Home Varia Informazione Il noleggio: il nuovo modo di “possedere” che tanto piace

Il noleggio: il nuovo modo di “possedere” che tanto piace

noleggio

Sempre più aziende, dalle più piccole a quelle più grandi e famose, offrono la possibilità di poter noleggiare i loro prodotti. Non solo più il classico noleggio dell’auto, come eravamo soliti fare, adesso la frontiera del rent è stata superata di gran lunga.

Seguendo l’onda del: meglio usare quando necessario piuttosto che possedere, le formule di noleggio aumentano a vista d’occhio e così anche le aziende che si occupano solo di questo settore.

Si possono infatti noleggiare tantissimi oggetti e servizi: attrezzature sportive, materiali per feste ed eventi come per esempio, il noleggio sedie Roma, se ci si trova ad organizzare un compleanno nella capitale, ma anche il noleggio di borse e accessori firmati, stessa cosa per i vestiti, attrezzature per il fai da te e ovviamente il noleggio di auto (anche quelle di lusso), furgoni e pullman.

La formula del noleggio va di pari passo con l’innovazione digitale, anzi si potrebbe azzardare a dire che è proprio grazie alla tecnologia che la sharing economy, ovvero l’economia della condivisione, sta vivendo i suoi anni d’oro.

Sul web si possono trovare numerosi siti e app che con un semplice click danno la possibilità all’utente di noleggiare qualsiasi tipo di oggetto. E quando diciamo qualsiasi, intendiamo proprio tutto, anche un orto dove coltivare la propria frutta e verdura.

L’ideale alla base del rent

Ma per far si che un servizio di noleggio funzioni e soprattutto che si riesca a far notare in mezzo a tutti i competitor è necessario che alla sua base ponga degli ideali insondabili.

Il focus di una start-up o di una azienda che vuole offrire un servizio di noleggio è quello dell’ascolto.

Chi mette a disposizione dei prodotti o dei servizi a noleggio deve innanzitutto saper ascoltare le richieste del mercato e ovviamente dell’utente.

È necessario fare un lungo studio su ciò che alle persone serve in quel preciso momento storico o in quella stagione o in ogni caso andare a capire quale è il bene materiale più caro per una persona o una famiglia e come fare per poterlo dare in dotazione giusto per il periodo in cui gli serve.

Una volta compreso ciò si è a cavallo!

In seguito viene una buona padronanza delle soluzioni digitali. Nel 2020 non ci si può certo lamentare su ciò. Il web offre a chi ha voglia di lavorare una quantità non conteggiabile di opportunità.

Infine, bisogna avere una buona conoscenza del prodotto che si andrà a porre a disposizione del cliente. Se manca questo, molto difficilmente si avrà successo con il proprio servizio di rent.

La falla che fa crollare la sharing economy

Se da un lato la buona padronanza delle tecnologie, il saper ascoltare le domande del cliente e conoscere i propri prodotti è una buona fetta per il raggiungimento del successo, l’altra faccia della medaglia è occupata dal cattivo servizio che si offre al cliente.

Può sembrare una questione molto generica e poco comprensibile, ma in realtà è molto semplice. Basta focalizzarsi su un punto solo, ovvero: offrire un aiuto che risolva il problema e non un aiuto che peggiori il problema.

Un buon sito web o una app chiara e trasparente dove si elencano tutti i prodotti che sono disponibili per il noleggio, un listino prezzi competitivo e conveniente ed infine tutte le informazioni utili inerenti alla durata del noleggio e tutte le relative clausole ad esso collegate fanno si che si ottenga un numero sempre maggiore di clienti soddisfatti.

Infine, lo ribadiamo, ciò che fa funzionare al meglio un servizio di noleggio è la trasparenza e il dialogo che si ha con il cliente. Bisogna essere disponibili a risolvere ogni tipo di problema e richiesta del cliente e offrirgli ciò di cui ha realmente bisogno.

Quali i settori in crescita?

Ma quali sono i settori che funzionano meglio in questo nuovo modo di fare mercato? I prodotti a noleggio sono tantissimi ma sono solo alcuni che realmente funzionano alla grande.

Ovviamente ogni tipo di mezzo di trasporto privato: macchine, furgoni, pullman, bici e scooter sono tra i prodotti più noleggiati, li seguono poi i materiali sportivi, materiale per lavori di fai da te e montaggio.

Anche l’abbigliamento griffato e gli accessori (borse e scarpe) vanno molto, sia per adulti che per bambini. La nuova frontiera del rent sta sul noleggio del materiale per la prima infanzia. È risaputo come avere un bambino oggi giorno abbia un costo molto elevato e il materiale di cui si ha bisogno è veramente massiccio, per questo sono nate molte aziende che mettono a disposizione il noleggio di culle, passeggini, seggiolini e molto altro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome