Si apre la settimana parlamentare con al centro il vaglio del Decreto Dignità con tutti gli emendamenti presentati. Oggi – lunedì 23 luglio – dopo la bagarre tra Governo e presidente Inps Boeri sull’inserimento della relazione tecnica sulla perdita dei posti di lavoro, inizia la sessione congiunta della Commissione lavoro e Finanze, che dovrà passare al vaglio gli emendamenti presentati al Decreto (inclusi auto-emendamenti correttivi inseriti dallo stesso Governo).

Consulta lo speciale Decreto Dignità 

Dei circa 900 gli emendamenti presentati, una trentina saranno esaminati con attenzione, in attesa dell’arrivo in aula per la giornata di giovedì e il via libera di Montecitorio, che dovrebbe arrivare nel weekend.

Tra gli emendamenti presentati, che stanno creando molte polemiche nelle ultime ore, anche uno presentato dal Pd contro l’aumento dell’indennizzo in caso di licenziamento illegittimo.

Una proposta di modifica contro la quale si è schierato Di Maio con un post su facebook (“come si può essere contrari a una norma che dà un giusto indennizzo ai lavoratori che subiscono degli abusi?”).

Altro importante modifica inserita è quella – preannunciata da Luigi Di Maio – che riguarda gli incentivi all’occupazione stabile, che prevede agevolazioni per stabilizzazioni di contratti di lavoro e sgravi contributivi.

Per approfondimenti consigliamoDecreto dignità (e-book+circolare)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome