Home Abilitazioni Come diventare insegnante di Scuola Secondaria di I e II grado, una...

Come diventare insegnante di Scuola Secondaria di I e II grado, una guida completa e aggiornata

Alice Lottici
concorso-scuola-2019-classe-di-concorso-a46

La normativa scolastica in Italia è molto severa e in continuo aggiornamento. E’ difficile comprendere come diventare insegnante e soprattutto riuscire ad ottenere una cattedra per coloro che già lavorano come supplenti, visti i requisiti richiesti ad ogni nuovo decreto.

Questo articolo intende essere una guida pratica e dettagliata per aspiranti docenti.

In arrivo il Concorso Scuola, tutte le informazioni

Come diventare insegnante: l’abilitazione

L’abilitazione all’insegnamento è il requisito fondamentale per accedere alla professione di insegnante.

La normativa in materia è cambiata notevolmente negli ultimi anni: dall’ammissione con titoli di studio abilitanti come il Tirocinio Formativo Attivo (TFA), alla Formazione Iniziale Tirocinio (FIT) fino all’attuale Concorso abilitante.

Vediamoli assieme uno per uno:

  • Tirocinio Formativo Attivo (TFA) previsto dal 2010 al 2016 e consistente in un percorso universitario annuale post laurea magistrale con accesso a numero programmato. Al termine del corso si otteneva l’abilitazione per una specifica classe di concorso;
  • Formazione Iniziale Tirocinio (FIT), dal 2017 al 2018 il percorso triennale previsto dalla legge “La buona scuola” con esame finale per ottenere l’abilitazione;
  • Concorso abilitante, introdotto dalla Legge di bilancio 2019 che prevede un percorso annuale di formazione iniziale e prova previo superamento del Concorso a cattedra.

Come diventare insegnante: il Concorso a cattedra

Il decreto legislativo n.59 del 2017, a seguito delle modifiche apportate alla legge n.145 del 2018, prevede che si possa diventare insegnanti previo superamento del concorso pubblico.

Il cosiddetto Concorso a cattedra è bandito ogni due anni solamente nelle regioni e per le classi di concorso con vuoti di organico, a cui possono partecipare sia docenti abilitati per ottenere la cattedra che docenti non abilitati in possesso dei seguenti requisiti:

  • laurea magistrale o a ciclo unico coerente con le classi di concorso per le quali si concorre;
  • 24 Cfu nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche.

Per verificare se si posseggono tutti i requisiti per insegnare le discipline delle nuove classi di concorso, consigliamo di consultare la tabella A.

Tabella A – Nuove classi di concorso

L’abilitazione per la classe di concorso, diversamente dalla vecchia normativa, si ottiene al superamento di tutte le prove concorsuali e non al termine del percorso di specializzazione.

Per quanto riguarda i titoli esteri, non esiste un riconoscimento “automatico”. In questo senso la Direttiva 2013/55/CE, recepita in Italia con il decreto legislativo n.15 del 2016, prevede un’analisi comparata dei percorsi formativi dei due Stati Membri coinvolti.

Consulta il decreto

Come diventare insegnante: la riforma delle classi di concorso

Le classi di concorso sono requisiti accademici che consentono l’accesso all’abilitazione.

La legge 107/2015, la cosiddetta Buona Scuola, oltre alla riforma del percorso di formazione e reclutamento prevede la riorganizzazione delle classi di concorso, espletata con il Decreto del Presidente della Repubblica del 14 febbraio 2016 n.19 e l’integrazione successiva con il Decreto Ministeriale 9 Maggio 2017 n.259.

Scarica gli allegati

Il Decreto ha portato a 3 importanti cambiamenti:

  • Aggiornamento delle classi di concorso, tenendo conto delle modifiche ordinamentali sugli insegnamenti e sulle lauree di accesso;
  • Accorpamento di alcune classi di concorso, riducendole da 168 a 114;
  • Creazione di 11 nuove classi di concorso.

Le nuove classi di concorso sono frutto dell’adeguamento alle recenti modifiche ordinamentali, per la nascita di nuove tipologie di corsi di studio liceali e tecnici e per ragioni sociali. Infatti sono focalizzate sullo studio della musica, della moda e della comunicazione, visti gli strumenti digitali sempre più pervasivi nel lavoro di tutti i giorni. Troviamo:

  • A-23 Lingua italiana per discenti di lingua straniera
  • A-35 Scienze e tecnologie della calzatura e della moda
  • A-36 Scienze e tecnologia della logistica
  • A-53 Storia della musica
  • A-55 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria di II grado
  • A-57 Tecnica della danza classica
  • A-58 Tecnica della danza contemporanea
  • A-59 Tecniche di accompagnamento alla danza
  • A-63 Tecnologie musicali
  • A-64 Teoria, analisi e composizione
  • A-65 Teoria e tecnica della comunicazione

Per comprendere al meglio come diventare insegnante occorre fare riferimento al Regolamento sulle classi di concorso e ai seguenti allegati:

  • tabella A, con il dettaglio completo delle classi di concorso e di abilitazione per le scuole secondarie di I e II grado;
  • tabella A1, con le rilevazioni sull’omogeneità degli esami del piano studi delle lauree di vecchio ordinamento;
  • tabella B, con le classi di concorso per i posti di insegnante tecnico-pratico.

 

Tra luglio e settembre è prevista la pubblicazione del bando del Concorso Scuola secondaria 2019 per ottenere l’abilitazione e la successiva immissione in ruolo.

Per la preparazione consigliamo il seguente volume:

Concorso scuola 2019. Avvertenze generali per tutte le classi di concorso

Concorso scuola 2019. Avvertenze generali per tutte le classi di concorso

Vincenzo Calvino, 2019, Maggioli Editore

Il manuale è uno strumento di sicura utilità per la preparazione ai concorsi per docenti nelle scuole di ogni ordine e grado.È aggiornato alla normativa scolastica di recente approvazione: › decreti legislativi in attuazione della legge n. 107/2015;› riforma degli istituti professionali...



© RIPRODUZIONE RISERVATA


18 COMMENTI

  1. Buongiorno Jacqueline,
    avremo queste informazioni sui requisiti di ammissione con la pubblicazione del bando. Per essere sicura sui titoli richiesti può informarsi presso gli Uffici Scolastici Regionali.
    Buona giornata

  2. Buongiorno, sono Jacqueline. Sono Laureata in canto lirico con il vecchio ordinamento anno 2012. Sono interessata a seguire questo anno il corso singoli 2 livello- 24 CFA. Che permettono l’insegnamento alle scuole secondarie.
    Non avendo ancora la cittadinanza Italiana, ma ottenendo i titoli necessari per insegnare nelle scuole. É possibile esercitare l’ insegnamento senza cittadinanza?
    Saluti cordiali
    Grazie.

  3. Buongiorno Francesca,
    per la verifica dell’equivalenza dei suoi titoli deve consultare la Tabella A. In caso abbia bisogno di aiuto può rivolgersi a consulenti sindacali o Uffici Scolastici Regionali.
    Saluti

  4. Buongiorno Serena,
    per un aiuto nella valutazione di equivalenza dei suoi titoli deve rivolgersi alle figure di competenza: sindacati o Uffici Scolastici Regionali.
    Intanto può inviare la MAD, potrà essere chiamata per supplenze qualora vi siano posti residui dopo le chiamate a docenti in graduatoria e a tutti quelli in possesso dei requisiti ma fuori graduatoria.
    Buona giornata

  5. Buonasera. Il titolo di laurea magistrale in Linguistica LM39 è valido per l’accesso alla classe di concorso a24 – a25 (lingua straniera), purchè siano stati maturati “almeno 12 crediti nei settori scientifico disciplinari L-LIN 01 o L-LIN 02 e Corso di durata triennale della lingua (36 crediti) e Corso di durata biennale della relativa letteratura (24 crediti) documentati da certificato degli esami rilasciato dall’Università degli studi.” Con laurea triennale in mediazione linguistica ho maturato 32 cfu di lingua e 12 di letteratura, integrando i crediti mancanti con corsi singoli (al di fuori quindi del ciclo di studi) sarebbe possibile partecipare al concorso in futuro?
    Inoltre, nel mio caso inviando le MAD prima di integrare i crediti ci sarebbe la possibilità di venire chiamati per brevi supplenze?
    Saluti

  6. Buongiorno
    ho conseguito la laurea in Scienze dell’Educazione vecchio ordinamento equiparata alla classe di laurea specialistica 56/S e alla classe di laurea magistrale LM-50 presso nel 2003.
    Inoltre ho ottenuto la certificazione dei 24 cfu in ambito antropo-psico-pedagogico e metodologie e tecnologie didattiche.
    Posso partecipare al concorso anche se la laurea è successiva all’anno accademico 2000 2001?
    Grazie

  7. Buongiorno Hartine,
    purtroppo le informazioni che ci ha fornito sono insufficienti. Per una corretta valutazione dei titoli dovrebbe fornire un piano studi e verificare la corrispondenza per la classe di concorso scelta con le tabelle allegate all’articolo.
    Per un aiuto può far riferimento a un consulente sindacale o agli Uffici Scolastici Regionali.
    Buona giornata

  8. Ciao, sono ingegnere laureata all’estero, ho l’equipollenza e abilitazione in Italia e sono iscritta all’albo degli ingegneri. Posso partecipare al concorso ?

  9. Buongiorno Antonella,
    per insegnare è necessaria una laurea magistrale e i 24 crediti nelle discipline antropo-psico-pedagogiche. La partecipazione al Concorso le permetterà di ottenere l’abilitazione mentre nel caso in cui lei risulti vincitrice avrà il ruolo.
    Per verificare l’equivalenza dei titoli che possiede o eventuali integrazioni le consiglio di rivolgersi a un consulente sindacale o agli Uffici Scolastici Regionali.
    Saluti

  10. Buongiorno, ho una laurea di secondo livello in ambito economico (finanza Aziendale) ed un master, non ho mai insegnato. Cosa devo fare per poter insegnare e diventare un’insegnante di ruolo?

  11. Buongiorno Rina,
    può partecipare al Concorso, ha i 24 Cfu? O in alternativa, se ha almeno 3 anni di esperienza, ne ha maturato 1 sulla classe di concorso specifica?
    Le consiglio di leggere questi articoli per verificare il possesso dei requisiti necessari:
    http://bit.ly/2KRbmWX
    http://bit.ly/2Jmb0V2
    Saluti

  12. Buongiorno,
    sono una docente di ruolo (dal 2005) sulla cattedra a-11 (materie letterarie e latino) in un Liceo Linguistico. Mi piacerebbe partecipare al concorso per ottenere l’abilitazione per la classe A-13 (materie letterarie, latino e greco al Liceo classico). Posso partecipare al concorso?

  13. Buongiorno Elena,
    il bando verrà pubblicato in Gazzetta Ufficiale.
    Non appena uscirà pubblicheremo un articolo riassuntivo dedicato.
    Saluti

  14. Buonasera, dove è possibile verificare l’uscita del bando di concorso e potervi accedere ?
    Grazie

  15. Buongiorno Mariella,
    per la verifica dell’equivalenza di titoli di vecchio e nuovo ordinamento per le classi di concorso le consiglio di fare riferimento alle tabelle che trova nel seguente articolo https://www.leggioggi.it/2019/05/27/come-diventare-insegnante-scuola-secondaria/
    Inoltre sarebbe opportuno che verificasse con gli Uffici Scolastici Regionali o i consulenti sindacali la necessità dei 24 Cfu o il riconoscimento dei crediti già acquisiti.
    Saluti

  16. Ciao, io sono laureata in scienze della formazione, vecchio ordinamento, anno laurea 2003. Laurea quadriennale , Educatore professionale. Mai fatto insegnamento o sostegno. Posso partecipare al concorso che uscirà a luglio 2019? Ho bisogno dei 24 CFU ?

  17. Buongiorno Francesca,
    per la sua situazione particolare dovrebbe chiedere a sindacati o Uffici competenti del Miur. Attualmente c’è una classe di concorso affine al suo ruolo, dovrà verificare in base ai requisiti posseduti e al suo inquadramento contrattuale il possibile riconoscimento.
    Saluti

  18. Lavoro in qualità di insegnante di lingua italiana a stranieri presso l’Università per stranieri Dante Alighieri con contratto a prestazione. Desidero sapere se per la mia laurea la mia classe di concorso questi anni valgono come pre ruolo.
    Grazie

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome