flat tax partite iva 2019

La Flat Tax partite Iva 2019 fino a 65 mila euro scalda i motori e i liberi professionisti si preparano ad aderire al nuovo regime.

In accordo con quanto previsto dalla Legge di bilancio 2019 e dal Decreto fiscale collegato, è imminente l’avvio del nuovo Regime forferario 2019 con flat tax al 15 per cento per i contribuenti che generano un volume d’affari fino a 65 mila euro. Senza contare poi che per gli under 35 e per gli over 55 è prevista una Flat Tax start up al 5 per cento.

Sarà poi introdotta, a partire dal 2020, una flat tax al 20 per cento per chi ha ricavi tra i 65 mila euro e i 100 mila euro.

Non tutti però potranno esultare, perché alcuni professionisti saranno esclusi dalla possibilità di aderire a queste nuove tipologie di regime forfetario. Sono previsti infatti alcuni divieti, che restringono la platea. Cerchiamo di capire allora cos’è e come funziona la Flat Tax Partite iva 2019 e chi resta fuori da questa possibilità di tassazione.

Tutte le novità sulla Flat Tax 

Flat Tax Partite Iva 2019: cos’é

Una delle novità fiscali introdotte con la Legge di bilancio 2019 è la Flat Tax 2019: una versione molto più ridotta rispetto agli iniziali intenti del Governo, che voleva introdurre una tassa piatta al 15 per cento per tutti, ma si è dovuto limitare ad introdurla solo per alcune categorie, vista la stringente necessità di porre un freno alle spese nel rispetto dei conti pubblici.

Per il 2019 quindi è stata prevista una Flat Tax Partite Iva, con la possibilità di aderire a una nuova tipologia di Regime forfetario. Si tratta, di fatto, di un’estensione dell’attuale regime forfettario a imprese e lavoratori autonomi fino a 65 mila euro di fatturato.

L’obiettivo generale è quello di estendere il Regime forfetario ai contribuenti titolari di Partita Iva: esercenti, imprenditori e professionisti che oggi hanno ricavi riferiti o compensi nell’anno precedente superiori a 30 mila euro, ma compresi nel limite annuo di 65 mila euro.

Leggi anche “Regime forfetario 2019: come cambia, le novità”

Flat tax Partite Iva 2019: come funziona

Sono previste tre tipologie di tassazione:

  • Nel 2019 Regime forfetario con Flat Tax al 15 per cento per titolari di partite Iva con ricavi o compensi fino a 65 mila euro;
  • Nel 2019 Regime forfetario con Flat Tax agevolata al 5 per cento per le start up di contribuenti under 35 o over 55.
  • Dal 2020, introduzione della Flat Tax al 20 per cento per chi genera ricavi o compensi tra i 65 mila euro e i 100 mila euro.

Regime forfetario 2019: le nuove soglie di reddito

Come si legge nella bozza del Ddl Bilancio, all’articolo 1 della Legge sul regime forfetario (Legge n.190 del 23 dicembre 2014), sono apportate le seguenti modifiche:

“i commi 54 e 55 sono sostituiti dai seguenti commi: I contribuenti persone fisiche esercenti attività d’impresa, arti o professioni applicano il regime forfetario di cui al presente comma e ai commi da 55 a 89 del presente articolo, se nell’anno precedente hanno conseguito ricavi ovvero hanno percepito compensi, ragguagliati ad anno, non superiori a 65 mila euro”.

Tradotto, possono accedere al regime forfetario coloro che generano un reddito annuo fino a 65.000 euro. In base alla disposizione attuale, invece, le soglie di ricavi che occorre rispettare per poter accedere al regime variano in base al codice attività esercitato dal soggetto aderente (c.d. codice Ateco.

Quindi la mini-flat tax al 15 per cento si applicherà alle partite iva con ricavi o compensi fino alla soglia di 65 mila euro.

Leggi anche “Flat Tax ripetizioni 2019: come funziona, novità in Legge di bilancio”

Flat Tax Partite Iva 2019: da quando entra in vigore

Questo nuovo regime entrerà in vigore parallelamente all’entrata in vigore della Legge di bilancio 2019, quindi dal prossimo anno: da gennaio 2019 per coloro che aderiscono all’opzione Flat tax 2019.

Flat Tax Partite Iva 2019: chi resta fuori

Chi invece non può aderire a questo nuovo regime? Ci sono divieti che precludono ad alcuni contribuenti la possibilità di beneficiare della Flat tax 2019. Ecco chi:

  • I soci di Srl: coloro che partecipano a società di persone o associazioni, imprese familiari, società a responsabilità limitata. Con la nuova formulazione introdotta in Legge di bilancio l’accesso al regime sarà precluso a coloro che, sempre contemporaneamente all’attività per cui godono del regime agevolato, sono soci di società a responsabilità limitata (srl), ancorché non abbiano esercitato l’opzione per la trasparenza fiscale.
  • Gli ex dipendenti. Sono esclusi anche coloro che hanno come committente un ex datore di lavoro dipendente o a un attuale datore. Questo per combattere apertamente il fenomeno delle false partite Iva.

Flat Tax Partite Iva 2019: novità esclusione lavoratori dipendenti

Una delle ultime novità è che il regime forfettario riguarda esclusivamente i contribuenti persone fisiche esercenti attività d’impresa, arti o professioni. È stata eliminata la norma che consentiva l’applicazione del regime agevolato a chi percepiva un reddito da lavoro dipendente fino a 30mila euro l’anno.

Si tratta della lettera d-bis del comma 57 della legge 190/2014, che disciplina le esclusioni dal regime forfettario, che è stata riscritta inserendo questo divieto: restano esclusi dalla Flat tax i contribuenti che hanno percepito redditi da lavoro dipendente o assimilati, ed esercitano attività d’impresa, arti o professioni prevalentemente nei confronti anche di uno dei datori di lavoro dei due anni precedenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


7 COMMENTI

  1. Un professionista che fa anche parte di una srl che però è INATTIVA da anni , la quale non fa niente e che soprattutto si occupa di un settore diverso rispetto a quello attinente la libera professione può entrare nella flat tac?

  2. Sono un agente di commercio monomandatario regime forfettario da aprile 2018. Per il periodo di prova fine febbraio è marzo circa 40 gg ho avuto un contratto da dipendente a tempo determinato con la mia mandante.
    Inoltre da gennaio sarò plurimandatario penso che già essendo nel regime forfettario non dovrei essere escluso dal regime agrvolato

  3. Se sono socio di una start up e spin off universitario (è comunque una SRL) decado dal regime forfettario l’anno prossimo?
    Ho 30 anni e ho la partita iva da 5 anni. L’anno prossimo sarei dovuto passare al forfettario del 15%
    Grazie in anticipo

  4. Libero professionista in gestione separata e in regime ordinario con reddIto 2018 inferiore ai 30000 € può aderire alla Flat Tax 2019?

  5. Consideranto come limite massimo di 65.000€,con codice ateco al 67%,quindi forfetario al33%di detrazione =43344- inps anno precedente,ipotesi 60340=34.000€ tassa 15%5100 + cotributi minimali 3800€+ 25%di23000€oltre il minimale €5750 totale contributi 9.550+5700irpef cioè quasi il doppio di contributi.

  6. Cosa si intende per PREVALENTEMENTE:
    (% di reddito percepito, ecc??)
    “Flat tax i contribuenti che hanno percepito redditi da lavoro dipendente o assimilati, ed esercitano attività d’impresa, arti o professioni prevalentemente nei confronti anche di uno dei datori di lavoro dei due anni precedenti.”

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome