Home Economia Polizze dormienti, ultimi giorni: richiesta rimborso entro il 30 ottobre. Istruzioni

Polizze dormienti, ultimi giorni: richiesta rimborso entro il 30 ottobre. Istruzioni

Paolo Ballanti
rimborso polizze dormienti

Prorogati al 30 ottobre 2020 i termini per presentare le domande di rimborso parziale delle Polizze Dormienti. E’ possibile farlo sul portale Consap. C’è ancora qualche giorno di tempo quindi.

A comunicarlo è stato il Ministero dello sviluppo economico con avviso del 16 settembre scorso. In base alla precedente comunicazione del dicastero di Via Veneto (4 giugno) la finestra di presentazione delle domande decorreva dal 15 giugno al 15 settembre.

Il bando è riservato ai titolari di polizze dormienti prescritte in data antecedente il 1º gennaio 2012, le cui somme spettavano in virtù di eventi verificatisi a decorrere dal 1º gennaio 2006.

Le domande volte ad ottenere la liquidazione delle somme dovranno essere presentate sul portale CONSAP, allegando la documentazione rilasciata dall’intermediario (banca o assicurazione) con cui era stata sottoscritta la polizza.

Analizziamo la questione nel dettaglio.

Cosa sono le Polizze dormienti 

Per polizze dormienti si intendono le assicurazioni vita in cui il capitale maturato non è stato liquidato, per diversi motivi. È il caso ad esempio di chi ignora di essere beneficiario di una polizza o semplicemente se ne dimentica.

Le somme non riscosse restano nelle casse degli intermediari (assicurazioni e istituti bancari) per un periodo di 10 anni fino a che non vengono trasferite al “Fondo rapporti dormienti” istituito presso CONSAP (acronimo di Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici S.p.A), ente interamente controllato dal Ministero dell’economia, che si occupa della gestione del fondo.

I termini di prescrizione della Polizze vita

I termini di prescrizione delle polizze vita decorrono da quando si è verificato l’evento che genera nel beneficiario il diritto a chiedere la liquidazione delle somme. Le tempistiche sono state negli anni oggetto di numerosi interventi normativi che hanno portato ad un innalzamento delle stesse:

  • Eventi avvenuti fino al 27/10/2007 un anno di prescrizione;
  • Due anni per gli eventi verificatisi dal 28/10/2007 al 19/10/2010;
  • Per gli eventi verificatisi dal 20/10/2010 termine di prescrizione di dieci anni.

Per favorire il rimborso delle somme in virtù di una prescrizione nel tempo oggetto di modifiche, sono stati in passato pubblicati sei avvisi di bando così da permettere agli interessati di inoltrare apposita istanza.

Oggi, grazie alle risorse assegnate al Ministero dello sviluppo economico è stato pubblicato il 4 giugno scorso il settimo avviso di presentazione delle domande di rimborso per Polizze dormienti. Bando riservato ai beneficiari di polizze prescritte in data antecedente il 1º gennaio 2012.

Come anticipato, l’apertura delle domande, inizialmente fissata dal 15 giugno al 15 settembre è stata prorogata al 30 ottobre.

Rimborso parziale Polizze dormienti: il 50%

In caso di accoglimento della richiesta potrà essere rimborsato non più del 50% dell’importo della polizza. La liquidazione delle spettanze avverrà a decorrere dal mese di Aprile 2021, all’esito dell’istruttoria di tutte le domande presentate, che si concluderà a Marzo prossimo.

Ad ogni modo, precisa l’avviso, CONSAP esaminerà l’ammontare delle richieste accolte e, in base allo stanziamento disponibile, determinerà la percentuale di rimborso che, in caso di risorse insufficienti a soddisfare il tetto del 50%, sarà proporzionalmente ridotta.

Polizze dormienti: come fare domanda di rimborso

Le istanze di rimborso dovranno essere presentate esclusivamente sul portale CONSAP (sezione “Portale Unico delle Richieste”) previa obbligatoria registrazione. Non saranno prese in considerazione domande inoltrate attraverso canali diversi.

L’istanza dovrà riguardare la singola polizza. Questo significa che in presenza di più contratti assicurativi oggetto di rimborso, è necessario inoltrare molteplici richieste.

Per l’utilizzo del portale è necessario installare i seguenti browser:

  • Internet Explorer 10+;
  • Microsoft Edge;
  • Firefox 56+;
  • Chrome 62+;
  • Safari 8.

Una volta effettuato l’accesso gli utenti saranno guidati nella compilazione dei campi. La domanda, una volta completata, dovrà essere scaricata e sottoscritta dall’interessato, il quale la invierà unitamente alla documentazione necessaria.

Rimborso Polizze dormienti: i documenti da allegare

Alla domanda di rimborso dovranno essere allegati i seguenti documenti:

  • Copia fronte / retro del documento di identità del richiedente;
  • Codice fiscale;
  • Copia della polizza vita.

In caso mancanza della documentazione assicurativa si dovrà allegare denuncia di smarrimento oltre ad una dichiarazione dell’intermediario con indicazione di:

  • Contraente;
  • Assicurato;
  • Beneficiario della polizza.

Da ultimo, alla domanda è obbligatorio allegare l’attestazione rilasciata dall’intermediario, in cui questo dichiara:

  • Di aver verificato i requisiti di dormienza della polizza (evento verificatosi dopo il 1º gennaio 2006 e prescrizione avvenuta anteriormente il 1º gennaio 2012);
  • I nominativi di contraente, assicurato e beneficiario;
  • Il numero identificativo della polizza;
  • L’estinzione della polizza e il trasferimento delle somme al “Fondo rapporti dormienti” oltre a data di versamento e importo;
  • Di aver rifiutato la liquidazione della polizza per avvenuta prescrizione oltre all’impegno a non effettuarla in futuro.

Se a presentare la domanda è una persona diversa da chi ha diritto al rimborso, si dovrà allegare la documentazione idonea a dimostrare la legittima titolarità dei poteri rappresentativi. Ad esempio in caso di erede del beneficiario riportato in polizza, sarà necessario produrre dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà con la data del decesso, i nominativi degli eredi e il grado di parentela.

Polizze dormienti: esiti domande rimborso

Le domande di rimborso saranno processate in base all’ordine cronologico di invio. L’istruttoria si concluderà comunque entro il 31 dicembre 2020, termine ultimo anche per integrare le richieste incomplete. Terminato l’iter di esame delle domande sarà data agli interessati comunicazione di accoglimento o rigetto.

Successivamente, entro il 31 marzo 2021 CONSAP darà notizia della percentuale di rimborso riconosciuta, calcolata considerando le risorse disponibili e l’ammontare delle domande accolte.

Rimborso Polizze dormienti: proroga al 30 ottobre

L’avviso pubblicato sul sito del MISE il 16 settembre scorso ha prorogato al 30 ottobre i termini per la presentazione delle richieste di rimborso delle polizze dormienti prescritte.

Le domande, ricorda l’avviso, potranno essere inoltrate sul portale CONSAP al fine di ottenere il rimborso parziale delle polizze assicurative vita prescritte che soddisfino le seguenti condizioni:

  • Evento che ha generato il diritto a riscuotere il capitale assicurato (ad esempio il decesso), intervenuto a decorrere dal 1º gennaio 2006;
  • Prescrizione del diritto al capitale assicurato intervenuta in data antecedente il 1º gennaio 2012;
  • Rifiuto dell’intermediario (banca o assicurazione) a liquidare il capitale per effetto della prescrizione e successivo trasferimento delle somme al “Fondo rapporti dormienti”;
  • Non aver ricevuto il rimborso (sia pur parziale) per effetto dei precedenti avvisi di presentazione delle richieste per polizze dormienti.

> Scarica qui l’avviso del Mise 

> Scarica qui l’avviso Mise del 16 settembre 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome