Home Economia Visite ai parenti anziani: come e quando si può accedere alle Rsa

Visite ai parenti anziani: come e quando si può accedere alle Rsa

Elena Bucci
visite ai parenti anziani

Gentile redazione, vivo in Emilia Romagna e i miei genitori sono ricoverati da alcuni mesi all’interno di una casa di riposo, per questo motivo volevo chiedere informazioni circa la possibilità di effettuare visite ai parenti anziani che si trovano in questo tipo di strutture residenziali sanitarie e sociosanitarie. E’ quindi possibile avere accesso alle case di riposo? Ed, eventualmente, in che modo? Grazie, P. L.

 

Risposta

Gentile lettrice, il Ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato proprio alcuni giorni fa, l’8 maggio 2021, una nuova Ordinanza riguardo la possibilità di permettere le visite ai parenti anziani ricoverati nelle RSA (Residenze Sanitarie Assistenziali), a familiari e visitatori in possesso del certificato verde.

L’Ordinanza di Speranza sarà in vigore almeno fino al 30 luglio 2021, garantendo la possibilità di visitare le persone anziane ricoverate in una delle seguenti strutture:

  • strutture di ospitalità e lungodegenza,
  • residenza sanitarie assistite,
  • hospice,
  • strutture riabilitative,
  • strutture residenziali per anziani,
  • tutte le strutture di cui al capo IV e di cui all’art 44 del DPCM del 12 gennaio 2017.

In concomitanza con l’Ordinanza è stato reso pubblico anche il documento contenente tutte le regole da seguire affinché si possa accedere a queste strutture per persone anziane in completa sicurezza. In primo luogo, le persone che potranno accedere alle Rsa saranno visitatori, familiari e volontari dotati di Certificazione verde, ma è importante ricordare che i direttori sanitari di ciascuna struttura possono scegliere in completa autonomia di adottare ulteriori restrizioni e misure precauzionali rispetto le regole stabilite dall’Ordinanza del Ministro della Salute.

All’ingresso dell’edificio, i familiari e i visitatori dovranno essere sottoposti all’ormai usuale protocollo di sicurezza, che prevede di:

  • rilevare la temperatura corporea del soggetto tramite termoscanner;
  • far firmare il Patto di condivisione del rischio;
  • conservare il registro degli accessi per almeno 14 giorni;
  • rispettare le norme igienico sanitarie.

Inoltre, prima di entrare, dovranno esibire la Certificazione verde Covid-19, elemento indispensabile per avere accesso alla struttura e che non sostituisce le altre misure di sicurezza e prevenzione. Questo documento dovrà attestare alternativamente:

  • essere stati vaccinati contro il Covid-19;
  • aver ottenuto un risultato negativo al tampone;
  • essere guariti dall’infezione.

Secondo le regole stabilite dalla nuova Ordinanza gli accessi non dovranno riguardare più di due persone per ospite ed è fortemente sconsigliata la presenza di bambini di età inferiore ai sei anni, per i quali non sia possibile garantire il rispetto delle misure di distanziamento e sicurezza.

In conclusione, per rispondere alla sua domanda: dall’8 maggio e fino al 30 luglio 2021 le sarà possibile andare a trovare i suoi genitori nella struttura di riferimento, a patto che presenti all’ingresso la sua Certificazione verde e si sottoponga alle solite misure di sicurezza e di prevenzione previste per effettuare visite ai parenti anziani.

Ulteriori informazioni riguardo le Certificazioni Verdi: Spostamenti, autocertificazione o pass verde: cosa usare e quando

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome