Home Economia Bonus terme 2021, quando arriva? Novità e modulo per ricevere aggiornamenti

Bonus terme 2021, quando arriva? Novità e modulo per ricevere aggiornamenti

bonus-terme-2021-quando-arriva

Non è bastato il decreto attuativo del Ministero dello Sviluppo Economico pubblicato il 5 agosto in Gazzetta Ufficiale per far partire il Bonus terme 2021. Come si legge su un comunicato stampa di Invitalia, l’ente gestore che si occuperà dell’erogazione del bonus in questione, occorrerà attendere il termine degli iter previsti dalla legge, primo su tutti la registrazione su un’apposita piattaforma online degli istituti termali accreditati.

Nel frattempo, Federterme ha messo a disposizione degli utenti un modulo online dove è possibile iscriversi per ricevere aggiornamenti non appena il sistema per utilizzare il Bonus terme sarà attivo.

Vediamo quindi come compilare il modulo e quali sono le novità sul Bonus terme 2021.

Bonus terme 2021, ecco il Decreto attuativo: a chi spetta e come richiederlo

Bonus terme 2021: quando arriva

Il Bonus terme 2021 è stato istituito dal Decreto Agosto (Decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104) convertito con modificazioni dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126. In particolare, l’articolo 29-bis dispone l’istituzione di un apposito fondo destinato alla concessione di buoni per l’acquisto di servizi termali. Il Decreto Sostegni (Dl n. 41/2021) ha integrato il fondo originariamente di 20 milioni di euro per il 2020 e 18 milioni di euro per il 2021, con altri 5 milioni, portando il totale a 43 milioni di euro.

Il Decreto attuativo è arrivato, come anticipato, solo il 5 agosto. Si attende la creazione della piattaforma online grazie alla quale gli istituti termali potranno richiedere l’accreditamento. Una volta ottenuto l’elenco di tutti gli istituti termali accreditati sarà possibile procedere con la richiesta del voucher in questione, il cui importo massimo può arrivare a 200 euro.

Scarica il testo del Decreto attuativo Bonus terme

Bonus terme 2021: il modulo di Federterme

Federterme, l’organizzazione rappresentativa delle aziende termali italiane, ha messo a disposizione degli utenti un modulo online da compilare per ricevere aggiornamenti non appena sarà possibile procedere con la richiesta del bonus.

Per compilare il modulo occorrerà recarsi sul sito istituzionale di Federterme oppure cliccare qui. Per la compilazione del modulo occorrerà inserire:

  • nome;
  • cognome;
  • indirizzo e-mail;
  • numero di telefono.

Occorrerà inoltre prestare il consenso al trattamento dei dati personali e all’invio di comunicazioni. Una volta compilato il modulo basterà cliccare su “Invia” e si verrà contattati tramite e-mail o sms non appena sarà possibile richiedere il voucher.

Bonus terme 2021: come richiederlo

Una volta che il servizio sarà attivo, sarà possibile per gli utenti prenotare il buono presso una delle strutture termali accreditate. Sarà la struttura stessa ad accedere in seguito alla piattaforma per le prenotazioni. Dopo che il sistema avrà verificato che l’utente ha diritto al bonus, verrà rilasciato un documento che contiene tutti i dettagli della prenotazione, e che potrà essere consegnato all’utente:

  • tramite email, se l’indirizzo è stato comunicato al momento della prenotazione;
  • direttamente dal centro termale.

Ricordiamo che il voucher servirà a coprire il 100% del prezzo di acquisto di servizi termali fino a un massimo di 200 euro. Nel caso in cui il prezzo dei servizi richiesti sia superiore a tale cifra, l’importo eccedente sarà a carico dell’utente. Non occorre essere in possesso di particolari requisiti di reddito per richiedere il bonus.

Gli utenti avranno a disposizione 60 giorni per fruire del bonus, al termine dei quali – nel caso in cui il voucher non venisse utilizzato – la prenotazione sarà annullata e le somme in questione torneranno nelle disponibilità del fondo.

Bonus terme 2021: rimborso

Una volta che l’utente avrà utilizzato il buono, gli istituti termali dovranno comunicare, attraverso la già citata piattaforma online:

  • Gli estremi e l’importo della fattura emessa;
  • L’importo del buono effettivamente utilizzato;
  • Copia della fattura riportante il codice univoco di avvenuta prenotazione del servizio;
  • Copia della dichiarazione resa dall’ente termale, attestante il consenso dell’utente all’utilizzo dei dati personali;
  • Copia della dichiarazione della struttura circa il rispetto della disciplina che regola l’utilizzo del buono.

Entro un mese dalla richiesta di rimborso, Invitalia provvederà a erogare l’importo del bonus attraverso un bonifico sul conto corrente del centro termale.

Leggi anche “Bonus rottamazione TV fino a 100 euro: come richiederlo”



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome