supplemento pensione Inps

Chiarimenti all’orizzonte sul supplemento pensioni Inps, che diventano a maglie larghe, grazie a una recente circolare dello scorso 2 novembre con cui il nostro Istituto di previdenza ha provato a schiarire le idee ai contribuenti italiani in possesso di periodi di contribuzione versata in momenti successivi al pensionamento.

I chiarimenti vengono forniti in particolare a lavoratori specifici. La contribuzione versata in epoca successiva al pensionamento e accreditata riguarda appunto le seguenti gestioni previdenziali:

  • Fondo Pensione Lavoratori dello Spettacolo (FPLS) e Fondo Pensione Sportivi Professionisti (FPSP), gestione ex ENPALS;
  • Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti (FPLD);
  • Gestioni autonome dell’Istituto.

Per capire quali contribuenti sono coinvolti dalla circolare Inps, vediamo in dettaglio cosa sono le pensioni supplementari, i supplementi di pensione e quali sono in concreto le novità e i chiarimenti forniti dall’Inps.

Pensione supplementari: cos’è e chi ha diritto

La pensione supplementare è una prestazione economica erogata al pensionato, a domanda, al fine di far valere la contribuzione accreditata in una gestione diversa da quella in cui è divenuto titolare di pensione, se tale contribuzione non è sufficiente a perfezionare un diritto autonomo a pensione.

Questa pensione spetta anche ai familiari superstiti, nel caso in cui non possano conseguire, per mancanza dei requisiti di assicurazione e contribuzione previsti, il diritto alla pensione autonoma indiretta a carico della gestione dove il deceduto ha versato i contributi, ma siano titolari di pensione indiretta o ai superstiti a carico di un fondo/gestione rispetto al quale è prevista l’erogazione di una pensione supplementare con riferimento ai contributi posseduti dall’avente causa.

Esistono tre tipi di pensione supplementare, a seconda della persona che la richiede e dei requisiti:

  • pensione supplementare di vecchiaia;
  • pensione supplementare di invalidità;
  • pensione supplementare ai superstiti.

Supplemento pensione Inps: cos’è e chi ha diritto

Il supplemento di pensione invece è un incremento della pensione liquidato, a domanda, in base alla contribuzione di periodi successivi alla data di decorrenza della pensione medesima. I contributi successivi alla decorrenza del primo supplemento consentono la liquidazione di ulteriori supplementi.

Il supplemento di pensione spetta ai titolari di pensione principale, di pensione supplementare o di assegno ordinario di invalidità iscritti a:

  • Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO) dei lavoratori dipendenti o autonomi, dopo la decorrenza della pensione nella medesima assicurazione (Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti – FPLD – e/o nelle gestioni speciali dei lavoratori autonomi). Nel caso di titolare di pensione liquidata nel FPLD, il supplemento può essere richiesto anche per eventuale contribuzione versata in una o più gestioni speciali dei lavoratori autonomi anteriormente alla decorrenza della pensione;
  • Gestione separata, dopo la decorrenza della pensione nella medesima assicurazione;
  • Gestione dei lavoratori spettacolo e sport (ex ENPALS), dopo la decorrenza della pensione nella medesima assicurazione o nel FPLD.

Pensione supplementari e supplemento di pensione: istruzioni Inps

I chiarimenti che l’Inps ha fornito nella circolare del 2 novembre, fanno seguito a numerosi quesiti pervenuti da molti Enti di patronato sui supplementi in questione.

Ecco i casi su cui l’Inps ha ritenuto necessario intervenire.

Supplemento pensione Inps in regime di convenzione

La contribuzione ex ENPALS e/o la contribuzione FPLD versata o accreditata dall’iscritto in epoca successiva al pensionamento, conseguito in regime di convenzione a carico della gestione, tra le due sopra citate, che sia risultata competente alla concessione della prestazione, dà diritto, a richiesta dell’interessato, al supplemento di pensione, che è posto a carico della gestione che ha concesso il trattamento principale.

Supplemento pensione Inps senza convenzione

In questi casi, la contribuzione versata o accreditata senza l’applicazione degli accordi in convenzione, ossia con il solo utilizzo della contribuzione versata o accreditata presso una sola gestione, può dare origine al riconoscimento di supplementi di pensione a carico della gestione che ha concesso la prestazione principale.

La stessa regola trova applicazione nel caso in cui i contributi risultino versati dopo il pensionamento, a seguito di successiva iscrizione del lavoratore presso una delle gestioni, tra le due sopra citate, non destinataria del trattamento pensionistico (art. 13 della Convenzione del 3 dicembre 1973). Sulla questione è stato, peraltro, argomentato al punto 8.1 della citata circolare n. 83/2016, al quale si rimanda.

Supplemento pensione e pensioni supplementari Inps: coltivatori diretti, coloni e mezzadri

Per quanto riguarda invece le prestazioni previdenziali liquidate in applicazione dell’art. 4-ter D.L. n. 6/1993, si prevede:

  • nei casi di pensione liquidata a carico della gestione ex ENPALS, può essere riconosciuto il supplemento di pensione a carico della gestione medesima;
  • nei casi di pensione liquidata a carico della gestione autonoma CD/CM (coltivatori diretti, coloni e mezzadri) la contribuzione successiva al pensionamento versata o accreditata alla gestione ex ENPALS, a richiesta dell’interessato, può essere utilizzata per la liquidazione di una pensione supplementare dalla gestione ex ENPALS.

Ecco un tabella pubblicata dall’Inps per chiarire la situazione:

Pensione a carico Contribuzione utilizzabile Supplemento a carico Contributi utilizzabili Pensione
del Fondo/Gestione

 

Fondo/Gestione del Fondo/Gestione per il supplemento Supplementare
GEST. AUTONOMA* GEST.AUT. FPLD GEST. AUTONOMA GEST.AUT. FPLD SI – Ex ENPALS
GEST. AUTONOMA** GEST.AUT. FPLD Ex ENPALS GEST. AUTONOMA GEST.AUT. FPLD SI – Ex ENPALS

Prestazioni previdenziali liquidate in via autonoma dalle gestioni senza l’applicazione dell’articolo 4-ter del D.L. n. 6/1993

Anche la persona che acquista il trattamento pensionistico a carico della gestione autonoma CD/CM o a carico della Gestione ex Enpals con la sola contribuzione versata o accreditata in una delle de gestioni, e che dopo il pensionamento abbia ugualmente versato contribuzione ulteriore presso la gestione non destinataria del trattamento pensionistico, può chiedere all’ultima gestione di iscrizione la pensione supplementare.

Ecco lo schema esemplificativo Inps

Pensione a carico Contribuzione utilizzabile Supplemento a carico Contributi utilizzabili Pensione
del Fondo/Gestione

 

Fondo/Gestione del Fondo/Gestione per il supplemento Supplementare
Ex ENPALS Ex ENPALS CD/CM Ex ENPALS Ex ENPALS SI – CD/CM
Ex ENPALS Ex ENPALS Ex ENPALS Ex ENPALS SI – CD/CM
CD/CM Ex ENPALS CD/CM CD/CM CD/CM SI – Ex ENPALS
CD/CM CD/CM CD/CM CD/CM SI – Ex ENPALS

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome