Home Economia Vaccini Covid: il calendario delle vaccinazioni, Regione per Regione

Vaccini Covid: il calendario delle vaccinazioni, Regione per Regione

calendario vaccino covid regioni

In attesa delle due milioni di dosi di Pfizer, secondo i dati dell’andamento della campagna vaccinale e il totale delle dosi in arrivo in Italia, entro fine maggio si potrebbero fare le vaccinazioni a tutte le classi di età sotto i 65 anni, ovvero le classi produttive. Come ha affermato il generale Figliuolo, bisogna arrivare “al prossimo step, che sarà sulle classi produttive, perché questo sarà un mese di transizione. Dopo pensiamo all’estate.”

Nel frattempo si fanno strada anche le ipotesi riguardanti la formulazione di un piano per immunizzare gli studenti e permettere un sereno e sicuro ritorno nelle aule, con allo studio l’ipotesi del vaccino anti-Covid somministrato direttamente a scuola come successe tanti anni fa durante la lotta contro il vaiolo.

In seguito alle indicazioni dell’Ema e dell’Aifa riguardo la somministrazione delle dosi del vaccino AstraZeneca, Speranza ha ribadito l’uso preferenziale di AstraZeneca per le persone con più di 60 anni, pur rassicurando sulla sicurezza e il rigore scientifico dei controlli applicati sul vaccino di Oxford. L’obiettivo del piano vaccinale rimane “Almeno l’80 per cento degli italiani vaccinati entro settembre“, come dichiarato il 13 marzo 2021 dal Commissario straordinario, il generale Francesco Paolo Figliuolo, il quale rassicura che “tra luglio e settembre avremo 84 milioni di dosi. Non ci sarà alcuno slittamento“.

vaccini-covid-

Il proposito è di raggiungere entro fine aprile il numero di 500 mila somministrazioni al giorno su base nazionale e, come suggerisce il grafico, immunizzare all’altezza d metà agosto 2021 il 70 per cento della popolazione, l’80 a fine settembre e, finalmente, il 100 per cento a fine ottobre.

Scarica e consulta il piano vaccinale 2021.

Riepiloghiamo ora in breve le date, Regione per Regione, previste per effettuare i vaccini.

Vaccini Covid: nuovo piano vaccinale

Con l’Ordinanza n. 6/2021 del 9 aprile, a seguito del parere EMA su AstraZeneca, il Commissario per l’emergenza Generale Francesco Paolo Figliuolo dispone il seguente ordine di priorità ai fini della vaccinazione:

  • persone di età superiore agli 80 anni;
  • persone con elevata fragilità e i loro familiari conviventi, caregiver, genitori, tutori o affidatari;
  • persone di età compresa tra i 70 e i 79 anni;
  • persone di età compresa tra i 60 e i 69 anni (utilizzando prevalentemente vaccini  AstraZeneca come da indicazione AIFA);

Parallelamente a queste somministrazioni che vedono come priorità i soggetti fragili e le persone anziane, verrà completata la vaccinazione del personale sanitario e sociosanitario.

Quindi si procederà per ordine anagrafico e non per categoria. La precedenza agli anziani e alle persone fragili, solo dopo aver completato il più velocemente possibile questa fase si potrà passare alle categorie produttive. Nel frattempo, però, si procede anche con la somministrazione della seconda dose a coloro che abbiano ricevuto la prima precedentemente alla rivisitazione del piano vaccinale.

Inoltre, per evitare sprechi, si affaccia l’ipotesi di richiedere alle Regioni delle liste di riserva in caso di rinuncia alla somministrazione da parte dei soggetti prenotati. In quel caso sarà contattato all’ultimo minuto, per l’inoculazione sostitutiva, un altro paziente che era in lista nei giorni successivi e che ne ha diritto.

>> Vaccini persone fragili e con patologie: tempi, calendario e novità <<

Trentino Alto Adige

La seconda fase delle vaccinazioni è già iniziata. Dopo gli operatori sanitari e gli ospiti delle residenze per anziani, vaccinati tra dicembre e gennaio, tocca ora ai circa 35 mila trentini con più di 80 anni. La vaccinazione potrà essere prenotata al Cup-online. Potranno prenotarsi i nati prima del 31 gennaio 1941. Prenotando la prima dose verrà automaticamente fissato anche l’appuntamento per effettuare la seconda dose.

  • A partire dal 20 e 21 febbraio invece, inizieranno le vaccinazioni anti-Covid 19 con AstraZeneca a tutto il personale delle scuole di ogni ordine e grado.
  • Dal 13 marzo potranno prenotarsi a Cup online di Trento anche gli over 75, cioè i nati dal 1942 al 1946.
  • Dal 17 marzo sono partite le vaccinazioni per le persone fragili, richiamate con un sms dall’Azienda Sanitaria Locale.
  • dalle ore 20 di lunedì 26 aprile potranno prenotare il vaccino, attraverso il Cup-online, i nati tra il 1957 e il 1961.

Non saranno vaccinati coloro che si sono ammalati di Covid-19 negli ultimi tre mesi. La seconda dose verrà prenotata contestualmente alla prima. Chi ha un medico di medicina generale che aderisce alla campagna vaccinale potrà vaccinarsi dal proprio medico.

Riguardo le Province Autonome di Trento e Bolzano, la prima vaccinerà le persone fragili su invito delle strutture sanitarie di riferimento. Non è disponibile un calendario. La Provincia Autonoma di Bolzano ha invece aperto le prenotazioni a over 75 e over 80, nessuna notizia sulle persone fragili.

Veneto

Il 15 febbraio si partirà con gli over 80 e, dal 22, con gli over 75. Sono partite le vaccinazioni anche per soggetti estremamente vulnerabili, personale scolastico, forze armate, e in ogni caso è la Regione a contattare l’assistito per comunicare fata e info sulla vaccinazione.

Il Veneto è una delle prime regioni a estendere la vaccinazione anche a conviventi con persone fragili e caregiver. È possibile prenotarsi attraverso il portale della Regione, scegliendo la propria ULSS di riferimento.

Il Presidente di Regione Zaia ha anticipato che partirà dal primo aprile la fase di prenotazione via internet per le vaccinazioni nelle aziende Ulss del Veneto, tramite un’interfaccia unica.

E’ inziata anche la campagna di vaccinazione per le persone nate dal 1942 al 1951, di età compresa tra i 70 e i 79 anni. Sono partite le prenotazioni anche per le persone tra i 60 e 69 anni. 

Vaccino Covid caregiver: prenotare la vaccinazione, Regione per Regione

Liguria

Si parte il 15 febbraio per le somministrazioni agli over 80. Per gli under 55 anni si partirà il 15 febbraio, in parallelo, con le prime dosi di AstraZeneca dedicate in gran parte ai lavoratori frontalieri. In seguito:

  • Dal 9 marzo sarà la volta del personale della scuola, del personale universitario, della polizia locale, degli uffici giudiziari, della protezione civile che potranno prenotarsi per la somministrazione di AstraZeneca chiamando direttamente il proprio medico di base. Stesso vaccino anche per Carabinieri, Forze armate, Polizia di stato, Polizia penitenziaria tra 18 e 65 anni (non servirà prenotazione, verranno tratti dagli elenchi asl o gestiti dal corpo di appartenenza, che organizzeranno anche la somministrazione).
  • A partire dal 17 marzo sarà possibile prenotarsi per le persone tra i 75 e 79 anni. Le persone dai 70 ai 74 anni potranno prenotarsi invece dal 23 marzo tramite cup/sportelli, numero verde e portale.
  • Dal 18 marzo le Asl chiameranno le persone estremamente fragili segnalate dai medici di base. Dopo la prenotazione, le somministrazioni dovrebbero iniziare a partire da aprile.
  • Dal 30 marzo inizieranno le vaccinazioni delle persone dai 70 ai 74 anni.

La Liguria ha inoltre reso noto il calendario delle prossime fasce di età a cui sarà estesa la possibilità di prenotare la vaccinazione:

  • da giovedì 15 aprile alle 23 (solo online tramite il portale), da venerdì 16 aprile tramite gli altri canali persone tra i 65 e 69 anni;
  • da giovedì 22 aprile alle 23 (solo online tramite il portale), da venerdì 23 aprile tramite gli altri canali persone tra i 60 e i 64 anni;
  • da lunedì 10 maggio alle 23 (solo online tramite il portale), da martedì 11 maggio tramite gli altri canali persone tra i 55 e i 59 anni;
  • da lunedì 17 maggio alle 23 (solo online tramite il portale), da martedì 18 maggio tramite gli altri canali persone tra i 50 e i 54 anni;
  •  da lunedì 7 giugno alle 23 (solo online tramite il portale), da martedì 8 giugno tramite gli altri canali persone tra i 45 e 49 anni;
  • da lunedì 14 giugno alle 23 (solo online tramite il portale), da martedì 15 giugno tramite gli altri canali persone tra i 40 e 44 anni;

Potranno prenotarsi anche i caregiver attraverso il portale all’indirizzo “prenotovaccino.regione.liguria.it“, ma occorre prima contattare il proprio medico di base, essere riconosciuti nel ruolo e attendere 7 giorni.

Come prenotarsi: la prenotazione per gli ultra80enni avviene attraverso un portale online, che fornisce subito data e luogo dell’appuntamento, oppure attraverso il numero verde 800.93.88.18, gli sportelli CUP delle ASL, farmacie. Il personale della scuola dovrà prenotarsi chiamando direttamente il proprio medico di base.

Valle D’Aosta

E’ cominciata l’8 febbraio. Per la prenotazione gli over 80 possono contattare il numero 0165 546222 tutti i giorni dalle 8 alle 20.

  • Tra sabato 13 e lunedì 15 febbraio è iniziata la campagna di vaccinazione anti-Covid-19 per insegnanti e Forze dell’ordine;
  • Già iniziata la vaccinazione delle persone tra i 70 e i 79 anni, e contemporaneamente saranno vaccinati dai Medici di Medicina Generale della fascia di età dai 18 ai 55 anni, senza patologie, con possibilità di anticipo della data in sede di conferma della prenotazione sul portale conseguente ad eventuali rinunce.

Dalle prossime settimane il vaccino anti Covid sarà somministrato anche nelle farmacie pubbliche e private della Valle d’Aosta. Lo prevede un accordo approvato oggi dalla Giunta regionale con Usl, Federfarma e Assofarm.

Come prenotarsi: sarà l’Asl di appartenenza a contattare gli assistiti, e dopo aver ricevuto il messaggio dalla Asl, bisogna confermare la prenotazione, utilizzando la procedura online del portale vaccino anti covid.

Campania

Prenotazioni iniziate e partenza vaccini tra il 10 e il 15 febbraio. E’ possibile prenotarsi online attraverso questo link. Nei prossimi giorni ci saranno le prime convocazioni.

  • Il 17 febbraio è cominciata la somministrazione a docenti e operatori scolastici sotto i 55 anni della provincia di Napoli, con il vaccino AstraZeneca.
  • Dal 13 marzo è aperta la piattaforma telematica anche per le adesioni alle vaccinazioni riservate ai campani con oltre 70 anni di età attraverso questo link.
  • Dal 17 marzo è avviata la campagna di vaccinazione per le persone fragili: i soggetti verranno contattati dalle Aziende Sanitarie a seguito della segnalazione da parte dei medici di base.
  • Dal 10 aprile sarà aperta la piattaforma per le adesioni al piano vaccinale della fascia di età 60-69 anni a questo indirizzo;
  • Dal 27 aprile  è aperta la piattaforma per le adesioni al piano vaccinale della fascia di età 50-59 anni a questo indirizzo;

E’ ora possibile anche per conviventi e caregiver di prenotare la vaccinazione attraverso il portale della Regione, inserendo codice fiscale e numero di tessera sanitaria,  raggiungibile a questo indirizzo.

Puglia

Dal 11 febbraio sarà possibile prenotarsi in farmacia presentando la tessera sanitaria fisicamente, o su delega, senza prescrizione del medico, tramite il sistema FarmaCup. Infine sarà possibile prenotarsi anche attraverso il portale PugliaSalute. Le vaccinazioni agli ultra 80 enni partiranno il 22 febbraio.

La Puglia ha deciso di anticipare l’inizio delle vaccinazioni per i soggetti fragili, dapprima previsto per il 6 aprile. Si partirà il 29 marzo. Invece, i conviventi e caregiver possono comunicare l’adesione al proprio medico di base o ai centri di cura.

il 12 aprile è partita la campagna vaccinale per gli over 60, con le adesioni dei 69enni e 68enni, cioè i nati nel 1952 e 1953, che potranno proseguire sino al 24 aprile. Le persone di 61 e 60 anni (nati nel 1960 e 1961) dovranno attendere il 21 aprile. Ecco il calendario per le persone tra i 79 e 60 anni:

vaccini covid

Sicilia

A partire dall’8 febbraio è possibile prenotarsi attraverso: prenotazioni.vaccinicovid.gov.it che sarà raggiungibile anche attraverso il sito web della Regione Siciliana. Oltre alla piattaforma online, sarà possibile prenotarsi attraverso un call center dedicato, telefonando al numero verde 800.009.966 attivo da lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 18 (esclusi sabato e festivi).

  • Dal 15 febbraio parte la campagna di vaccinazione con AstraZeneca per i cittadini tra i 18 e i 55 anni.
  • Dal 10 marzo tutti i cittadini dai 70 ai 79 anni (dalla classe 1951 fino alla classe 1942) potranno avere accesso ai sistemi di prenotazione per richiedere il vaccino anti Covid.
  • Il 16 marzo partono le prenotazioni per i soggetti estremamente fragili. In questo caso è disponibile la piattaforma di Poste italiane o in alternativa il portale regionale siciliacoronavirus.it.

Sono aperte le prenotazioni ai cittadini dai 65 ai 79 anni di età (dalle classi 1956 fino alla 1942) a questo indirizzo.

In Sicilia conviventi e caregiver non hanno bisogno di prenotazione, ma sarà sufficiente dimostrare il proprio ruolo al momento della vaccinazione dell’assistito.

Vaccinazione dipendenti: situazione attuale, chiarimenti Inail, obblig15hi

Sardegna

Le somministrazioni agli ultra 80enni partiranno il 20 febbraio, e agli aventi diritto arriva un sms con l’invito a registrarsi sulla piattaforma regionale per la prenotazione. Dal 22 febbraio comincerà la vaccinazione del personale dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili del fuoco e agenti della Polizia Penitenziaria, che non avranno bisogno di prenotarsi.

Dal 1° marzo 2021 possono accedere al portale solo i cittadini che hanno ricevuto l’sms di invito. Al momento l’adesione è riservata:

Dal 22 aprile i cittadini over 80 non ancora vaccinati, per i quali non vi è stata la registrazione sul portale, potranno prenotare la somministrazione del vaccino contattando, entro il 30 aprile, il 1533, da rete fissa, o i numeri 070.276424 e 070.474747, per chi chiama da rete mobile. In alternativa sarà possibile inviare una mail all’indirizzo prenotazionevaccini.over80@atssardegna.it indicando le proprie generalità, recapito telefonico e il comune di domicilio o residenza.

Basilicata

Parte da Forenza la campagna vaccinale in Basilicata per gli over 80 per poi proseguire giovedì 11 febbraio a Oliveto Lucano. Dal 1 marzo il via a Matera alla somministrazione del vaccino AstraZeneca sul personale scolastico e dal 2 marzo a Potenza.

Sia gli ultra 80enni che il personale scolastico non devono prenotare, ma vengono chiamati direttamente dalla Asl di appartenenza.

Per quanto riguarda i soggetti fragili, sono partite il 6 aprile alle ore 14 le prenotazioni, attraverso la piattaforma di Poste Italiane o tramite il numero verde 800 00 99 66. Le vaccinazioni per i soggetti con Sindrome di Down e relativi caregiver sono invece iniziate il 1° aprile.

Il 13 aprile potranno vaccinarsi nelle tende donate dal Qatar a Potenza e Matera coloro che hanno da 79 a 75 anni a partire dalle 8.30 e fino alle 18.30. Il 14 aprile invece sarà la volta dei cittadini da 74 a 70 anni.

Dal 19 aprile oltre 150 medici di famiglia potranno vaccinare solo con Astrazeneca i propri assistiti (fascia di età 70 – 79) presso il proprio studio.

Per i caregiver sabato 17 Aprile dalle 14 sarà possibile prenotare, scegliendo luogo e orario attraverso il portale di Poste Italiane o in alternativa chiamando il numero verde 800 00 99 66.

Molise

Partite il 19 febbraio. In seguito:

  • A partire dal 27 febbraio è possibile per tutto il personale dei servizi educativi per l’infanzia, per quello scolastico e universitario, docente e non docente, studenti esclusi, con età fra i 18 (anno di nascita 2003) e 65 anni (anno di nascita 1956) e per le Forze dell’Ordine. Dal primo marzo per il personale tra i 56 e 65 anni.

Anche in Molise le vaccinazioni per le categorie a rischio sono già aperte, si può infatti già inviare la propria adesione attraverso il portale telematico della Regione. Riguardo la vaccinazione per conviventi e caregiver, questa prevede la valutazione dei diversi casi per stabilire se si ha diritto o meno alla somministrazione.

Dal 7 aprile è possibile per chi ha un’età compresa tra i 70 e i 79 anni presentare la propria adesione.

Come prenotarsi: le prenotazioni avvengono attraverso questo portale online.

Abruzzo

Dopo il personale sanitario sarà il turno degli over 80. Nel frattempo la regione dà il via alla fase 2 con il vaccino di AstraZeneca, che inizia il 15 febbraio, per personale scolastico e forze dell’ordine.

Dal 13 marzo è attiva la piattaforma telematica per le manifestazioni di interesse alla vaccinazione anti Covid 19, riservata al personale scolastico e universitario (docente e non docente) residente in Abruzzo, ma operante in altre regioni italiane.

Dal 26 marzo sono aperte le prenotazioni per over 70, sul sito della Regione, e attualmente si possono prenotare: i nati tra il 1942 e il 1946 e a breve si aprirà anche ai nati tra il 1947 e il 1951.

Dal 20 aprile 2021 è accessibile la piattaforma Poste per la prenotazione dei vaccini anti Covid 19 dei nati tra il 1952 e il 1961.

E’ aperta la piattaforma, a questo indirizzo, per le manifestazioni di interesse alla vaccinazione per i caregiver, che dovranno inserire gli estremi del codice fiscale e della tessera sanitaria.

Emilia Romagna

Iniziata il 2 febbraio la vaccinazione degli ultra 80enni in assistenza domiciliare. Per gli over 80 si è partiti il 16 febbraio, e dal 15 febbraio si sono aperte le prenotazioni attraverso: Cup, Farmacie Cup, prenotazione telefonica, Fascicolo sanitario elettronico, Portale regionale Salute.

Da lunedì 15 dunque prenotazioni aperte per i nati nel 1936 o negli anni precedenti (85enni e ultra 85enni), mentre da lunedì 1° marzo si potranno prenotare le persone nate dal 1937 al 1941 compresi (quindi tra gli 80 e gli 84 anni).

Dal 22 febbraio, si parte con l’utilizzo dei vaccini AstraZeneca, per vaccinare le persone con disabilità (lo faranno direttamente le Ausl) e il personale scolastico, che per prenotare deve rivolgersi direttamente il proprio medico di base.

Ulteriore novità: da lunedì 15 marzo partono le prenotazioni per la vaccinazione degli over 75 anni e delle persone estremamente fragili; lunedì 26 aprile si aprono le prenotazioni per la fascia 65-69 anni; dal 10 maggio si possono prenotare le persone in fascia 60-64 anni, compatibilmente con le dosi a disposizione.

Come specificato dalla Regione, si tratta delle persone di età compresa tra i 75 e i 79 anni, che potranno iniziare a prenotarsi a partire da lunedì 15 marzo, e di coloro che rientrano nella categoria degli “estremamente vulnerabili”. I primi dovranno prenotarsi, mentre i secondi saranno invece presi direttamente in carico dalle Aziende sanitarie di riferimento, che provvederanno a contattare i pazienti a mano a mano che arriveranno i vaccini.

In sostanza:

  • Dal 12 aprile la fascia d’età per le prenotazioni si è ampliata ai 70-74enni, ovvero ai nati a partire dal 1951;
  • lunedì 26 aprile si aprono le prenotazioni per la fascia 65-69 anni
  • dal 10 maggio si possono prenotare le persone in fascia 60-64 anni

L’Emilia Romagna prevede la somministrazione a domicilio dei vaccini per persone fragili, conviventi e caregiver. È prevista un’autocertificazione da consegnare al momento della vaccinazione. A partire dal 19 aprile possono prenotarsi per la vaccinazione anche i genitori di minori di 16 anni estremamente fragili, tramite Cup, FarmaCup e Cuptel, sempre presentando un’autodichiarazione sul proprio status.

Friuli Venezia Giulia

Sono iniziate il 10 febbraio in Friuli Venezia Giulia le prenotazioni per la vaccinazione anti covid 19 per gli over 80: la prenotazione può essere effettuata agli sportelli Cup delle aziende sanitarie, nelle farmacie abilitate e tramite call center regionale. Secondo calendario, le somministrazioni cominceranno lunedì 15 febbraio.

Tra il 17 e il 18 febbraio è partita la campagna vaccinale per i cittadini che appartengono alle Forze di Polizia e alle Università, in coordinamento con le Prefetture, la Direzione centrale Lavoro, Formazione, Istruzione e Famiglia della Regione e l’Ufficio Scolastico Regionale del Friuli Venezia Giulia.

Da mercoledì 24 marzo si dà avvio alla prenotazione per le persone estremamente vulnerabili e per le persone tra i 75 e i 79 anni, esclusivamente secondo le modalità di seguito indicate.

Sempre il 24 marzo sono partite le prenotazioni per le persone fragili. È possibile prenotarsi tramite il CUP, le farmacie o tramite il Call center al numero 0434 223522. La vaccinazione è estesa anche a conviventi e caregiver.

Sono aperte le prenotazioni per tutte le persone dai 60 anni di età in su. Dal 2 maggio sono aperte le prenotazioni alle vaccinazioni anti-Covid riservate agli Under 60 con comorbidità.

Piemonte

Inizierà il 21 febbraio per gli over 80, mentre il 19 febbraio partiranno le vaccinazioni al personale scolastico con AstraZeneca, mentre il 16 marzo per le persone con disabilità.

L’11 marzo il Piemonte avvia la campagna di vaccinazione contro il Covid 19 per la Protezione civile, a cui sarà possibile iscriversi tramite questo portale.

Come prenotarsi: il personale scolastico e universitario deve prenotarsi attraverso la piattaforma telematica regionale, mentre gli ultra80enni devono contattare il proprio medico di base.

Parte lunedì 15 marzo in Piemonte la vaccinazione delle persone “estremamente vulnerabili”. Dopo l’adesione manifestata attraverso il medico di famiglia, L’Asl di appartenenza provvederà poi a convocare i singoli con una lettera o un sms, per indicare la data e il luogo della vaccinazione. Al medico di famiglia si può indicare anche il nominativo dei caregiver.

Sempre dal 15 marzo sono iniziate le prenotazioni dei cittadini tra i 70 e i 79 anni sulla piattaforma dedicata oppure contattando il proprio medico di base.

A maggio le preadesioni per i 50enni: dal 4 maggio partirà la preadesione sul portale www.ilPiemontetivaccina.it per la fascia 55-59 anni, dal 17 maggio per quella 50-54 anni.

Attualmente possono prenotare il vaccino i seguenti soggetti:

  • persone nate prima del 31 dicembre 1941;
  • persone di età compresa tra i 70 e i 79 anni;
  • persone di età compresa tra i 60 e i 69 anni;
  • personale scolastico e universitario;
  • personale volontario della Protezione Civile.

Calabria

Iniziata la vaccinazione degli over 80 il 22 febbraio. In questo caso niente prenotazioni, le persone vengono chiamate direttamente dal personale sanitario.

La Calabria ha iniziato le somministrazioni ai soggetti estremamente fragili, aderendo alla piattaforma online di prenotazione realizzata da Poste Italiane raggiungibile a questo indirizzo. Invece per i caregiver si attende l’attivazione di un portale di registrazione che verrà attivato nei prossimi giorni. Dopo la registrazione su questo portale, messo a punto dalla Protezione Civile, sarà possibile prenotarsi sempre mediante la piattaforma di Poste Italiane.

Aperte le prenotazioni online per il vaccino anticovid-19 anche per la categoria 60-69 anni, al seguente link (clicca qui).

Lombardia

Si inizierà a vaccinare gli over 80 a partire da giovedì 18 febbraio, secondo quanto annunciato da Letizia Moratti, specificando che: le adesioni saranno raccolte tramite i medici di base o l’assistenza domiciliare, oppure attraverso l’accesso a un portale dedicato, direttamente o con il supporto familiari. Verrà quindi ricontattata la persona da vaccinare e le sarà indicato giorno ora e luogo in cui presentarsi.

A partire dal 3 marzo per tutto il personale scolastico (docenti, Ata, supplenti e dirigenti scolastici) fino a 65 anni di età sarà possibile accedere al portale regionale online per effettuare la prenotazione dei vaccini.

Dal 15 marzo verranno vaccinate le persone estremamente vulnerabili, affette da patologie o disabilità che comportano un rischio particolarmente elevato di sviluppare forme gravi o letali di COVID-19.

Le prenotazioni per la vaccinazione dei soggetti fragili saranno invece attive a partire dal 9 aprile tramite la piattaforma di Poste Italiane, o in alternativa chiamando il call center al numero 800 89 45 45. I conviventi/caregiver dei soggetti estremamente fragili potranno invece essere vaccinati senza prenotazione, quando accompagneranno il soggetto prenotato a vaccinarsi. In tutti i casi i conviventi/caregiver dovranno mostrare l’autocertificazione, scaricabile qui.

A partire dalle ore 23:00 del 22 aprile anche le persone di età compresa tra i 64 e i 60 anni possono prenotare online il proprio appuntamento per la vaccinazione anti Covid-19. Dalle ore 18.00 di sabato 1 maggio anche i cittadini fragili di età compresa fra i 16 e i 49 anni con esenzione per patologia possono prenotare la vaccinazione anti Covid-19.

Per i cittadini di età compresa fra i 50 e i 59 anni con esenzione per patologia, la piattaforma di prenotazione del vaccino anti Covid-19 è disponibile dal 28 aprile.

Sono in corso le vaccinazioni dei cittadini in condizione di elevata fragilità, con grave disabilità ai sensi della L.104, art.3 comma 3, dei cittadini nella fascia d’età tra i 65 e i 79 anni e over 80.

Per aderire alla campagna di vaccinazione consulta questo portale.

Umbria

Dal 12 è attivo il sistema di prenotazioni vaccinali che saranno operative dal 15 febbraio. Nella seconda metà di febbraio si partirà con la vaccinazione di odontoiatri, medici liberi professionisti, farmacisti, con particolare attenzione anche per i disabili.

Dal 24 febbraio sarà possibile richiedere la dose di AstraZeneca per il personale docente e non docente della scuola e dell’Università.

La somministrazione per le persone fragili è già avviata, a partire dai soggetti in cura e presi in carico dal Sistema sanitario regionale che saranno chiamati dalle strutture sanitarie per procedere alla vaccinazione.

In sintesi, in questa fase possono ricevere il vaccino:

  • tutti i cittadini nati nel 1941 e in anni precedenti;
  • gli operatori sanitari;
  • gli operatori non sanitari che operano in strutture sanitarie di età compresa tra 18 e 79 anni;
  • i volontari nel settore della sanità.

Dall’1 aprile è possibile prenotare il vaccino per le persone tra i 70 e i 79 anni e i soggetti con elevata fragilità. La prenotazione può essere fatta direttamente online sul sito del Cup Umbria.

Dal 6 aprile si parte con le prenotazioni anche per caregiver e familiari conviventi, ed è possibile prenotarsi tramite l’apposito portale o in alternativa in farmacia.

Per prenotarsi,  gli over 80 e il personale della scuola devono accedere al portale online della Regione dedicato alla vaccinazione Covid, oppure tramite le farmacie.

Toscana

Partirà il 15 febbraio la vaccinazione degli over 80 in Toscana, con dosi Pfizer e Moderna somministrate dai medici di famiglia. Il giorno prima, il 14 febbraio, si avvierà invece la somministrazione del vaccino Astrazeneca alle categorie prioritarie con persone tra i 18 e i 55 anni. Per queste categorie è possibile prenotarsi a questo link: Prenotazione Vaccini – Regione Toscana.

Dal 10 marzo potranno prenotare il vaccino le persone dai 76 ai 79 anni, nati nel 1941-42-43-44.

Dal 15 marzo inizia la vaccinazione per le persone estremamente fragili con l’avvio del Portale telematico di prenotazioni raggiungibile collegandosi a questo linkmentre le strutture sanitarie continuano a chiamare i pazienti già in carico ai reparti degli ospedali. Per i caregiver o conviventi delle persone affette da patologie per le quali è prevista anche per loro la vaccinazione, verrà aperto successivamente un nuovo canale sul portale della Regione Toscana per eseguirla con il vaccino AstraZeneca.

Da venerdì 30 aprile 2021 non ci saranno più un click day per gli over 70, ma il portale “Prenota vaccino” della Regione Toscana sarà aperto tutti i giorni per le persone nate tra il 1951 e il 1941.

Come prenotarsi: gli anziani con oltre 80 anni non devono prenotarsi, vengono contattati direttamente dal proprio medico curante. 

Marche

Partirà il 20 febbraio per gli over 80. Le prenotazioni dovranno essere effettuate sulla piattaforma di Poste italiane, già attiva, a partire dal 12 febbraio (dalle ore 14) o chiamando il numero 800.00.99.66 .

Dal 1° marzo inizierà la somministrazione dei vaccini al personale della scuola, mentre dal 2 marzo partirà la vaccinazione per le categorie di Forze di polizia, Magistratura, Forze armate, Vigili del fuoco, Polizia locale e volontari della Protezione Civile, personale civile delle Prefetture e delle Questure.

Già iniziata il 3 marzo la campagna di vaccinazione nelle Marche, a partire dai soggetti presi già in carico dalle strutture ospedaliere, per proseguire con le altre categorie. Dal 29 marzo, le persone “estremamente vulnerabili” che non risultano seguite presso le strutture ospedaliere regionali e non sono quindi convocate in automatico, potranno prenotare la somministrazione del vaccino attraverso una lista dedicata sulla piattaforma delle Poste.

Sarà disponibile a breve l’accesso alla piattaforma di prenotazione della Regione Marche per conviventi e caregiver. Sarà necessario al momento della vaccinazione fornire un’autocertificazione.

Al via dalle ore 12 di Lunedì 29 marzo le prenotazioni per il vaccino anti-Covid19 per i cittadini marchigiani che rientrano nella fascia 70-79 anni.

Inizia sabato 17 aprile, dalle ore 12, la prenotazione per il vaccino anti-Covid19 per la fascia d’età 65-69 anni.

Lazio

Nel Lazio hanno diritto a ricevere la vaccinazione gli anziani dagli 80 anni in su residenti nella Regione, prenotandosi online su questo sito. Fissando l’appuntamento, gli aventi diritto saranno messi in lista anche per il richiamo.

  • Il 18 febbraio partiranno le prenotazioni on line per la fascia d’età 55-45 del corpo docente e non docente delle scuole di ogni ordine e grado e delle Università pubbliche e privato, mentre le vaccinazioni partiranno lunedì 22 febbraio.
  • Dal 1 marzo al via le vaccinazioni dai medici di medicina generale, e si partirà dai nati nell’anno 1956 (65 anni) con il vaccino AstraZeneca.
  • A partire dal 4 marzo inizieranno le prenotazioni delle vaccinazioni per i soggetti considerati più fragili, appartenenti alle categorie a rischio. È possibile prenotarsi tramite il portale telematico messo a disposizione dalla Regione. Anche i familiari e i caregiver possono essere vaccinati, prenotandosi al numero 06 164 161 841.
  • Venerdì 5 marzo, invece, sarà il turno delle persone nate negli anni 1942-1943.
  • Lunedì 8 marzo potranno prenotarsi le persone nate nel 1956-1957, dunque di 64/65 anni.

Dal 10 marzo prende il via la campagna di vaccinazione per gli over 70, secondo questo calendario:6

  • dal 10 marzo le persone di 77-76 anni (i nati nel 1944-1945);
  • dal 12 marzo le persone di 75-74 anni (i nati nel 1946-1947);
  • dal 15 marzo le persone di 73-72 anni (i nati nel 1948-1949);
  • dal 20 marzo le persone di 70-71 anni (i nati nel 1950-1951);
  • dal 27 marzo la prenotazione on line della vaccinazione è estesa anche alle età 68-69 anni (nati nel 1952-1953);
  • dal 1 aprile la prenotazione on line è attiva per le età di 66-67 anni;
  • dal 7 aprile la prenotazione on line è estesa anche alle età di 64-65 anni;
  • dal 10 aprile la prenotazione è estesa alle età di 63-62 anni;
  • dal 13 aprile le prenotazioni on line  sono state estese anche a nati nel 1961 e 1960 (60 e 61 anni).
  • dal 29 aprile sono aperte le prenotazioni per le fascia d’età 18-49 anni, nati 2003-1972, con comorbidità ed esenzione, e per i 58enni e 59enni.

Per quanto riguarda i conviventi e caregiver di soggetti fragili, al momento è prevista la prenotazione per il solo caregiver principale, attraverso il numero 06164161841, comunicando il Codice Fiscale della persona assistita.

>> Consulta qui il totale somministrazioni aggiornate in tempo reale <<

Vaccini Covid: approvato Johnson&Johnson

Un altro vaccino si aggiunge alla schiera, in via di espansione, di opzioni disponibili per essere somministrate alla popolazione in sicurezza. “Ora abbiamo uno strumento in più per combattere il Covid-19 uno strumento particolarmente utile, perché si tratta del primo vaccino monodose” ha dichiarato il Ministro della Salute Roberto Speranza.

L’AIFA (Agenzia italiana del farmaco) ha infatti approvato il 12 marzo 2021 l’utilizzo in Italia del vaccino monodose anti-Covid Johnson&Johnson, destinato alle persone al di sopra dei 18 anni, come da indicazione EMA, e sarà messo a disposizione a carico del SSN. La Commissione tecnico-scientifica (CTS) dell’Agenzia ha valutato l’efficacia del vaccino sostenendo che nelle forme gravi arriva fino al 77 % dopo 14 giorni dalla somministrazione e all’85% dopo 28 giorni dalla somministrazione.

Secondo i nuovi aggiornamenti, al 15 aprile 2021, il vaccino Johnson&Johnson ha subito uno slittamento nella consegna delle dosi in Europa a causa della sua sospensione negli USA dovuta al verificarsi di diversi casi di coaguli di sangue. A questo proposito Ministro della Salute Roberto Speranza ha dichiarato: “Seguiamo in queste ore la vicenda. Speriamo ci siano a breve elementi di chiarezza che ci consentano di proseguire con la campagna. Stiamo parlando di un vaccino monodose, che potrebbe aiutare la nostra compagna. Aspetteremo le valutazioni della comunità scientifica.”

Comunicato AIFA, approvazione vaccino Johnson&Johnson

Vaccini Covid: dati settimanali

Quasi 4 milioni di persone vaccinate, con la somministrazione di due dosi complete, all’altezza del 10 marzo 2021. Attraverso il monitoraggio gestito dal Governo si può determinare che il totale di somministrazioni effettuate ha registrato un’impennata, e fino ad oggi ammonta a più di 12 milioni:

Dai grafici forniti dal Governo è possibile riscontrare anche un aumento di 741 punti vaccinali nel territorio italiano dal 25 febbraio. Disponibili anche i dati e le statistiche sull’andamento delle vaccinazioni in Italia per ogni categoria. Nel dettaglio, le percentuali relative a chi ha già ricevuto la somministrazione di entrambe le dosi sono, al 10 aprile 2021:

  • over 80: il 38,79%;
  • età compresa tra i 70 e i 79: 2,48%;
  • ospiti RSA: il 75,53%;
  • personale sanitario: il 75,29%;
  • personale scolastico: lo 0,95%.

Scarica il report delle vaccinazioni.

Vaccini Covid: somministrazioni in farmacia

I farmacisti potranno somministrare il vaccino, previa la frequenza di corsi di abilitazione organizzati dall’Istituto superiore di sanità. Lo conferma l’Accordo quadro tra governo, regioni, Federfarma e Assofarm firmato dal Ministro della Salute Roberto Speranza.

Prima di poter sfruttare questo nuovo canale per la vaccinazione, i cittadini dovranno:

  • fornire ogni utile informazione ai fini della corretta compilazione del consenso informato;
  • non avere avuto negli ultimi 14 giorni contatti stretti con persone positive al Covid- 19;
  • non avere una temperatura superiore a 37.5 gradi;
  • non avere sintomatologia compatibile con Covid-19;
  • non essere positivo al test per Sars-CoV-2;
  • dopo la vaccinazione, sostare in area monitoraggio della farmacia per 15 minuti.

La prima Regione a rendere operativi questi nuovi canali di somministrazione è stata la Liguria, a partire dal 30 marzo. Le prenotazioni possono essere effettuate direttamente in farmacia o sul portale informatico regionale, ma non telefonando alla farmacia. La precedenza verrà data alla fascia d’età tra i 75 e i 79 anni, poi a quella tra i 70 e i 74 anni. A iniettare agli over 70 una dose di AstraZeneca saranno medici o altri operatori sanitari abilitati.

E per quanto riguarda la prenotazione “non c’è rischio di caos, bisogna organizzarsi. Ci sarà un portale per scegliere la farmacia e i medici di medicina generale si muoveranno su proprie liste. L’importante è chiarire al cittadino dove e come entrare nel percorso vaccinale“. Ha affermato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ospite di Mattino 5.

Certo è che saranno esclusi dalla vaccinazione i soggetti ad estrema vulnerabilità o chi abbia avuto pregresse reazioni allergiche gravi.

Quali vaccini vengono somministrati in Italia 

Atrazeneca per gli over 65 si aggiunge alle altre dosi di vaccini attualmente sul mercato italiano, cioè utilizzate per le somministrazioni. Allo stato attuale sono utilizzati:

  • vaccino Astrazeneca (somministrato alle persone a partire dai 18 anni di età, ed over 65, ad eccezione dei soggetti estremamente vulnerabili);
  • vaccino Pfizer/BioNTech (Il vaccino Comirnaty viene somministrato agli adulti e agli adolescenti di età pari o superiore a 16 anni);
  • vaccino Moderna (Il vaccino Moderna viene somministrato agli adulti e agli adolescenti di età pari o superiore a 18 anni);
  • vaccino Johnson&Johnson (approvato il 12 marzo, destinato alle persone al di sopra dei 18 anni).

Entro l’estate il ministro Speranza ha assicurato saranno in arrivo altre 50 milioni di dosi e, man mano che verranno approvati dall’agenzia Ema e Aifa, sbarcheranno sullo stivale altre tipologie di vaccini.

Ad esempio lo Sputnik russo, che nei prossimi mesi potrà essere prodotto direttamente in Italia, secondo quanto annunciato dalla camera di Commercio italo-russa.

Firmato il primo accordo in Europa tra il fondo governativo russo e la società Adienne Pharma&Biotech per la produzione in Italia del vaccino Sputnik V“. Lo annuncia la Camera in una nota pubblicata sul suo sito internet.

“Nelle scorse ore l’amministratore delegato del Russian Direct Investment Fund (Rdif), Kirill Dmitriev, ha confermato di aver raggiunto un accordo con l’azienda Adienne Pharma&Biotech per la produzione dello Sputnik V in Italia, siglando il primo contratto europeo per la produzione locale del vaccino. La partnership permetterà di avviare la produzione già dal mese di luglio 2021”.

(Articolo in aggiornamento)

Resta aggiornato sulle ultime news con la Newsletter di Leggioggi 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome