Home Economia Quarta dose vaccino Covid per over 80 e fragili: regole e novità

Quarta dose vaccino Covid per over 80 e fragili: regole e novità

La somministrazione della quarta dose di vaccino Covid è stata estesa, ma non sarà per tutti. Con la Nota congiunta di Ministero della Salute, CSS, AIFA e ISS dell’8 aprile 2022 sono state infatti fornite ulteriori indicazioni sui destinatari del secondo booster, ovvero:

  • over 80;
  • ospiti delle RSA;
  • soggetti con elevata fragilità over 60.

Con la Circolare del Ministero della Salute del 20 febbraio 2022 era stata indicata la prima categoria di destinatari della quarta dose, ovvero i soggetti immunocompromessi, come dose “booster”.

Per il soggetti con marcata compromissione della risposta immunitaria, infatti, il ciclo primario di vaccinazione non si conclude con due dosi ma con la terza. La quarta dose sarebbe quindi un richiamo, da somministrarsi ad almeno 120 giorni di distanza dalla conclusione del ciclo primario.

Anche alle altre categorie citate in precedenza si applica la finestra temporale dei 120 giorni dall’ultimo richiamo, mentre i dosaggi sono gli stessi già autorizzati per la terza dose.

Vediamo quindi tutte le indicazioni sulla quarta dose, quali vaccini sono indicati e le categorie a cui questa è destinata.

Scarica la Nota del Ministero della Salute dell’8 aprile 2022

Quarta dose vaccino Covid: per chi


Come anticipato, la Circolare del Ministero della Salute del 20 febbraio 2022 stabilisce che:

nell’ottica di un ulteriore consolidamento della copertura vaccinale e nel rispetto del principio di massima precauzione, ai soggetti con marcata compromissione della risposta immunitaria, per cause legate alla patologia di base o a trattamenti farmacologici e ai soggetti sottoposti a trapianto di organo solido, è raccomandata la somministrazione di una dose di vaccino a mRNA, come richiamo (booster) di un ciclo vaccinale primario articolato su tre dosi“.

La quarta dose, intesa come “booster” viene quindi indicata per i soggetti immunocompromessi, che hanno un deficit immunitario dovuto a particolari patologie, terapie farmacologiche o a un trapianto d’organo.

Con la nota dell’8 aprile 2022 la platea dei destinatari viene ulteriormente estesa a:

  • over 80;
  • ospiti delle RSA;
  • soggetti con elevata fragilità over 60.

Un allegato alla nota contiene inoltre l’elenco delle patologie che rientrano nella condizione di elevata fragilità, che viene riportato di seguito.

Elenco-patologie-quarta-dose

L’elenco può essere aggiornato “sulla base di evidenze disponibili“.

Quarta dose vaccino Covid: da quando

Il Commissario Figliuolo aveva indicato il 1° marzo come data di partenza per la somministrazione della quarta dose per i soggetti immunocompromessi. Con la fine dello stato d’emergenza, il 31 marzo ha cessato di operare anche la struttura commissariale. Da questo momento il potere decisionale è tornato al Ministero della Salute.

L’estensione ai soggetti fragili e agli over 80 è arrivata, e da lunedì 11 aprile la Regione Lombardia ha cominciato le somministrazioni, mentre le altre Regioni si stanno attrezzando.

Quarta dose vaccino Covid: quale vaccino

Sempre nella Circolare del Ministero della Salute vengono indicati i vaccini da utilizzare come richiamo per gli immunocompromessi, che senza troppe sorprese si rivelano essere i vaccini a mRna (Pfizer e Moderna). Sono specificate anche le dosi:

  • 30 mcg in 0,3 mL per Comirnaty (Pfizer);
  • 50 mcg in 0,25 mL per Spikevax (Moderna).

Il 24 febbraio è arrivato nel nostro Paese anche il vaccino proteico Novavax, che utilizza una tecnologia comune ai già collaudati vaccini per pertosse ed epatite, per fare degli esempi. Una tecnologia a proteine ricombinanti, diversa da quella a mRna sulla quale molti soggetti che non si sono ancora vaccinati hanno sollevato dubbi. L’autorizzazione dell’Aifa per questo vaccino era arrivata il 22 dicembre scorso, rendendolo disponibile nell’intera indicazione autorizzata da EMA per i soggetti di età uguale o superiore ai 18 anni. La vaccinazione prevede un ciclo vaccinale primario di due dosi a distanza di tre settimane l’una dall’altra.

Secondo quando rilevato dalla Commissione Tecnico Scientifica di Aifa, il vaccino Novavax ha un’efficacia di circa il 90% nel prevenire la malattia COVID-19 sintomatica anche nella popolazione di età superiore ai 64 anni.

Quarta dose vaccino Covid: come prenotare

Le indicazioni sono quelle di mantenere l’organizzazione che c’è stata finora per le prenotazioni del vaccino Covid. In base alle regioni, sarà quindi possibile utilizzare:

  • portale regionale vaccini;
  • portale di Poste Italiane (e di conseguenza il relativo numero verde, Postamat e Portalettere);
  • call center regionali dedicati;
  • CUP regionali;
  • Fascicolo Sanitario Elettronico.

In base a quanto avvenuto finora, i soggetti immunocompromessi potrebbero essere contattati direttamente dalle Aziende Sanitarie. Si invita comunque a verificare le procedure di prenotazione presso la propria regione di residenza, poiché con la fine dello stato di emergenza potrebbero essere state introdotte delle novità.

Le regole post-emergenza dal 1° aprile

(Articolo in aggiornamento)




© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome