Home Economia Come creare PEC gratis: le cose da sapere

Come creare PEC gratis: le cose da sapere

come-creare-pec-gratis

Quando parliamo della PEC, ovvero della Posta Elettronica Certificata, facciamo riferimento a uno strumento pratico e virtuoso che è sempre più utilizzato non soltanto dalle aziende e dalla Pubblica Amministrazione ma anche dai privati.

Questo servizio consente infatti, in tutta celerità e con un interessante risparmio economico, di inviare e ricevere email che hanno valore legale esattamente come una raccomandata A/R. Lo scambio di messaggi certificati potrà dunque essere utilizzato in sede di contenzioso giudiziario come prova (a patto che sia il mittente che il destinatario di tali scambi siano provvisti di una casella PEC). Per quanto riguarda poi il suo utilizzo, è praticamente identico a quello di una ‘normale’ casella di posta elettronica.

Che cosa occorre? Basta essere provvisti di un computer, di uno smartphone o di un tablet per creare una PEC gratis online in pochi clic.

L’utilizzo della PEC è obbligatorio dal 2013 per le aziende, i professionisti, le partite IVA e la Pubblica Amministrazione. Ad ogni modo, come accennato, il suo impiego si sta sempre più diffondendo anche tra i privati cittadini per via dei molti vantaggi che la PEC è in grado di offrire. Oltre al risparmio economico e alla maggior celerità – l’operazione è istantanea – rispetto all’invio di una tradizionale raccomandata A/R, creare PEC gratis consente anche di evitare le lunghe ed estenuanti file negli uffici. Quest’ultimo aspetto è particolarmente interessante specie nel momento storico che stiamo vivendo, durante il quale siamo chiamati a evitare gli assembramenti per contenere la diffusione del Covid-19.

Step by step, il percorso per l’attivazione della casella certificata

Abbiamo compreso quanto il servizio offerto dalla PEC sia semplice e intuitivo oltre che vantaggioso. Vediamo allora in che modo creare PEC gratis e attivare la relativa casella, senza bisogno di dover ricorrere all’assistenza di studi tecnici o altri professionisti. Innanzitutto si dovrà consultare il web per sondare tra i molti provider riconosciuti che offrono appunto l’opportunità di attivare una casella di Posta Elettronica Certificata. In genere è possibile scegliere tra una vasta gamma di opzioni per quanto riguarda sia i piani che gli abbonamenti. È proprio sondando queste offerte che si potrà avere la possibilità di usufruire di promozioni speciali o di creare una PEC gratis per un certo periodo di tempo, generalmente corrispondente a 6 mesi dal momento dell’attivazione. In tutti i casi, sarà corretto affermare come il costo annuale per il mantenimento in vita di una casella PEC sia decisamente abbordabile (siamo intorno ai dieci euro).

Dopo aver selezionato il provider sarà il momento di effettuare la registrazione: si dovranno dare le generalità, il codice fiscale o la partita IVA, un indirizzo di posta elettronica ‘tradizionale’ per ricevere le info tecniche relative all’attivazione e si dovrà anche capire quale nome scegliere per la casella. Fatto questo, occorrerà definire una password di accesso e selezionare il metodo di pagamento eventuale per la quota annua. L’operazione richiederà qualche ora, poi si riceverà conferma dell’avvenuta attivazione della casella PEC e si potrà iniziare lo scambio di messaggi certificati.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome