Home Economia Decreto Milleproroghe 2020, pubblicato in Gazzetta: le novità più importanti

Decreto Milleproroghe 2020, pubblicato in Gazzetta: le novità più importanti

Dopo il via libera finale, il Governo Conte chiude il Pacchetto Bilancio con la pubblicazione del Decreto Milleproroghe (DL 162/2019) in Gazzetta Ufficiale.

Il testo contenente “Disposizioni urgenti in materia di proroga di termini legislativi, di organizzazione delle pubbliche amministrazioni, nonché di innovazione tecnologica” porterà all’attuazione diversi provvedimenti su autostrade, mercato energetico, bonus verde, stabilizzazione dei precari della pubblica amministrazione, vertici delle Authority, incentivi agli eco-scooter, stato di emergenza della città di Genova.

Vediamoli punto per punto.

Legge di Bilancio in Gazzetta: testo definitivo

Concessioni e pedaggi autostradali: cosa prevede il decreto Milleproroghe

Il provvedimento prevede lo slittamento fino al massimo al 31 luglio 2020 dell’aumento dei pedaggi autostradali che solitamente partono dal 1° gennaio. Con questo slittamento il Governo vorrebbe che prima dell’aumento delle tariffe fosse perfezionato l’iter di aggiornamento dei piani economico-finanziari.

Un’altra disposizione, che ha creato molta discussione, prevede che in caso di revoca, decadenza o risoluzione delle concessioni di strade o autostrade, sia affidato temporaneamente il servizio ad Anas in attesa di una nuova gara per l’affidamento e stabilisce che in caso di mancato rinnovo della concessione, cosa sia dovuto al concessionario, fatta eccezione per causa di inadempimento.

Mercato energetico e bonus verde: dalla Legge di Bilancio al Decreto Milleproroghe

Tra i provvedimenti presenti nel decreto troviamo anche quello relativo al rinvio al 1° gennaio 2022 dell’inizio del mercato libero relativo all’energia elettrica e del gas naturale per i clienti domestici e le piccole imprese. Il provvedimento era inizialmente contenuto e poi stralciato dalla Legge di Bilancio, così come il bonus verde che anche avrà validità anche nel 2020 con la possibilità per chi riqualifica terrazzi e giardini di usufruire delle detrazioni del 36%.

Tornano le assunzioni nelle Province, più tempo per stabilizzare i precari della PA

Il testo del decreto Milleproroghe prevede anche il ritorno alle assunzioni nelle Province, dopo il blocco stabilito dalla Legge di Bilancio 2015 e la proroga fino al 31 dicembre 2021 dei termini per la stabilizzazione dei lavoratori precari della pubblica amministrazione.

Attuazione Agenda Digitale PA

La Presidenza del Consiglio dei Ministri per diffondere e svolgere funzioni in materia di innovazione tecnologica potrà avere un contingente di personale composto da 7 unità con qualifica non dirigenziale proveniente da determinati Ministeri.

Slittamento per la riforma della class action

Slitta a ottobre 2020 il via alle norme sulla class action che prevedono la possibilità per il cittadino di poter partecipare direttamente al processo civile telematico. Il rinvio è causato dal ritardo nella realizzazione del portale dei servizi telematici da parte del Ministero della Giustizia che deve assicurare la pubblicità/reperibilità delle informazioni relative alle domande di azione di classe.

Altri provvedimenti contenuti nel Decreto Milleproroghe

In attesa dell’approvazione del bilancio di esercizio 2020 del Gse (Gestore servizi energetici) viene prevista la nomina di un commissario alla sua guida. Prorogati fino al 31 marzo 2020 i vertici di Agcom e Garante Privacy. Salta la norma per la continuità delle funzioni dell’Anac dopo le dimissioni di Raffaela Cantone da presidente nell’ottobre scorso.
Proroga di 3 anni per lo stato di emergenza per la città di Genova dopo il crollo del Ponte Morandi.

Slitta al 2022 lo stop all’impiego di animali utilizzati per le sperimentazioni di droghe, alcol e tabacco e gli studi sui trapianti di tessuti o organi da animale a uomo.

Continuano anche nel 2020 gli incentivi per l’acquisto di motorini o scooter ibridi e elettrici rottamando motorini da euro 0 a euro 3. Il contributo è pari al 30% sul prezzo di acquisto del nuovo mezzo, fino ad un massimo di 3mila euro.

Prosegue ancora per un anno il divieto di adeguamento agli indici Istat dei canoni di locazione passivi di immobili di proprietà privata affittati alla pubblica amministrazione.
Ancora un anno di tempo è stato concesso dal Decreto Milleproroghe per il completamento della Banca dati nazionale del Dna per completare il trasferimento dei reperti acquisiti durante i processi prima del 2009.

Prorogata al 16 febbraio 2020 l’entrata in vigore delle nuove norme sulla RC auto familiare. Le compagnie assicurative dovranno assegnare la classe di merito più vantaggiosa.

Infine tra i provvedimenti contenuti compare anche la proroga al 30 giugno 2022 dell’obbligo al rispetto delle norme anticendio per gli alberghi nelle zone colpite da terremoti o eventi meteo eccezionali (zone del Centro Italia colpite dal terremoto del 2016 e 2017). La SCIA dovrà comunque essere presentata al Comando dei Vigili del Fuoco entro il 31 dicembre 2020.

Vai al testo completo

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome