Home Economia Ecobonus auto plus Agosto-Dicembre 2020: come funziona, cumulo, sconti e condizioni

Ecobonus auto plus Agosto-Dicembre 2020: come funziona, cumulo, sconti e condizioni

In arrivo sconti fino a 10 mila euro e cumulabilità con ecobonus auto elettriche/ibride. Ecco tutte le istruzioni per beneficiare del nuovo Ecobonus auto 2020

Giuseppe Moschella
ecobonus auto plus da agosto a dicembre

Nel Decreto rilancio (D.L. 34/2020) è stato inserito in sede di conversione in legge, un nuovo ed ancora più favorevole incentivo per chi acquista l’auto fino al prossimo dicembre, fermo restando quello relativo all’ecobonus, disciplinato dalla Legge di Bilancio 2019.

Dal 1° agosto al 31 dicembre 2020 l’importo dell’ecobonus per le auto elettriche ed ibride, potrà arrivare a 4 mila euro in caso di rottamazione, e a 2 mila euro senza rottamazione.

Il nuovo Ecobonus auto 2020: importo e beneficiari 

La nuova agevolazione per le auto, è prevista all’articolo 44 (comma 1-bis) del decreto. Beneficiano del bonus, le persone fisiche e le persone giuridiche, ovvero le società che acquistano dal 1° agosto 2020 al 31 dicembre 2020, un veicolo nuovo di fabbrica di categoria M1 con emissioni non superiori a 110 g/Km di CO2. Il bonus vale anche per gli acquisti in leasing.

Gli incentivi variano a seconda del livello di emissioni di CO2, se si decide di rottamare o meno un veicolo immatricolato prima del 1° gennaio 2010, o anche se nel periodo di vigenza dell’agevolazione (dal 1° agosto al 31 dicembre 2020) il veicolo supera i 10 anni di anzianità.

In presenza di rottamazione, il bonus sarà pari a:

  • 2 mila euro se si acquistano veicoli ibridi o elettrici con emissioni da 0 a 60 g/Km di CO2,
  • 1.500 euro per l’acquisto di veicoli con qualsiasi altra alimentazione con emissioni comprese tra 61 e 110 g/km omologati in una classe non inferiore ad Euro 6.

Nuovo Ecobonus auto 2020: necessario lo sconto del venditore

Per avere il contributo, è necessario uno sconto da parte del venditore di almeno 2 mila euro. Il bonus totale può arrivare a 4.000 euro per le auto con emissioni fino a 60 g/Km di CO2, e a 3.500 euro per le auto Euro 6 con emissioni da 61 a 110 g/km.

Senza non viene effettuata la rottamazione, il contributo si dimezza, scendendo a:

  • 1000 euro nel caso di acquisto di veicoli con emissioni da 0 a 60 g/Km di CO2;
  • 750 euro per l’acquisto di veicoli con emissioni comprese tra 61 e 110 g/km omologati in una classe non inferiore ad Euro 6.

In questo caso lo sconto da parte del venditore deve essere pari ad almeno 1.000 euro, e il contributo totale sarà di 2.000 euro per le auto con emissioni fino a 60 g/Km di CO2, e di 1.750 euro per le auto Euro 6 con emissioni da 61 a 110 g/km.

Può interessarti questo E-book:

“Incentivi Auto e Moto 2020. Le novità introdotte con la conversione in legge del Decreto Rilancio”

Ulteriore Bonus auto per le persone fisiche

I contribuenti persone fisiche che rottamano un secondo veicolo di categoria M1, possono beneficiare di un ulteriore incentivo di 750 euro che va a sommarsi ai 1.500 euro già attribuiti al primo veicolo, contestualmente all’acquisto di un veicolo con emissioni di CO2 comprese tra 0 e 110 g/km.

L’incentivo in alternativa, potrà essere utilizzato in tre annualità, come credito di imposta, per l’acquisto di monopattini elettrici, biciclette elettriche o muscolari, abbonamenti al trasporto pubblico, o servizi di mobilità elettrica.

Ecobonus auto plus 2020: a quali condizioni 

Per quanto concerne le condizioni da rispettare per usufruire del bonus:

  • il veicolo da acquistare deve essere nuovo di fabbrica,
  • sembrano essere escluse le auto a “chilometri zero”, ovvero le vetture che anche se non hanno mai circolato, sono state immatricolate e quindi non sono nuove,
  • il veicolo da acquistare (anche in leasing) deve essere di categoria M1 cioè destinato al trasporto di persone, aventi almeno 4 ruote e al massimo 8 posti a sedere oltre al sedile del conducente.

Inoltre, il contributo spetta se il prezzo di listino della nuova auto (risultante dal listino prezzi ufficiale della casa produttrice) è inferiore a:

  • 50 mila euro (Iva esclusa) per i veicoli con emissioni da 0 a 60 g/Km di CO2;
  • 40.000 euro (Iva esclusa) per i veicoli con emissioni comprese tra 61 e 110 g/km omologati in una classe non inferiore ad Euro 6.

Il veicolo oggetto di rottamazione deve essere intestato da almeno 12 mesi allo stesso soggetto intestatario del nuovo veicolo o ad uno dei familiari conviventi alla stessa data, e in caso di acquisto in leasing, sia intestato, da almeno 12 mesi, al soggetto utilizzatore del veicolo, o a uno dei predetti familiari.

All’atto di acquisto si dovrà dichiarare espressamente che il veicolo consegnato è destinato alla rottamazione, e inoltre i veicoli usati non possono essere rimessi in circolazione, ma devono essere avviati o alle case costruttrici o ai centri appositamente autorizzati, al fine della messa in sicurezza, della demolizione, del recupero di materiali.

È inoltre richiesto sia in caso di rottamazione o meno, che nell’atto di acquisto deve essere indicata la misura dello sconto praticato in ragione del contributo statale.

Ecobonus plus auto 2020: cumulabile con Ecobonus auto elettriche/ibride

Per i veicoli con emissioni da 0 a 60 g/Km di CO2, il nuovo contributo è cumulabile con l’Ecobonus auto 2019, previsto dalla legge di bilancio 2019 (Legge n. 145/2018, art. 1, comma 1031).

Rottamando un veicolo di almeno 10 anni, il contributo aumenta a 4 mila euro (2 mila di contributo statale e 2 mila di sconto praticato dal venditore).

Quindi si passerà:

  • da 6 mila euro a 10 mila euro, per l’acquisto di auto con emissioni di CO2 da 0-20 g/km;
  • da 2.500 euro a 6.500 euro, per l’acquisto di auto con emissioni di CO2 da 21 e 60 g/km.

Senza la rottamazione, l’incentivo sale di 2 mila euro (1.000 come contributo statale e 1.000 lo sconto del venditore).

In questo caso avremo:

  • da 4 mila euro a 6 mila euro di contributo, per l’acquisto di auto con emissioni di CO2 da 0-20 g/km;
  • da 1.500 euro a 3.500 euro di contributo, per l’acquisto di auto con emissioni di CO2 da 21 e 60 g/km.

Sconto per il passaggio di proprietà

Nell’ambito degli incentivi, vi è anche una agevolazione sul costo del passaggio di proprietà dell’auto per le persone fisiche che acquistano un usato di classe almeno Euro 6 con rottamazione di un veicolo usato.

L’articolo 44 comma 1-sexies, dispone che le persone fisiche che tra il 1° luglio 2020 e il 31 dicembre 2020 rottamano un veicolo usato omologato nelle classi da Euro 0 a Euro 3, con un veicolo usato omologato in una classe non inferiore a Euro 6, o con emissioni di CO2 inferiori o uguali a 60g/km, beneficeranno di uno sconto del 40% sugli oneri fiscali relativi al trasferimento della proprietà del veicolo acquistato.

Possono interessarti anche:

INCENTIVI AUTO E MOTO 2020 - eBook

INCENTIVI AUTO E MOTO 2020 - eBook

Simone Dimitri, 2020, Maggioli Editore

L’acquisto di un veicolo a quattro o due ruote non è una scelta semplice. Ad oggi, nel pieno della crisi economica innescata dalla diffusione del COVID-19, le difficoltà si accentuano. Da un lato l’acquirente si trova a valutare la scelta tra acquisto, leasing o noleggio in...



Tassazione auto aziendali e fringe benefit

Tassazione auto aziendali e fringe benefit

Albino Leonardi, 2020, Maggioli Editore

Alla luce delle novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2020 in materia di tassazione delle auto aziendali, il manuale analizza in maniera dettagliata le questioni tributarie concernenti la gestione dei veicoli aziendali e fringe benefit, dal momento dell’acquisto fino alla vendita,...



 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome