Home Welfare Bonus giornali 2021: a chi spetta, importi e tipologia abbonamenti

Bonus giornali 2021: a chi spetta, importi e tipologia abbonamenti

Paolo Ballanti
bonus giornali 2021 abbonamenti e importi

Il disegno di legge di Bilancio 2021 attualmente all’esame del Parlamento introduce all’articolo 101 uno sconto fino a 100 euro per l’acquisto di abbonamenti a giornali e riviste per i nuclei che già beneficiano del Bonus pc e tablet.

Scopo della misura è quello di sostenere le famiglie meno abbienti nell’accesso ai servizi digitali e di informazione.

Il bonus in questione opera infatti come sconto sull’acquisto di abbonamenti sia cartacei che digitali, le cui modalità operative saranno oggetto di apposito decreto ministeriale.

Come anticipato, il sussidio si aggiungerà al “Bonus pc e tablet” già attivo dal 9 novembre scorso per un ammontare massimo di 500 euro. La conferma in Manovra 2021 del “Bonus abbonamenti” porterà in dote alle famiglie meno abbienti un importo complessivo di 600 euro.

Il Disegno di legge Bilancio riserva 25 milioni di euro a copertura del nuovo sussidio, a valere su ciascuno degli anni 2021 e 2022.

>> Bonus giornali e riviste 2021: fino a 100 euro con voucher pc e Tablet

Analizziamo nel dettaglio la novità.

Bonus giornali 2021: cos’è 

Lo scopo della misura prevista dal Ddl Bilancio è di favorire l’accesso ai servizi informativi e digitali da parte delle famiglie a basso reddito, al pari dell’attuale “Bonus pc e tablet”. Quest’ultimo, già attivo dal 9 novembre scorso, consiste in uno sconto fino a 500 euro sui canoni internet e sul costo di acquisto dei dispositivi elettronici, a beneficio dei nuclei familiari con ISEE non superiore a 20 mila euro.

>> Bonus Pc e Tablet 2020: come funziona, importo e domanda

Bonus giornali 2021: a chi spetta

Il nuovo “Bonus abbonamenti” ha come destinatari i nuclei familiari con ISEE non superiore a 20 mila euro che già beneficiano del “Bonus pc e tablet”, riconosciuto per l’acquisto di servizi internet a banda ultra larga e dei relativi dispositivi elettronici.

Bonus giornali: biennio 2021-2022

Nelle intenzioni della Manovra il nuovo sussidio troverà applicazione per il biennio 2021-2022. Tuttavia, come precisato dal comma 6 dell’articolo 101, per la messa in campo del bonus si dovrà attendere un apposito decreto (sotto forma di DPCM si legge nel D.d.l.) da adottarsi entro 30 giorni dall’entrata in vigore della Manovra.

Bonus giornali 2021: tipologie di abbonamenti 

Ai beneficiari del Bonus pc e tablet è riconosciuto un contributo aggiuntivo sottoforma di sconto sul costo di acquisto di abbonamenti a quotidiani, riviste e periodici, anche in formato digitale.

Di conseguenza, si legge nel testo della norma, il sussidio è utilizzabile per:

  • Acquisti effettuati online;
  • Acquisti presso esercizi commerciali che operano esclusivamente nel settore della vendita al dettaglio di giornali, riviste e periodici.

Sono inclusi nello sconto:

  • sia gli abbionamenti cartacei 
  • sia gli abbonamenti digitali

Stando al Disegno di legge gli abbonamenti che potranno beneficiare del sussidio saranno esclusivamente quelli a giornali, riviste e periodici.

Al momento quindi il bonus non interessa gli abbonamenti a:

  • Servizi musicali in streaming;
  • Servizi televisivi in streaming;
  • Acquisto di libri o materiale scolastico, anche se in formato digitale.

Le modalità operative e gli operatori interessati, sia per gli abbonamenti digitali che cartacei, saranno con tutta probabilità definiti con il decreto ministeriale o DPCM attuativo, da adottarsi entro 30 giorni dall’entrata in vigore della Manovra.

Bonus giornali 2021: gli importi 

Il voucher avrà un importo massimo di 100 euro che si aggiungerà al “Bonus pc e tablet”, portando in dote alle famiglie beneficiarie un contributo complessivo di 600 euro.

Accesso al bonus ed erogazione

Al di là degli aspetti che saranno definiti con il decreto attuativo, il Disegno di legge di bilancio (comma 6) stabilisce che per le modalità di erogazione del sussidio si applicano, per quanto compatibili, le disposizioni del Decreto del Ministero dello sviluppo economico (MISE) del 7 agosto 2020, riguardante l’accesso al “Bonus pc e tablet”.

Di conseguenza, se sarà confermato lo stesso impianto normativo, per ottenere il sussidio sarà sufficiente presentare al rivenditore di abbonamenti cartacei o digitali:

  • Dichiarazione sostitutiva in cui si afferma che il valore ISEE del nucleo familiare non supera i 20 mila euro e che nessun altro componente beneficia già del “Bonus abbonamenti”;
  • Dichiarazione sostitutiva attestante la fruizione del Bonus pc e tablet;
  • Documento di identità e codice fiscale.

In sede di sottoscrizione dell’abbonamento digitale, i documenti appena citati dovranno essere caricati sul portale telematico, mentre per gli abbonamenti cartacei sarà sufficiente fornire il materiale direttamente al rivenditore.

Caratteristiche del sussidio

Il bonus sarà riconosciuto sotto forma di sconto sul costo di acquisto degli abbonamenti a riviste, giornali e periodici, senza alcuna erogazione diretta al beneficiario. Di conseguenza, il sussidio non avrà alcuna valenza ai fini fiscali o contributivi e non entrerà nel reddito complessivo dell’interessato.

Bonus giornali 2021 Fondi

A copertura del “Bonus abbonamenti digitali” il Disegno di legge stanzia 25 milioni di euro annui per il biennio 2021-2022.

>> Speciale Legge di bilancio 2021 <<

(Foto di copertina Pixabay)



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome