Home Pensioni Pensioni dicembre 2021: pagamento anticipato, date, tredicesima

Pensioni dicembre 2021: pagamento anticipato, date, tredicesima

pensioni-dicembre-2021-tredicesima

Anche le pensioni di dicembre 2021 potranno essere riscosse anticipatamente presso gli sportelli di Poste Italiane. Questo è quanto prevede l’Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile numero 808 del 12 novembre 2021, che ricalca quanto già stato fatto in precedenza durante tutto il periodo della pandemia da Covid-19.

Da oltre un anno ormai è infatti possibile riscuotere in anticipo la pensione, al fine di consentire un corretto scaglionamento e contingentamento degli accessi presso gli Uffici Postali in modo da rispettare le disposizioni anti-contagio.

Per il mese di dicembre 2021, in particolare, la pensione potrà essere riscossa dal 25 novembre al 1° dicembre, seguendo il calendario di Poste Italiane. Si ricorda che l’anticipo vale solo per i percettori di trattamenti pensionistici da parte dell’Inps che riscuotono presso l’Ufficio Postale. Chi riceve la pensione direttamente con accredito presso il proprio conto corrente (bancario o postale) vedrà l’erogazione della pensione il primo giorno bancabile del mese, in questo caso il 1° dicembre.

La pensione di dicembre sarà inoltre più consistente in quanto conterrà anche l’accredito della tredicesima. Vediamo quindi il calendario delle riscossioni, le modalità alternative e a quanto ammonterà la tredicesima.

Fondo pensione: come ritirare i soldi in anticipo, costi, esempi

Pensioni dicembre 2021: calendario

Si legge nell’OCDC numero 808 del 12 novembre 2021 che “Allo scopo di consentire a Poste Italiane S.p.A. la gestione dell’accesso ai propri sportelli dei titolari del diritto alla riscossione delle prestazioni previdenziali corrisposte dall’Istituto Nazionale Previdenza Sociale, in modalità compatibili con le disposizioni in vigore adottate allo scopo di contenere e gestire l’emergenza epidemiologica da COVID-19, salvaguardando i diritti dei titolari delle prestazioni medesime, il pagamento dei trattamenti pensionistici, degli assegni, delle pensioni e delle indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili, di cui all’articolo 1, comma 302, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 e successive integrazioni e modificazioni, di competenza del mese di dicembre 2021, è anticipato dal 25 novembre al 1° dicembre 2021.

L’erogazione avverrà seguendo il seguente calendario:

INIZIALI COGNOME DATA PAGAMENTO
Dalla A alla B giovedì 25 novembre
Dalla C alla D venerdì 26 novembre
Dalla E alla K sabato 27 novembre
Dalla L alla O lunedì 29 novembre
Dalla P alla R martedì 30 novembre
Dalla S alla Z mercoledì 1 dicembre

Come anticipato, l’accredito delle pensioni domiciliate su conto corrente postale o bancario avverrà il primo giorno bancabile del mese, ovvero il 1° dicembre 2021.

Pensioni dicembre 2021: quali pensioni sono anticipate

L’ordinanza specifica che sono soggetti all’erogazione anticipata i trattamenti pensionistici erogati dall’Inps. Tra questi rientrano, nello specifico:

  • le pensioni;
  • gli assegni;
  • le indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili di cui all’art. 1, co. 302, della L. n. 190/2014.

Quale pensione con 20 anni di contributi?

Pensioni dicembre 2021: modalità alternative di riscossione

In alternativa è possibile delegare un’altra persona per la riscossione della pensione. Il cognome di riferimento sarà comunque quello del titolare del trattamento pensionistico.

Esiste anche la possibilità di delegare i Carabinieri la riscossione della pensione, questa possibilità è rivolta ai pensionati di età pari o superiore a 75 anni che non sono in grado di riscuotere in autonomia la pensione. Il servizio è gratuito e i pensionati riceveranno direttamente a casa l’assegno. Per richiedere questa possibilità

Pensioni dicembre 2021: tredicesima

La pensione di dicembre sarà più ricca: insieme alla mensilità dell’ultimo mese dell’anno arriverà infatti anche la tredicesima. Per calcolare l’importo della tredicesima occorrerà effettuare lo stesso ragionamento fatto per i lavoratori dipendenti, e quindi bisognerà tenere conto delle mensilità della pensione riscosse nel 2021.

Il calcolo che bisogna fare è il seguente:

Pensione media mensile x numero di mesi/12

L’assegno sarà quindi più corposo per chi ha ricevuto la pensione per tutto il 2021, mentre per chi l’ha ricevuta per la prima volta a partire da mesi successivi a gennaio l’assegno sarà ridotto. È possibile verificare l’importo della pensione attraverso il cedolino, accessibile online attraverso il sito Inps.

Che pensione mi spetta: il vademecum Inps per orientarsi



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome