficoltose conoscendo e applicando queste tecniche di calcolo per i quesiti di logica matematica. Apprendere questi meccanismi significa avere maggiori probabilità non solo di superare un test d’ingresso o un concorso pubblico, ad esempio, ma anche di ottenere un punteggio brillante.

Calcoli mentali, come utilizzare le tecniche

Come sottolineato dal professor Giuseppe Cotruvo, docente del corso Tecniche di calcolo senza carta e penna, per utilizzare le tecniche di calcolo occorrono:

  • Metodo: è necessario creare degli schemi mentali e sedimentarli, per trasformare le tecniche in automatismi.
  • Pazienza: non avere fretta. Per acquisire nuove abitudini mentali ci vuole del tempo.
  • Costanza: è fondamentale studiare, ripetere ed esercitarsi in maniera costante e quotidiana.

Di seguito il video di Cotruvo con alcuni esempi di come applicare al meglio le tecniche di calcolo nei quiz delle prove invalsi, dei test d’ingresso all’università e dei concorsi pubblici:

Calcoli mentali, il corso online

Il corso è composto da 30 lezioni (più una “Lezione 0” di introduzione), per un totale di oltre 30 ore di lezione in cui il docente illustra sia le basi del calcolo mentale e del calcolo rapido, declinato nelle 6 operazioni aritmetiche (addizione, sottrazione, moltiplicazione, divisione, elevamento a potenza e estrazione di radice), anche in merito alla loro applicazione nella risoluzione di proporzioni, equivalenze, medie, equazioni, etc., sia l’utilizzo delle tecniche di calcolo nello svolgimento di domande tratte da innumerevoli prove concorsuali.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI




© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome