Home Concorsi pubblici Concorso Regione Lombardia, 50 specialisti area amministrativa

Concorso Regione Lombardia, 50 specialisti area amministrativa

Tutti i requisiti, come fare domanda e le prove d'esame

Elena Bucci
concorso regione lombardia

Nuovo Concorso Regione Lombardia: nella Gazzetta Ufficiale n. 17 del 1 marzo 2022 è stato pubblicato l’estratto relativo al bando del concorso pubblico, per esami, per la copertura di 50 posti, con contratto di assunzione a tempo pieno ed indeterminato, nella categoria giuridica D – specialista area amministrativa presso la giunta di Regione Lombardia.

Concorsi pubblici 2022, tutti i bandi in arrivo

Di seguito vediamo tutti i requisiti richiesti per partecipare alla procedura concorsuale, le modalità di invio della domanda e le prove d’esame previste dal bando.

Concorso Regione Lombardia: requisiti

Gli aspiranti candidati, per avere accesso alla procedura concorsuale, devono essere in possesso dei seguenti requisiti alla data di scadenza del bando:

  • essere cittadini italiani ovvero essere in possesso dei requisiti di cui all’articolo 38 del D.Lgs. n. 165/2001, fatta salva in tal caso l’adeguata conoscenza della lingua italiana che verrà accertata nel corso della prova;
  • aver raggiunto la maggiore età e non aver raggiunto il limite massimo previsto per il collocamento a riposo;
  • godimento dei diritti civili e politici, anche negli Stati di appartenenza o provenienza, secondo le vigenti disposizioni di legge, fatta salva l’indicazione delle ragioni dell’eventuale mancato godimento;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo, fatta salva l’indicazione delle ragioni della eventuale esclusione;
  • non avere riportato condanne penali che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la costituzione del rapporto di impiego con Pubbliche Amministrazioni;
  • non essere stati destituiti, dispensati o licenziati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento o per motivi disciplinari, ovvero non essere stati dichiarati decaduti da un impiego pubblico a seguito dell’accertamento che l’impiego fu conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile;
  • idoneità fisica all’impiego e alle mansioni. L’Amministrazione, prima dell’assunzione, ha facoltà di sottoporre i candidati utilmente collocati in graduatoria a visita medica preventiva, in base alla normativa vigente;
  • essere in regola con le norme concernenti gli obblighi di leva per i cittadini soggetti a tale obbligo;
  • per gli appartenenti alle categorie di cui agli artt. 1 e 18 della Legge 68/99, al solo fine di beneficiare delle riserve di cui all’art. 8 del presente bando, essere iscritti negli appositi elenchi del Centro per l’Impiego – Ufficio Collocamento Mirato, ai sensi dell’art. 8 della Legge 68/99;
  • al solo fine di beneficiare della riserva di cui all’art. 8 del presente bando, per i volontari in ferma breve e ferma prefissata delle forze armate, essere congedati senza demerito ovvero durante il periodo di rafferma nonché, per i volontari in servizio permanente ai sensi dell’art. 1014 comma 1 del D.Lgs. 66/2010, agli ufficiali di complemento in ferma biennale e agli ufficiali in ferma prefissata, aver completato senza demerito la ferma contratta, ai sensi dell’art.678 comma 9 del D.Lgs. 66/2010.

Inoltre, è richiesto il possesso di uno dei seguenti titoli di studi:

  • Lauree triennali (lauree di primo livello): Laurea di primo livello appartenente a una delle classi del nuovo ordinamento universitario di cui al Decreto Ministeriale 4 agosto 2000 e successive modifiche e integrazioni;
  • Lauree specialistiche (LS): Laurea specialistica (LS) appartenente alle classi del nuovo ordinamento universitario di cui al Decreto Ministeriale 28 novembre 2000 e successive
    modifiche e integrazioni;
  • Lauree magistrali (LM): Lauree secondo il vecchio ordinamento equiparate alle nuove classi di lauree ai sensi del decreto interministeriale 9 luglio 2009 e successive modifiche ed integrazioni.

Concorso Regione Lombardia: come partecipare

La domanda di partecipazione può essere presentata, a partire dalle ore 12 del
3 marzo 2022 ed entro e non oltre le ore 12 del 22 marzo 2022, esclusivamente online,
attraverso il portale di Regione Lombardia dedicato ai bandi www.concorsi.regione.lombardia.it, per accedere al quale occorre registrarsi e autenticarsi con:

  • PIN della tessera sanitaria CNS;
  • SPID;
  • CIE.

Per ricevere in anteprima tutti gli aggiornamenti, iscriviti al Canale Telegram

Concorso Regione Lombardia: procedura di selezione


Il concorso è espletato in base alle procedure di seguito indicate, che si articolano attraverso le seguenti fasi:

  • un’eventuale prova preselettiva che la Giunta Regionale si riserva di svolgere qualora il numero dei candidati che abbiano presentato domanda di partecipazione al concorso sia superiore a 300; consisterà in un test a risposta multipla atta a rilevare prevalentemente le conoscenze delle materie d’esame e le caratteristiche logico-attitudinali possedute dal candidato. Verrà altresì accertata la conoscenza della lingua italiana;
  • una prova selettiva scritta, alla quale accederanno i candidati che avranno superato l’eventuale prova preselettiva.

La prova scritta consiste nella somministrazione di quesiti a risposta multipla e domande a “risposta aperta” sui seguenti temi:

  • Quiz logico-deduttivi e matematici;
  • Diritto costituzionale e regionale con particolare riferimento all’assetto delle competenze secondo il Titolo V della Costituzione;
  • Ordinamento regionale con particolare riferimento allo Statuto d’Autonomia della Lombardia;
  • Ordinamento del lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni (D.Lgs.165/2001, D.P.R. 62/2013, D.Lgs 150/2009, C.C.N.L. Comparto Funzioni Locali);
  • Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Lombardia – L.r. n. 20/2008);
  • Diritto amministrativo (L. 241/90, ecc.) con particolare riferimento al procedimento amministrativo, disposizioni in materia di documentazione amministrativa (D.P.R. 445/2000) e contratti pubblici (D.Lgs 50/2016);
  • Trasparenza, accesso civico semplice e generalizzato, prevenzione della corruzione (L.190/2012, D.Lgs 39/2013, D.Lgs 33/2013);
  • Tutela dei dati personali (Regolamento Europeo 2016/679);
  • Programmazione, bilancio e contabilità regionale (L.r. 34/1978 e s.m.i.);
  • Codice dell’amministrazione digitale (D.Lgs n. 82/2005 e s.m.i);

Concorso Regione Lombardia: come prepararsi

Per la preparazione al concorso consigliamo lo studio dei seguenti manuali:

Concorso Istruttore direttivo e funzionario Area amministrativa Cat. D negli Enti locali

Teoria e Test per tutte le prove

Luigi Tramontano, Maggioli Editore

l volume espone in maniera chiara, esauriente e approfondita tutti gli argomenti utili per la preparazione dei candidati alle prove di selezione dei concorsi per Istruttore direttivo e Funzionario (cat. D) dell’area amministrativa negli Enti locali.

 

Quiz di logica e psicoattitudinali

svolti e commentati per tutti i concorsi

Giuseppe Cotruvo, Maggioli Editore

Questo libro si presenta come uno strumento di preparazione per la prova preselettiva di tutti i concorsi, in grado di offrire al candidato uno strumento completo di studio: un libro cartaceo con espansioni online consistenti in videolezioni a supporto della parte cartacea.

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome