Home Economia Dpcm novembre: ecco il modello di autocertificazione per gli spostamenti

Dpcm novembre: ecco il modello di autocertificazione per gli spostamenti

Dal 5 novembre: coprifuoco nazionale dalle ore 22 alle 5 e divieto spostamenti tra comuni e Regioni nelle zone rosse e arancioni

autocertificazione spostamenti

(Foto Ansa) Torna l’autocertificazione spostamenti in tutta Italia con il nuovo Dpcm novembre, varato dal governo per fronteggiare l’impennata dei contagi Covid.

Il nuovo decreto, di fatto trasforma l’Italia in un Paese a 3 zone: zona rossa, zona arancione e zona gialla, ognuna con nuove restrizioni che, in base al rischio stabilito, diventano via via più stringenti. Sul territorio nazionale vale invece il coprifuoco o lockdown dalle ore 22: da quest’ora tutti in casa, senza poter uscire, se non per comprovate esigenze. Ecco quindi che, per provare i motivi di necessità che spingono a uscire di casa dalle 22 alle 5 in tutta Italia, a spostarsi tra Comuni e Regioni (tra quelli inseriti nelle diverse fasce di rischio) servirà appunto auto-dichiarare la motivazione del proprio spostamento.

Se fino a qualche giorno fa ciò valeva solo in alcune Regioni d’Italia (Lombardia, Campania, Lazio, Sicilia, Piemonte e Calabria), che avevano introdotto coprifuoco locali e regionali, ora invece la questione si fa seria, e interessa (a diverso modo) tutto il territorio nazionale, a seconda della zona in cui si risiede.

Il modello di autocertificazione è quello approvato e pubblicato settimane fa sul sito del Ministero dell’interno. Si utilizzerà questo modulo per giustificare il perché ci si sposta da casa.

Dpcm novembre: lockdown e coprifuoco dalle 22

Il Dpcm istituisce un regime di chiusure differenziate a seconda della fascia di rischio contagio alla quale appartiene una Regione. Il colore in cui si colloca ogni regione d’Italia (rosso, arancione, gialla) è stabilito con ordinanza del ministro della Salute.

Ciò che ci dice questo nuovo Dpcm sono le misure restrittive e le regole pronte a entrare in vigore, dal 5 novembre e fino al 3 dicembre, in ogni tipologia di area, fino alle misure valide su tutto il territorio nazionale.

Sui divieti di spostamento valgono comunque queste regole:

  • Coprifuoco nazionale dalle ore 22 alle 5 del mattino (in tutte le regioni e in tutti i Comuni),
  • Lockdown nelle zone rosse e arancioni con divieto di spostarsi dal proprio Comune di residenza (salvo esigenze)

Ecco perché chi vuole circolare dovrà esibire ai controlli il modulo di autodichiarazione, con cui si certifica il motivo dello spostamento.

Dpcm novembre: le tre zone Regione per Regione 

Come annunciato dal premier Giuseppe Conte nella conferenza stampa di presentazione del nuovo Dpcm di novembre, l’Italia sarà divisa in tre aree con divieti e regole diversi in base al rischio Covid:

  • zona rossa (ad alto rischio),
  • zona arancione (rischio intermedio),
  • zona gialla (a rischio moderato)

Area gialla non significa che non ci saranno divieti e restrizioni. Anzi.

Nella zona rossa sono comprese:

  • Lombardia,
  • Piemonte,
  • Calabria,
  • Valle d’Aosta.

Nella zona arancione rientrano:

  • Puglia,
  • Sicilia.

Le altre Regioni sono considerate zone gialle:

  • Abruzzo,
  • Basilicata,
  • Campania,
  • Emilia-Romagna,
  • Lazio,
  • Liguria,
  • Toscana,
  • Molise,
  • Marche,
  • Sardegna,
  • Friuli Venezia Giulia,
  • le province autonome di Trento e Bolzano.

Autocertificazione spostamenti: i motivi comprovati 

Fermo restando il coprifuoco come regola generale, esistono 3 motivi comprovati che consentono gli spostamenti:

  • comprovate esigenze lavorative,
  • motivi di salute,
  • altri motivi ammessi dalle vigenti normative ovvero dai predetti decreti, ordinanze e altri
    provvedimenti che definiscono le misure di prevenzione della diffusione del contagio.

Inoltre sarà sempre consentito tornare al proprio domicilio.

Autodichiarazione spostamenti: ecco il modulo da scaricare

Sul sito del Ministero dell’interno è stato pubblicato il modello unico, che era stato previsto come autocertificazione per gli spostamenti regionali in Lazio, Campania e Lombardia, Sicilia, Piemonte e Calabria. A meno di futuri modelli, dal 5 novembre sarà questo il modulo da utilizzare per autodichiarare il motivo del proprio spostamento.

Il modulo di autodichiarazione potrà essere esibito durante i controlli di polizia a giustificazione degli spostamenti.

L’autodichiarazione è anche in possesso degli operatori di polizia e può essere compilata al momento del controllo.

Nell’autodichiarazione è necessario inserire anche il luogo e indirizzo da cui è iniziato lo spostamento e la destinazione.

>> Scarica qui il modulo di autodichiarazione spostamenti <<

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

4 COMMENTI

  1. L’autocertificazione è obbligatoria anche per gli spostamenti all’interno del proprio comune e nelle ore comprese tra le 0500 e le 2200? Nella speranza che la risposta sia un “NO”, cordialmente saluto. Domenico SURIANO

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome